Parte la FIFA eWorld Cup: prima tappa Barcellona!

Parte la FIFA eWorld Cup: prima tappa Barcellona!

Parte la FIFA eWorld Cup: prima tappa Barcellona!

264
0

Nei mesi di giugno e luglio l’attenzione verso il mondo sportivo raggiungerà il suo picco con i mondiali di calcio 2018 in Russia. Un mese esatto per decretare la nuova (o vecchia) squadra campione del mondo con la Germania detentrice del titolo. Gli appuntamenti mondiali, però, non saranno finiti: ad agosto si passerà dal calcio reale al calcio virtuale con la finale della FIFA eWorld Cup.

Conosciuta fino allo scorso anno come FIFA Interactive World Cup, a fine 2017 la competizione targata FIFA, il videogioco targato EA Games più giocato la mondo, cambia nome e stringe una collaborazione ancora più stretta con la FIFA, la federazione internazionale del calcio giocato. Il torneo è ufficialmente organizzato dalla FIFA con la collaborazione di EA Sports, sezione sportiva del già menzionato publisher. Ogni anno sono milioni i giocatori professionisti o aspiranti tali che intraprendono il cammino verso il titolo di campione del mondo in un percorso lungo diversi mesi. La stessa Guinness World Records ha inserito la FIWC nel proprio schedario come la competizione con più partecipanti: record detenuto al momento dall’edizione 2013 con più di 2,5 milioni di iscritti da tutto il mondo.
Le vittorie, finora, hanno confermato il dominio europeo anche nel calcio virtuale così come nel calcio reale. Nei primi cinque posti del medagliere si trovano i rappresentanti di stati europei: comandano con due ori e due argenti Inghilterra (non Regno Unito perché si utilizza lo stesso criterio regionale della FIFA) e Francia, seguiti da Spagna, Danimarca e Serbia. Solo sesto il Brasile a pari merito con l’Arabia Saudita. Nel 2018 a vincere è stato l’inglese Spencer “Gorilla” Ealing tra le mura amiche di Londra contro il tedesco Kai “Deto” Wollin con il punteggio finale di 7-3 (tra andata e ritorno). Per lui un premio di 200,000 $: ancora sicuri che si tratti solo di un videogioco?

Tra gli italiani il 2017 è stato indubbiamente l’anno di Daniele “Ice Prinsipe” Paolucci: campione europeo a Madrid (e attuale detentore del titolo continentale) e semifinalista al mondiale inglese, a un passo dal ripetere anche in finale mondiale la sfida vista all’europeo contro Gorilla. Un’annata da incorniciare che pone grandissime aspettative sul 2018. La nuova stagione, in realtà, è già iniziata a novembre con l’uscita del nuovo titolo e una rivisitazione completa della Road to FIFA eWorld Cup Gran Final.

wdonrkz
Credits to FIFA EA Sports Official Site

Due tornei di qualificazione denominati FUT Champions Cup: dopo le selezioni online di novembre 2017 e febbraio 2018 le due competizioni si terranno a gennaio e ad aprile di quest’anno entrambe con 128 giocatori. I migliori 8 di ciascuna piattaforma, PS4 e XBOX, avanzeranno alla fase successiva dei Playoff, insieme ai finalisti delle tappe successive: la FIFA eClub World Cup a cui partecipano i migliori 32 giocatori sotto contratto con i club di calcio (la cui prima edizione si è disputata nel 2017, argomento affrontato anche su SNAI), e altre tre competizioni minori. A giugno sarà quindi il momento di tirare le somme con le Global Series, una per PS4 e una su XBOX. Ad entrambe parteciperanno i migliori 64 giocatori che scenderanno a 16: saranno loro a giocarsi il titolo di campione del mondo.

Nella prima tappa della FUT Champions Cup che si disputerà a Barcellona dal 26 al 28 gennaio troveremo anche due italiani. Il già citato Daniele “Ice Prinsipe” Paolucci del team tutto italiano Mkers e Fabio Denuzzo, talento pugliese del calcio virtuale. Entrambi si sono qualificati per la competizione spagnola grazie ai risultati ottenuti nelle Weekend League, le modalità online di FIFA 18: 40 partite da disputare dal venerdì al lunedì mattina di ogni weekend, più se ne vincono più punti circuito si ottengono. Entrambi sono riusciti in almeno un weekend di novembre a ottenere 40 vittorie e nessuna sconfitta, permettendo di rientrare tra i migliori 128 giocatori per la prima tappa della eWorld Cup.

Stesso risultato ottenuto recentemente da Alessandro “Gintera” Ansaldi, videogiocatore ingaggiato dal Genoa. Alessandro nei primi giorni di gennaio ha vinto tutte le partite della Weekend League, incrementando le proprie chance per la seconda tappa della FUT Champions Cup di aprile. Con in testa, manco a dirlo, il sogno di partecipare al mondiale, condiviso anche con i giocatori di Roma, Nicolò “Insa” Mirra, e Sampdoria, Mattia “Lonewolf” Guarracino. In attesa del derby della lanterna anche su FIFA 18, Nicolò e Mattia il 9 e 10 dicembre 2017 hanno partecipato alla Levante eSports Cup, primo torneo eSport in uno stadio della Liga.

Sempre più realtà si interessano agli sport elettronici: non solo calcio, ovviamente, ma FIFA è senza alcun dubbio il titolo competitivo che più di tutti può attrarre investitori, almeno nella Vecchia Europa, grazie all’incommensurabile potere mediatico del calcio reale. E pazienza se ai mondiali di Russia non ci sarà l’Italia: ad agosto potremmo avere l’opportunità di tifare ugualmente i nostri connazionali al mondiale su erba virtuale.

 

Image credits to EA Games

(264)

Francesco Lombardo Matematica e Fisica sono la mia religione. Ho trasformato la passione per i videogiochi in una nuova professione: l'eSports reporter. Ho iniziato a oc... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI