Esports italiano: benvenuto Genoa!

Esports italiano: benvenuto Genoa!

Esports italiano: benvenuto Genoa!

176
0

Le voci circolavano già da diversi mesi ma adesso è finalmente ufficiale. Anche il Genoa Calcio, anzi, il Genoa CFC – Cricket and Football Club ha annunciato il proprio ingresso nel mondo degli sport elettronici. Una decisione storica anche per l’esport italiano perché, contrariamente alle altre squadre come Roma, Sampdoria ed Empoli, il Genoa sarà il primo club di calcio professionistico a non puntare solo su FIFA ma anche su un altro titolo competitivo: League of Legends.

Fondata il 7 settembre 1893, il Genoa è tra i più antichi blasoni del calcio moderno. Ha conquistato nove campionati italiani di Serie A, una Coppa Italia e sei campionati di Serie B. Un palmares di tutto rispetto, nonostante la stagione altalenante attualmente in corso. I rossoblu di Genova aprono adesso agli sport elettronici raggiungendo i cugini sampdoriani. Una strada che il Genoa non percorrerà in solitaria ma in collaborazione con un’importante realtà dello sport elettronico italiano, come si legge nel comunicato ufficiale del Genoa:

“Per addentrarsi in un mondo ancora poco conosciuto rispetto all’enorme potenziale, è stata raggiunta un’intesa per affidarsi a i TeS Gaming che rappresentano uno dei migliori interlocutori sul territorio, per la comprovata esperienza nel settore degli sport elettronici.”

genoa-esports

Photo credits to Genoa Official

Le squadre di FIFA e League of Legends passeranno sotto l’ala protettrice del Genoa ma la gestione quotidiana delle due sezioni sarà compito dell’attuale management dei TeS. La squadra di FIFA sarà capitanata da Fabio “Lionel_10” Denuzzo, protagonista dell’amichevole virtuale Olanda – Italia all’Amsterdam Arena in occasione della sfida reale tra le due nazionali dello scorso 28 marzo, a cui spetterà il compito di aiutare nella crescita competitiva il giovanissimo sedicenne Riccardo “Masinho” Masoni.

League of Legends avrà invece uno staff più strutturato con Massimiliano Padulazzi come Team Manager, Ranieri “Samsara” Di Giulio come coach e Luca “Dracyen” Quinale come analyst. In partita sarà invece il mix di giocatori italiani ed europei a vestire la maglia del Genoa: Alexandru “Acefos” Neatu, Claudio “ClaP” Pagani, Nikita “Tsuzume” Frunza, Seb “Sebla” Walton, Adam “UK” Haksworth. E la prima occasione sarà già il Torino Comics del 21-23 aprile 2017.

È la prima volta in Italia che una realtà esterna al mondo degli esports investe su un titolo competitivo lontano dal calcio come FIFA. Una decisione storica per il settore italiano che dimostra la lungimiranza del club e della fiducia che il Genoa ripone nell’organizzazione e nello staff dei TeS Gaming.

Image credits to Genoa CFC

(176)

Francesco Lombardo Matematica e Fisica sono la mia religione. Ho trasformato la passione per i videogiochi in una nuova professione: l'eSports reporter. Ho iniziato a oc... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI