Lorenzo Daretti immenso: è ancora campione del mondo MotoGP Esport

Lorenzo Daretti immenso: è ancora campione del mondo MotoGP Esport

Lorenzo Daretti immenso: è ancora campione del mondo MotoGP Esport

247
0

Il campionato di MotoGP è appena terminato con l’ultima tappa di Valencia ma Marc Marquez, pilota della Repsol Honda, aveva già conquistato il titolo iridato a Motegi in Giappone praticamente un mese fa. Se non fosse già chiaro, il pilota spagnolo fa ormai parte di diritto dell’olimpo del motomondiale con cinque campionati conquistati nelle ultime sei stagioni: in mezzo nel 2015 la vittoria di Jorge Lorenzo. La speranza di rivedere un italiano sul gradino più alto del podio finale sono state affidate negli anni al ducatista Andrea Dovizioso e al sempreverde Valentino Rossi, senza successo. A risollevare le sorti degli italiani al motomondiale ci ha pensato allora un romano, Lorenzo Daretti, conosciuto con il nome di Trastevere73.

La differenza con gli altri piloti citati è che Lorenzo indossa le cuffie, prende il proprio pad tra le mani e scende sulle piste virtuali di MotoGP, il videogioco prodotto da Milestone che dal 2017, in collaborazione con Dorna, la società spagnola che gestisce l’organizzazione del motomondiale, è il videogioco ufficiale della MotoGP Esports Series, la competizione elettronica del campionato mondiale di MotoGP. Una lunga serie di qualifiche online e di eventi dal vivo spalancano le porte alla finale in cui i migliori 12 al mondo si giocano il titolo. Dopo le semifinali di Misano e Madrid cinque italiani si sono qualificati alla finale di Valencia disputata venerdì 16 novembre a due giorni esatti dall’ultima tappa del motomondiale su gomme vere. Davide “DavideGallina23” Gallina, giocatore in forze alla Pro2Be , Michael “Vindex813” Amara, Luigi “Luigi48GP” Attruia, sotto contratto con gli iDomina eSports, Andrea “AndrewZH” Saveri, giocatore degli Inferno eSports, e, appunto, Lorenzo “Trastevere73” Daretti, pilota dei Mkers e campione del mondo 2017.

La finale di Valencia non ha praticamente mai messo in discussione lo strapotere di Lorenzo: primo nelle qualifiche e in prima posizione dal giro numero uno al giro numero 10 con lo spagnolo Eleghost555, al secolo Francisco Javier Santiago Marin, sempre dietro in seconda posizione ma mai realmente pericoloso. Lorenzo ha guidato la sua moto virtuale nel miglior modo possibile senza lasciare alcuna apertura al diretto avversario e senza mai mostrare sbavature. Lo stesso Marc Marquez, commentatore d’eccezione della telecronaca inglese, è rimasto stupito dalla guida liscia e serena di Lorenzo. Alla fine, tagliato il traguardo, l’italiano è scoppiato in lacrime dopo un’esultanza incontenibile: tutta la concentrazione, l’attenzione ai dettagli, la tensione della gara svanisce in un lampo e lascia spazio all’emozione più pura della gioia. Lorenzo Daretti è il campione del mondo 2018 di MotoGP Esports, conquistando due vittorie su due: un alieno.

Con la vittoria a Valencia Lorenzo entra di diritto nell’olimpo dei migliori giocatori di sempre nel mondo dell’esport. In pochissimi possono vantarsi di aver vinto due titoli mondiali, ancora di meno possono dire di averne vinti due consecutivi. Tra gli esempi più clamorosi, oltre al coreano Lee “Faker” Sang-Hyeok, vincitore dei Worlds di League of Legends nel 2015 e nel 2016 (e precedentemente nel 2013), anche un altro italiano fa parte di questa speciale classifica: Fabio “Fabss” Nardelli, vincitore del mondiale di World of Warcraft – Arena nel 2015 e nel 2016 dopo averlo già vinto nel 2010 la prima volta. Un olimpo in cui vivono pochi eletti: e Lorenzo ne ha ottenuto le chiavi in appena un anno di competizioni.

 

Credits to Official Twitter MotoGP

(247)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE