Giro d’Italia 2020, possibili sorprese nella quinta tappa

Giro d’Italia 2020, possibili sorprese nella quinta tappa

Giro d’Italia 2020, possibili sorprese nella quinta tappa

218
0

Il ciclismo è uno degli sport che più si avvicina alla gente: non c’è distacco tra corridori e spettatori. Durante il Giro d’Italia da un momento all’altro potremmo veder sfrecciare le bici davanti la porta di casa, un po’ come se Cristiano Ronaldo venisse a palleggiare in un malmesso campetto di provincia.
Alle spalle del Giro c’è ormai una storia secolare, fatta di racconti leggendari, costruita sulla fatica e il sudore dei campioni di ieri e di oggi. È ogni anno una Storia che si riscrive, dove il risultato è solo una componente, conta l’esperienza della traversata e la comunità che si raccoglie attorno all’evento.

Tra condizioni climatiche rocambolesche e rovinose cadute, come quella incredibile di Geraint Thomas causata da una borraccia vagante che gli ha procurato la frattura del bacino, oggi si corre la quinta tappa del Giro. Vediamo insieme quali potrebbero essere gli highlights di giornata!

IL PERCORSO DELLA TAPPA NON FAVORISCE I PASSISTI
La tappa in questione, la Mileto-Camigliatello Silano di 225 chilometri, è una delle più insidiose di tutta la manifestazione. Il percorso che si snoda lungo la Calabria è tra i più lunghi del Giro, con ripetuti saliscendi e neanche un metro pianeggiante, fino a addentrarsi nella città di Cosenza e iniziare la scalata del Valico di Montescuro, una salita di 24,2 km con pendenza media del 5,6% (ma con punte che raggiungono il 18%). Dopo l’ardua scalata, ai ciclisti mancheranno gli ultimi 10 km al traguardo fissato a Camigliatello Silano… per fortuna loro, tutto in discesa! Potremmo attenderci qualche mossa strategica dei team per dare l’assalto alla classifica generale proprio sulla punta più alta della montagna, alla luce anche del fatto che le gambe nell’ultimo tratto arriveranno molto appesantite dai chilometri percorsi.

tappa

 

LA SITUAZIONE IN CLASSIFICA
Nella quarta tappa non sono avvenuti scossoni in classifica, con il portoghese Almeida che ha preservato la maglia rosa con un distacco di 2 secondi da Jonathan Caicedo, ma oggi potremmo assistere a qualche variazione. La salita del Valico di Montescuro potrebbe innescare una battaglia e favorire l’esperienza del nostro Vincenzo Nibali che al momento ha un distacco di 55 secondi dalla testa della classifica. Fari puntati anche su Fuglsang e Krujiswjik, tra i favoriti alla vittoria finale.

La classifica della maglia ciclamino al momento vede una sfida a due tra Peter Sagan (57 punti) e Arnoud Demare (52). Al momento è difficile, ma non impossibile, vedere una risalita degli azzurri Diego Ulissi (27 punti) e Davide Ballerini (25).
 

(Credits: Getty Images)

(218)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE