Rugby, quote e pronostici per l’ultima giornata del Sei Nazioni

Rugby, quote e pronostici per l’ultima giornata del Sei Nazioni

Rugby, quote e pronostici per l’ultima giornata del Sei Nazioni

235
0

Finale di rugby lampo, un po’ annunciato, che consegna con un turno di anticipo il Trofeo delle Sei Nazioni nelle mani dell’Inghilterra di Dylan Hartley. Sicura, spietata e soddisfatta è la squadra che mette alle strette fin dal primo minuto una Scozia che vede svanire già al riposo il sogno di lottare fino all’ultimo per il premio.

Un Jonathan Joseph implacabile fa impazzire il tabellone, Maro Itoje supremo, Ford e Farrell sopra le righe, una squadra che non lascia spazio alle imprecisioni e condanna ad un pomeriggio infuocato i “brave heart” scozzesi. In molti si attendevano un match indeciso fino all’ultimo quarto… anch’io un po’ lo speravo, contavo che i ragazzi di Vern Cotter gli avrebbero fatto un bel regalo per salutarlo. La Scozia era l’unica squadra di rugby che poteva veramente far preoccupare gli uomini della rosa. 60 a 21, evidentemente non è andata così!

Chi invece sperava in un epilogo assai migliore sono proprio gli uomini del trifoglio, sbarcati nel Tempio di Cardiff, pronti a prendersi i punti che gli avrebbero concesso di sfidare l’Inghilterra in ultima giornata. Ci hanno pensato i dragoni sovvertendo il pronostico (SNAI quotava la loro vittoria a 2,10 contro un 1,75 degli ospiti) a riportarli con i piedi per terra.

Un Galles che non ha concesso opportunità di rimanere in partita all’Irlanda nonostante i numerosi cambi di fronte che hanno divertito e spaventato gli oltre ottantamila del Millennium Stadium. Webb ha condotto i suoi compagni con carattere e talento, lanciando alternati i suoi ball carriers a far male e le eleganti linee arretrate a concretizzare gli avanzamenti, tanto da meritarsi il Man of the Match dell’incontro. Poco hanno potuto gli irlandesi, che con gran coraggio hanno ribattuto colpo su colpo fino allo stremo, le magie di Sexton e Murray non sono bastate per far colorare di verde il tempio del rugby gallese. 22 a 9 è il risultato che meglio rappresenta la presenza e l’attitudine di due ottime squadre in campo nell’anticipo della quarta giornata del Torneo delle Sei Nazioni 2017.

Per gli Azzurri la speranza e la fiducia di poter replicare la prestazione forte espressa a Twickenham contro l’Inghilterra nella terza giornata del Torneo era tanta. Non che ora ce ne sia di meno, anzi, ancor maggiore è la vicinanza ed il sostegno. In molti ci credevamo, la magia dell’Olimpico però non ci ha accompagnato fino in fondo, e ha consegnato il Trofeo Garibaldi proprio nelle mani dei cugini transalpini.

Un’Italia che lotta e prova a prendere a più battute le redini dell’incontro con capitan Parisse e le sue incursioni, Van Schalkwyk con fisicità e presenza, Padovani e McLean nel supporto dei compagni di reparto e nelle prese di responsabilità. 18 a 40 è un punteggio severo e che fa pensare, non lascia spazio ad interpretazioni di ogni genere, e i nostri ragazzi lo sanno bene.

C’è un’ultima occasione, un’ultima possibilità, ancora ottanta minuti che possono fare la differenza, non tanto sul tabellone, quanto dentro al cuore di chiunque si senta parte di questo gruppo di uomini che danno ogni loro energia per rappresentare la maglia azzurra ogni giorno. Ci aspetta la Scozia, amica e avversaria di sempre, una bestia ferita quanto noi, forse di più, che non ci farà sconti davanti ai propri ottantamila supporters.

Il pronostico SNAI, in termini di quote, ci vede ancora una volta sfavoriti: vittoria Italia a 12, contro un 1,02 della Scozia. Handicap a 1,90 con 23 punti di differenza.

La Francia che SNAI quota vincente a 1,55 ospita il Galles la cui vittoria esterna è a 2,45. È pur vero che i giochi sono fatti, ma ci sono punti da acquisire per il ranking mondiale, per avere un posto al sole per la prossima RWC 2019.

Senza nulla in palio, speriamo vinca lo spettacolo, la festa, il rugby!

Rovente sarà lo scenario irlandese, l’Inghilterra vola nell’isola di smeraldo per completare il Grande Slam (dato a 1,65 da SNAI) e conquistare la Triplice Corona. Sexton e compagni, la cui vittoria è a 2,20, hanno già annunciato di voler rovinare la festa agli uomini della rosa… Sarà una battaglia all’ultimo sangue, solo quella “dei Roses” potrà superarla in intensità.

Capitan Hartley e coach Eddie Jones hanno già impostato la tattica: vincere!

Buon DIVERTIMENTO!

Mauro Bergamasco

(Credits: La Presse)

(235)

On Rugby Notizie, approfondimenti, analisi tecniche, interviste, calendari, risultati e opinioni dei grandi esperti. Ma anche le (complesse) regole spiegate in... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI