Golf, Francesco Molinari a quota 75 nell’Open Championship

Golf, Francesco Molinari a quota 75 nell’Open Championship

Golf, Francesco Molinari a quota 75 nell’Open Championship

97
0

Domani prende il via il terzo (dei quattro) majors di golf stagionali: il più prestigioso, il più antico, quello con più tradizione e con più variabili che possono condizionarne il risultato finale: stiamo parlando dell’Open Championship che si svolge dal 1860 in Gran Bretagna. Analizziamo tramite l’ausilio delle quote SNAI, la lista dei favoriti.

Come spesso accade, le liste antepost dei tornei di golf non vedono mai un favorito sotto quota 10 e la lista dei papabili è sempre molto ampia. Quella dell’Open Championship, che quest’anno (per la decima volta nella storia e per la prima dal 2008) torna a disputarsi al Royal Birkdale Golf Club di Southport in Inghilterra, lo è ancora di più. Il motivo è principalmente quello del pazzo meteo albionico. Vivremo infatti fasi col sole, altre con pioggia, poi schiarite, vento… insomma, tutto, in questo torneo può essere una variabile determinante.

Certo è che un minimo di gerarchia va fatta e i quotisti SNAI ovviamente non potevano esimersi. A quota 14 troviamo il terzetto Fowler, Spieth e Johnson. Il primo non ha ancora vinto un major nonostante il secondo posto proprio all’Open nel 2014; Spieth, che nel 2015 ha fatto doppietta con Augusta e US Open arriva dal successo al Travelers che gli ha sicuramente fiducia per una possibile risalita in questa stagione. Johnson infine (US Open 2016) primo nel world ranking, arriva dai tagli mancati ai primi due master e quindi le sue condizioni fisiche sono sicuramente un’incognita.

A quota 18 ci sono lo spagnolo Garcia (vincitore del Master 2017 e quarto nel ranking) e Rahm, recente vincitore dell’Irish Open. A 20 terzetto terribile con Matsuyama, McIlroy e Rose. Il giapponese è secondo nel ranking e “medaglia d’argento” nell’US Open. Il nordirlandese ha vinto l’Open Championship nel 2014. A Rory servirebbe come il pane una riconferma in un major che manca proprio da quell’anno. Rose invece può essere uno dei primissimi outsiders.

Chiudiamo con un po’ di quote “random”: a 22 troviamo Fleetwood che ha dalla sua una forma davvero invidiabile vista anche la vittoria gli Open di Francia; a quota 25 c’è lo svedese campione in carica Stensona 33 troviamo il vincitore del US Open Koepka mentre a 40c’è invece Mickelson vincitore al Championship nel 2013. E il nostro Francesco Molinari? Per lui quota 75. Con due euro se ne vincerebbero 150.

Scopri tutte le quote dei partecipanti all’Open Championship su SNAI.it

(Credits: La Presse)

(97)

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI