Volley, tra acquisti e retrocessioni.

Volley, tra acquisti e retrocessioni.

Volley, tra acquisti e retrocessioni.

37
0

La Superlega ha reintrodotto quest’anno le retrocessioni e gli effetti non si sono fatti attendere: sono già tre le panchina saltate questa settimana, anche se per motivi ben differenti. Fefè De Giorgi è tornato clamorosamente a Civitanova lasciando anzitempo i polacchi dello Jastrebski Wegiel, dove è stato sostituito da Roberto Santilli (che ha così salutato l’Olsztyn). Il tecnico di Squinzano torna a guidare la squadra che ha condotto alla conquista del primo scudetto biancorosso nel 2006: prende il posto di Medei per cercare di dare ordine e identità a un gruppo di star che finora ha deluso le aspettative.

Castellana, ultima da sola in classifica, ha invece chiamato Vincenzo Di Pinto al posto di Paolino Tofoli nella speranza di rimettersi in carreggiata: l’impresa appare davvero difficile anche se non impossibile. Più o meno stesso discorso per Siena: partita con molte ambizioni per la sua prima annata in Superlega si trova invece al penultimo posto, ben lontana dalla zona play off sognata dalla società toscana. Adesso è arrivato Emanuele Zanini in sostituzione di Juan Manuel Cichello per risolvere una situazione complicata. Per il resto c’è anche chi sta bene, come ad esempio Trento: sulle ali dell’entusiasmo dopo la bella vittoria al Mondiale per Club la formazione di Angelo Lorenzetti sta giocando una pallavolo sempre più concreta e adesso è seconda a una sola lunghezza dalla capolista Perugia: domenica i trentini hanno piegato 3-1 Modena nella classicissima del volley maschile con 21 punti di uno scatenato Uros Kovacevic, premiato miglior giocatore del mese di novembre. In tema di novità, da sottolineare anche il ritorno in Italia di Matey Kaziyski, costretto ad abbandonare Stettino (che ha chiuso per problemi economici): il fenomenale martello bulgaro è stato scelto da Verona e nel debutto in maglia scaligera ha messo a segno 21 punti guidando i suoi nuovi compagni alla vittoria per 3-1 su Latina. Bentornato.

Anche nel campionato femminile c’è da registrare una mossa di mercato importante, con l’acquisto dell’ottima statunitense Kastra Lowe da parte di Conegliano: le campionesse d’Italia sono così corse ai ripari dopo gli ultimi infortuni che ne hanno condizionato il rendimento e la classifica. Dopo il successo a Firenze per 3-1 il sestetto di Santarelli é terzo insieme a Scandicci, sconfitta contropronostico 3-2 a Cuneo: decisivi i 22 punti della belga Van Hecke, seconda nella classifica delle migliori realizzatrici alle spalle della tedesca Lippman, leader con 194 punti. Al secondo posto in A1 con 23 punti si trova la sempre più sorprendente Busto Arsizio, passata 3-1 su Filottrano trovando conferma delle straordinarie condizioni della sua capitana Alessia Gennari. Prima a quota 26 è Novara, facile vincitrice del derby piemontese con Chieri, ultima insieme al Club Italia con un solo punticino. La stagione rosa comunque è molto, molto lunga e di sorprese ne vedremo ancora tante.

(37)

Lorenzo Dallari Autore SNAI che tratta la pallavolo, con le quote presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI