Antepost Eurolega, Milano a quota 50

Antepost Eurolega, Milano a quota 50

Antepost Eurolega, Milano a quota 50

27
0

Dopo il grande successo della formula in stile campionato, l’Eurolega affronterà la sua seconda stagione con la nuova veste. Dal bosforo ai balcani, da Istanbul a Belgrado: sarà infatti la capitale serba a ospitare l’atto finale della stagione che prenderà il via il prossimo ottobre. Analizziamo con le quote SNAI la gerarchia dell’antepost.

Quello che è accaduto lo scorso anno, ha dimostrato quanto regular season e fase playoff siano due mondi opposti nella nuova Eurolega. I ritmi serrati e il grande coefficiente di difficoltà della lunghissima stagione regolare, costringono i giocatori a sforzi fisici e mentali davvero importanti, contando anche che tutte le squadra hanno ovviamente un campionato nazionale, a cui dedicare altrettanta attenzione. Ecco perché capita che, come lo scorso anno, il Fenerbahce, arrivato quinto in regular vinca il trofeo (forte anche del fattore campo nella final four), che il Pana quarto non arrivi all’atto finale o che Real e CSKA (prima e seconda in stagione regolare) vengano buttate fuori in semifinale.

Ecco perché le quote prodotte dai quotisti SNAI, non solo vengono stilate dopo un’attenta valutazione delle rose e della tradizione nel torneo ma anche cercando di capire quali formazioni potrebbero avere la miglior gestione di 8 mesi intensissimi. Inoltre un mercato ancora in divenire rende il tutto molto più incerto e la possibilità di un movimento di quote da qui a ottobre è sicuramente alto.

Favoriti d’obbligo sono ovviamente i russi del CSKA allenati dal greco Itoudis e bancati su SNAI a 3,50. I campioni in carica del Fenerbache valgono giusto qualcosina in più, ovvero 3,75. Pablo Laso e il suo Real Madrid è a ridossi delle due rivali a quota 4, mentre i finalisti dell’Olympiacos dell’eterno Spanoulis, bancati a 8 chiudono il cerchio delle squadre sotto il 10.

Dietro il quartetto magico che ha conquistato le final four dello scorso anno, ci sono tutte le outsiders: a 15 troviamo il Panathinaikos ma soprattutto il nuovo Barcellona di Pablo Prigioni (ex head coach del Baskonia con grande esperienza in NBA). Nuovo tecnico anche per il Maccabi Tel Aviv (quota 20) che ha messo sotto contratto l’ex assistente degli Atlanta Hawks, il croato Spahija. A 25 troviamo i turchi dell’Efes.

A quota 33, terzetto tutto iberico, formato da Baskonia, Valencia e UnicajaMilano parte con una quota molto simile a quella dello scorso anno: 50, assieme a Brose, Khimki e Stella Rossa che sogna una final four in casa. Per l’Olimpia toccherà a Pianigiani riuscire a dare quella mentalità vincente che spesso è mancata. Ultimi del lotto a quota 100, i lituani dello Zalgiris.

(Credits: La Presse)

(27)

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI