PALIO DI SIENA, AD AGOSTO TRE RIVALI IN PIAZZA. E CAMBIA IL MOSSIERE

PALIO DI SIENA, AD AGOSTO TRE RIVALI IN PIAZZA. E CAMBIA IL MOSSIERE

PALIO DI SIENA, AD AGOSTO TRE RIVALI IN PIAZZA. E CAMBIA IL MOSSIERE

466
0

Non si è ancora spenta l’eco del primo storico Palio corso dopo due anni di stop, causa pandemia, che a Siena è già tempo di pensare alla prossima “carriera”, quella in onore dell’Assunta, in programma come da consolidata abitudine il prossimo 16 agosto. E la marcia d’avvicinamento al secondo Palio del 2022 è cominciata con l’estrazione delle tre contrade che andranno a fare compagnia alle 7 che di diritto avrebbero corso, vale a dire le 7 che nell’ultima edizione del Palio dell’Assunta (quella del 16 agosto 2019) non avevano corso.

La sorte ha fatto felici i contradaioli di Chiocciola, Onda e Selva, che sono andate a completare il novero delle 10 sfidanti che già comprendeva Civetta, Giraffa, Leocorno, Lupa, Nicchio, Tartuca e Valdimontone. A restare delusi sono stati soprattutto quelli dell’Oca, che speravano di vedere la loro contrada estratta in modo tale da poter scontare il turno di squalifica rimediato nel 2019, e così avere la certezza di poter tornare in Piazza il 2 luglio 2023. Dovranno invece pazientare un altro mese e mezzo, già certi di far parte del lotto delle 10 contrade che si sfideranno nel Palio dell’Assunta del 16 agosto 2023.

Ma dall’urna della Sala degli Arazzi sono scaturite molte altre sorprese, con ben tre coppie di rivali che si ritroveranno una di fronte all’altra per quella che si preannuncia da subito una “carriera” assai movimentata e complicata.

BARTOLO AMBROSIONE RICHIAMATO A FUROR DI… CONTRADA

Sarà forse anche per questo che a Siena si sono affrettati a convincere Bartolo Ambrosione a tornare sul verrocchio dopo l’infausto debutto di Renato Bircolotti, finito sul banco degli imputati dopo il pessimo spettacolo offerto dal Palio in onoro della Madonna di Provenzano (ben due cavalli infortunati durante le prove e altre due contrade costrette a non correre per episodi capitati durante la mossa, così da lasciare in Piazza soli 6 cavalli).

Ambrosione invero sarebbe dovuto tornare al suo posto già lo scorso 2 luglio, ma aveva rinunciato all’incarico per motivi personali. La chiamata a furor di popolo di tutti e 17 i capitani non l’ha lasciato impassibile, e allora ecco che proprio nelle ore in cui venivano estratte le restanti tre contrade deputate a disputare il Palio in onore dell’Assunta è arrivato l’annuncio di quello che già da giorni in città si andava dicendo, e cioè che Ambrosione sarebbe tornato al suo posto in vista di quello che per lui sarà il 17esimo Palio vissuto sul verrocchio.

Il vice mossiere sarà Fabio Magni, che in passato ha ricoperto a sua volta il ruolo di mossiere, col sindaco Luigi De Mossi che ha commentato il tutto in maniera assai compiaciuta, auspicando di poter vedere il prossimo 16 agosto un Palio con tutte e 10 le coppie cavallo-fantino regolarmente al via alla mossa.

TRE RIVALITÀ IN PIAZZA: SI PREANNUNCIA UN PALIO “CALDO”

Tornando all’estrazione delle restanti 3 contrade, l’urna ha regalato una terza rivalità in piazza dopo le due che erano già note, vale a dire quella tra Civetta e Leocorno e soprattutto quella tra Nicchio e Valdimontone, certamente una delle più accese (se non la più accesa) di questo primo scorcio di millennio, resa celebre soprattutto da quanto accaduto il 2 luglio 2015 quando il fantino di Valdimontone (Massimo Columbu, detto Veleno) disarcionò letteralmente il fantino della contrada rivale (Giovanni Atzeni, detto Tittia, fresco vincitore del Palio del 2 luglio scorso con Zio Frac per la contrada del Drago), grande favorito della “carriera”, meritandosi per quel gesto una lunga squalifica che è terminata soltanto pochi mesi fa.

L’estrazione della Chiocciola ha portato una terza rivalità in Piazza, dal momento che del lotto delle 7 contrade partecipanti di diritto c’era già la Tartuca. Tre coppie rivali sullo stesso tufo rappresentano un problema non di poco conto per chi (appunto Ambrosione) dovrà gestire le operazioni sempre delicate della mosse.

Per questo a Siena si aspettano tutti un Palio assai complicato, con una mossa che potrebbe durare più del solito e con il rischio concreto di assistere a momento di tensione, tali anche da innervosire i cavalli. Ma proprio la presenza di tante rivali dovrebbe suggerire ai capitani di selezionare un lotto di partecipanti decisamente “alto”, con cavalli esperti e abituati a correre in contesti tanto particolari. Dopo le polemiche dei giorni scorsi, il Palio dell’Assunta dovrà dare risposta a tante (troppe) domande che si sono fatte strada nei vicoli e nelle piazze senesi.

(Credits: Getty Images)

(466)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE