Gent – Wevelgem 2017 – Tutti contro Sagan.

Gent – Wevelgem 2017 – Tutti contro Sagan.

Gent – Wevelgem 2017 – Tutti contro Sagan.

879
0

Si correrà domenica 26 marzo una delle corse più interessanti del calendario ciclistico mondiale, la Gent – Wevelgem, gara “del nord” ritenuta importante e prestigiosa quasi quanto le più blasonate Paris – Roubaix & Giro delle Fiandre. Protagonisti nel 2016 furono Peter Sagan, Sep Vanmarcke e Fabian Cancellara che, assieme al generoso Viacheslav Kuznetsov, si giocarono la vittoria in uno sprint ristretto che vide il fortissimo slovacco dell’allora Tinkoff battere gli altri tre compagni di fuga. Rimane comunque una corsa aperta ad innumerevoli scenari, qui hanno vinto corridori dalle caratteristiche tecniche più disparate: Sagan, Paolini, Eisel, Freire, Cipollini, Hincapie giusto per citarne alcuni e per rendere l’idea. Nonostante la corsa si presenti relativamente semplice e con difficoltà altimetriche meno impegnative rispetto alle altre gare “delle pietre”, la volata non è sempre scontata. Questo anche a causa di condizioni climatiche che spesso si presentano avverse ed insidiose, il vento non manca mai e la pioggia è stata spesso protagonista in passato. Per quanto riguarda le difficoltà altimetriche del percorso, verranno affrontate diverse salite, con il Baneberg e a seguire l’iconico Kemmelberg ultime vere difficoltà di gara prima di compiere gli ultimi 35 kms di corsa, un tratto completamente pianeggiante in direzione Wevelgem. Generalmente la corsa esplode durante gli ultimi passaggi su questi strappi per dare vita poi ad una serie di inseguimenti nell’ultimo tratto di gara. Nel caso però le condizioni climatiche dovessero essere particolarmente ventose (e magari piovose) sin dai primi chilometri, non sono esclusi attacchi a raffica già dalla prima ora di corsa.

Il favorito rimane Peter Sagan anche per quest’anno, con un Cancellara ritirato ed un Sep Vanmarcke costretto a dover fare i conti con dolori al costato a causa della caduta rimediata alle Strade Bianche e problemi intestinali degli ultimi giorni, il corridore della Bora Hansgrohe parte con i favori del pronostico. Si presenterà super agguerrita anche la compagine della Quick Step Floors, la squadra sicuramente più attrezzata per questo tipo di appuntamenti. Grande prova d’insieme qualche giorno fa alla Dwars Door Vlaanderen per gli uomini di Lefevere, con un Yves Lampaert vincitore in solitaria grazie anche ad un magistrale lavoro di team da parte di Gilbert, Stybar e Terpstra, “protettori” alle sue spalle nel momento giusto. Occhio anche a Fernando Gaviria tra le file della squadra belga, il colombiano è in grande forma e la corsa si addice sicuramente alle sue caratteristiche. L’esito della sua gara dipende molto anche da quella che sarà la tattica adottata dal team. Attenzione anche alle altre ruote veloci del gruppo con caratteristiche analoghe a quelle di Gaviria: Kristoff, Demare, Degenkolb e Matthews sono tra i possibili protagonisti. Tra questi si aggiunge la “bestia nera” di Peter Sagan, Greg Van Avermaet, già vincitore in questa stagione sulle pietre alla Omloop Het Nieuwsblad (battendo proprio lo slovacco in uno sprint a ranghi ridotti) e secondo sugli sterrati senesi. Il nativo di Lokeren sa come “far fuori” il campione del mondo…

 

(Credits: La Presse)

(879)

Nicola Tomei Sono Nicola, per gli amici (ma anche per i nemici) Bocchio, lucchese di nascita ma californiano d’adozione, ho vissuto la mia prima gioventù tra la... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI