Simon Yates vince la Vuelta a Espana 2018!

Simon Yates vince la Vuelta a Espana 2018!

Simon Yates vince la Vuelta a Espana 2018!

35
0

Dopo aver sfiorato il successo al Giro d’Italia, il giovane inglese della Mitchell-Scott ha trionfato meritatamente alla Vuelta 2018. Ieri, nell’ultima tappa di montagna ha gestito alla grande il suo vantaggio sui rivali. Oggi passerella a Madrid e settimana prossima sarà tempo di Mondiali.

ULTIMA SETTIMANA DI FUOCO – Simon Yates ha iniziato la terza e decisiva settimana di Vuelta 2018 con 26” di vantaggio sull’eterno Valverde che nelle prime due settimane aveva dimostrato di voler provare il colpo di coda della carriera. Nella crono individuale di martedì dominata da Rohan Dennis come da previsioni, l’inglese ha aumentato di poco il suo gap andando a +33. Distacco che è rimasto praticamente invariato sia dopo la tappa 17 di media montagna vinta dal canadese Woods che nella 18esima con arrivo in volata con successo per il belga Wallays. Strappo che è poi risultato decisivo invece venerdì col tappone di montagna con arrivo ad Andorra vinto da Pinot. Lì Yates ha gestito i vari attacchi con Quintana che ha provato a lavorare, ma invano per Valverde arrivato a oltre un minuto dal rivale.

IL COLL DE LA GALLINA – Ieri gli ultimi 97km con ben 6 gran premi di montagna. Tanti attacchi, compreso quello di Nibali e tanto cambi in testa alla gara ma una sola certezza: Simon Yates! A differenza del Giro, dove era crollato psicofisicamente lasciando la strada a un incredibile Froome, Simon ha gestito chiudendo terzo dietro a Miguel Angel Lopes e Enric Mas che con la vittoria di ieri è passato da quarto a secondo nella generale. Prima  grande vittoria in carriera per il classe 1992 che ora punta a diventare uno dei numeri uno in vista della prossima stagione.

YATES AL SETTIMO CIELO – “L’esperienza al Giro è stata molto importante, non solo oggi ma durante tutta la gara – ha dichiarato Yates –  Era necessario restare calmi e gestire le forze quando c’era bisogno di farlo. Questa capacità ha fatto davvero la differenza. Ancora non riesco a credere che sia una giornata così fantastica. Questa mattina ero molto nervoso, sapevo che sarebbe stata una giornata folle. Non si può mai sapere cosa può succedere, ma fortunatamente le gambe hanno risposto bene. La squadra ha fatto un lavoro fantastico e mio fratello Adam ha svolto un lavoro eccezionale nel finale”.

GLI ITALIANI – Chi si aspettava Aru e Nibali si è alla fine ritrovato Gianluca Brambilla della Segafredo come miglior azzurro in 16esima posizione a oltre 14 minuti dal vincitore. Scorrendo la classifica troviamo Aru 23esimo complice una brutta caduta sul Balcon de Bizkaia. Fabio ha chiuso stoicamente la gara con un’evidente ferita al gluteo e nonostante la febbre della notte seguente non ha mollato e oggi arriverà a Madrid. Nibali solo 59esimo a 53′ di distanza. Il siciliano si è fatto vedere in qualche singola tappa ma la sua condizione precaria dopo il ritiro e l’operazione post Tour de France lo ha condizionato troppo. Bene infine il nostro Elia Viviani che come al solito si dimostra uno dei migliori negli arrivi in volata. Due successi di tappa per lui uno nella prima e uno nella seconda settimana.

CLASSIFICHE FINALI – Per la maglia rossa come detto vittoria Yates davanti a Mas (1’46”) e Miguel Angel Lopez (2’04”). Valverde si accontenta della maglia verde ovvero quella relativa alla classifica a punti con la sua Movistar che invece vince quella dei team. A Thomas de Gendt va la maglia scalatori. Fra una settimana appuntamento in Austria dove Peter Sagan difenderà il titolo di campione del mondo.
Le quote SNAI vedono Valverde in testa a 4,50 seguito da Alaphilippe a 6,50, Roglic a 10, Yates e Nibali a 12 e Kwitkowski a 15.

La Vuelta

Gioca sempre responsabilmente!

Credits: Getty Images

 

(35)

Marco Perciabosco Nato a Milano e per questo indottrinato fin dalla nascita da mio padre alla "malattia" per Inter e Olimpia. La passione e l'amore per il football amer... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI