L’NHL negli eSports: arriva la lega mondiale dei videogiocatori di hockey!

L’NHL negli eSports: arriva la lega mondiale dei videogiocatori di hockey!

L’NHL negli eSports: arriva la lega mondiale dei videogiocatori di hockey!

45
0

Prima l’NBA, poi l’NFL. Adesso anche l’hockey americano, dopo mesi di speculazioni e di “forse” tra i corridoi dell’ambiente, annuncia il proprio ingresso nel mondo degli eSports con la costituzione di una lega parallela alla famosa NHL, la National Hockey League. La NHL Gaming World Championship 2018 è la competizione che rappresenterà l’ingresso dell’hockey virtuale nel mondo eSport, disputato sul videogioco NHL 18 targato EA Sports, la sezione sportiva di Electronic Arts.

Il torneo è frutto di una preziosa collaborazione tra la lega sportiva tradizionale e tre dei suoi partner di broadcasting: NBC Sports per gli Stati Uniti, Sportsnet per il Canada e Viasat per la Svezia. Ogni azienda ospiterà nel proprio paese una fase regionale nel cammino del campionato verso la finale mondiale di Las Vegas a giugno. Keith Wachtel, responsabile della sezione partner dell’NHL, ha posto grandi aspettative per questo progetto:
È il nostro primo incontro con quelli che chiamiamo giochi competitivi. Siamo a dir poco entusiasti ma al tempo stesso dobbiamo essere attenti nel percorrere la giusta direzione in questo percorso totalmente nuovo per noi. Potremmo chiamarla una fase embrionale.

A partire dal 24 marzo 2018 si giocheranno per quattro weekend consecutivi dei tornei di qualificazioni online in cui i giocatori di Canada, Europa e Stati Uniti si sfidano in partite secche sia su Xbox One che su PlayStation 4. Le fasi finali, però, saranno disputate solo su PS4: una novità per Electronic Arts che ha sempre preferito, almeno in altri giochi come ad esempio FIFA, non precludere alcuna console ma realizzare sempre due tabelloni separati per i giocatori delle rispettive piattaforme. I giocatori europei competeranno a gli studi Viasat di Stoccolma il 6 maggio mentre le finali oltreoceano si terranno a Toronto l’11 maggio e a Stamford, nel Connecticut, il 20 dello stesso mese.

Alla fase mondiale del 19 giugno a Las Vegas avanzeranno i prime due classificati di ogni regione. Un totale di sei giocatori si affronteranno in un girone all’italiana di sola andata: i migliori due giocheranno la finale in un match al meglio delle tre per conquistare il titolo di campione, 50.000 $ di premio, il trofeo e un’apparizione ai consueti NHL Awards.

Rispetto alle altre leghe eSport come l’NBA 2K League sono due le principali differenze. La prima è che un giocatore comanda un’intera squadra, mentre nel torneo virtuale la NBA ha optato per un format che permette a ogni giocatore di guidare un singolo personaggio durante la partita, creando incontri da cinque contro cinque, come nella pallacanestro tradizionale. La seconda differenza è l’assenza delle squadre professionistiche del circuito: la competizione NHL è aperta a tutti i videogiocatori di hockey, professionisti o semplici amatori che siano, con o senza squadra, mentre nell’NBA 2K League sono presenti 17 delle 30 formazioni che realmente competono. La spiegazione è semplice ed è ancora Wachtel a fare chiarezza:
Il nostro obiettivo, in maniera leggermente diversa da chiunque altro, è creare una competizione il più possibile inclusiva piuttosto che esclusiva. Per noi è un indicatore per aumentare la partecipazione e rendere la struttura competitiva semplice in modo da poterla studiare. È pur sempre un test per noi.

D’altronde è il primo approccio dell’NHL al mondo dell’hockey, nonostante per alcuni suoi protagonisti non sia una novità. Jeff Vinik, proprietario dei Tampa Bay Lightning, ha investito a giugno 2017 nell’azienda aXiomatic, una delle principali azioniste di maggioranza del Team Liquid, realtà storica della scena eSport nordamericana. Una scelta ormai quasi obbligata per gli sport tradizionali che hanno la necessità di recuperare il pubblico più giovane, spingendolo ad interessarsi all’hockey. Reale o virtuale che sia.

Image credits to Electronic Arts

(45)

Francesco Lombardo Matematica e Fisica sono la mia religione. Ho trasformato la passione per i videogiochi in una nuova professione: l'eSports reporter. Ho iniziato a oc... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI