Manchester City e Nexon: quando il calcio europeo aiuta l’eSport coreano

Manchester City e Nexon: quando il calcio europeo aiuta l’eSport coreano

Manchester City e Nexon: quando il calcio europeo aiuta l’eSport coreano

62
0

Negli ultimi due anni abbiamo spesso assistito a numerosi club di calcio, o realtà di altri sport tradizionali, annunciare il proprio ingresso negli eSports. Un esempio è il Machester City che già nel luglio 2016 è stato uno dei pionieri del legame tra calcio giocato e calcio virtuale con la presentazione di Kieran “Kez” Brown, uno dei primissimi videogiocatori professionisti di FIFA della storia degli eSports.

Nell’arco di quasi due anni il Manchester City ha proseguito il suo percorso nel settore, secondo alcune voci avvicinandosi anche a Overwatch, acquisendo competenze e conoscenze da integrare nella loro esperienza quotidiana di club di calcio, ormai a pochi passi dalla vittoria della Premier League 2018. Una somma di know-how che permette di loro di essere ormai degli esperti del settore e di mettere la propria esperienza al servizio degli altri. In questo quadro si inserisce la collaborazione stretta fra il Manchester City e la Nexon, uno sviluppatore coreano di videogiochi, che si è affidata alla squadra inglese per avvicinare gli appassionati di calcio di Seul. In particolare i giocatori di FIFA Online 4, il titolo calcistico realizzato da Nexon in collaborazione con Electronic Arts per il mercato asiatico. La stessa Nexon ha mostrato l’esigenza di spingersi più a fondo nel mercato eSports: la recente partnership con gli Stunlock Studios per ospitare una competizione di Battlerite in Corea del Sud ne è la prova.

Damian Willoughby, Senior Vice President del City Football Group, centra l’obiettivo principale della collaborazione nell’espandersi ai mercati asiatici: “Abbiamo il piacere di annunciare questa partnership con un’azienda leader del titoli free-to-play e di condividere con loro le nostre competenze nelle esperienze innovative e immersive acquisite negli ultimi due anni. FIFA Online è indubbiamente il titolo di più successo della Nexon e il più riconosciuto in Asia: un fattore che ci permette di poter lasciare la nostra impronta in Corea, la patria degli eSports.

La collaborazione rientra a tutti gli effetti nei piani di espansione globale del club di Manchester. In questo caso per attrarre nuovi tifosi dalla Corea, paese in cui la serie FIFA Online ha fatto fortuna, nonostante il calcio non sia tra le discipline più apprezzate. Il City ha intuito da subito le potenzialità dei videogiochi competitivi che permettono di esportare il proprio brand in tutto il mondo attraverso un PC o una console. Un’intuizione mostrata anche nel 2017 quando la squadra, nel tour statunitense di preparazione all’attuale stagione, aveva realizzato una serie di tornei online con finale dal vivo a Houston prima del derby con il Manchester United esportato oltreoceano.

L’ultimo arrivato in casa Manchester su FIFA è Kai ‘Deto’ Wollin ma non è escluso che uno dei migliori giocatori coreani di FIFA Online 4 possa in futuro rappresentare il City nella scena occidentale di FIFA. La collaborazione includerà anche contenuti all’interno del gioco ma soprattutto eventi dal vivo che coinvolgeranno in via diretta sia i giocatori del Manchester City che la società con un tour dello stadio di casa. E un misterioso “ambasciatore ufficiale del Manchester City su FIFA Online 4.”

Finora sugli eSports gli occidentali hanno sempre imparato, spesso copiato, dalla Corea. Oggi sta per avvenire il contrario: d’altronde chi meglio di un europeo può consigliare su come coniugare il calcio reale e il calcio di FIFA?

Image Credits to ManCity Official

(62)

Francesco Lombardo Matematica e Fisica sono la mia religione. Ho trasformato la passione per i videogiochi in una nuova professione: l'eSports reporter. Ho iniziato a oc... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI