Luigi Ganna, il primo campione della bicicletta

Luigi Ganna, il primo campione della bicicletta

Luigi Ganna, il primo campione della bicicletta

31
0

3479 km, con partenza da Torino e arrivo a Milano e, nel mezzo, tappe a cronometro, terreni per scattisti e velocisti, i valichi e le strade del vino toscane, ma anche una storia lunga che attraversa tutto lo Stivale.

Il Giro d’Italia numero 104, al via oggi, ricorda tutta la sua gloriosa epopea ripercorrendo le tappe e i protagonisti che lo hanno reso negli anni uno degli imperdibili appuntamenti con le grandi corse ciclistiche. Se oggi però la tecnologia è di casa al Giro, tra biciclette avveniristiche e sistemi di comunicazione sempre più efficienti, non si può non pensare a quelle immagini lontane nel tempo di pionieri delle due ruote lanciati su strade polverose in uno sgranato bianco e nero.

Non si può non restare attoniti pensando alle pedalate coraggiose di Girardengo, Binda e Brunero o agli anni d’oro di Coppi e Bartali, così come all’impresa eroica del mitico Luigi Ganna, soprannominato dai suoi tifosi il “Re del Fango” per la sua inossidabile tenacia di gambe e polmoni, che al primo Giro d’Italia, nel 1909, riuscì ad arrivare primo, senza alcuna dotazione tecnica. Armato solo della sua capacità di resistenza, quella stessa che da umile manovale lo portava col sole e con la pioggia in sella per oltre 100 km nel tragitto tra casa e lavoro, da Varese a Milano, il pioniere del ciclismo italiano è stato il primo vero campione della bicicletta, trionfatore della Milano-Sanremo e detentore per 6 anni del record di velocità su strada.

In un’epoca in cui ogni curva poteva essere fatalmente drammatica per gli avventurieri del ciclismo, Ganna non si è mai perso d’animo, macinando chilometri come era abituato a fare uno che aveva iniziato a gareggiare con la stessa bici usata per andare al lavoro. Montando in sella tutti i giorni senza sosta, per ammettere, dopo la vittoria del primo Giro d’Italia, al cronista che gli chiedeva quale fosse la sua impressione più viva: “L’impressione più viva l’è che me brüsa tant ‘l cü!”.

 

 

(Credits: Getty Images)

(31)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE