BASKET MERCATO LBA: OLIMPIA, VIRTUS, MA NON SOLO. I PRIMI BOTTI

BASKET MERCATO LBA: OLIMPIA, VIRTUS, MA NON SOLO. I PRIMI BOTTI

BASKET MERCATO LBA: OLIMPIA, VIRTUS, MA NON SOLO. I PRIMI BOTTI

4.20K
0

Non di sole Olimpia e Virtus vive il basket italiano. Anche se il mercato sin qui l’hanno monopolizzato a sufficienza, tanto che non passa giorno in cui non si ha notizia di un cambio di casacca sull’asse Milano e Bologna. Con l’arrivo di Stefano Tonut il roster a disposizione di Messina ha aggiunto un altro tassello importante, per giunta italiano, e gli addii di Trey Kell, Troy Daniels e Ben Bentil non hanno fatto strappare capelli a nessuno, per quanto Bentil abbia chiuso la sua avventura meneghina in crescendo.

L’ufficialità dell’arrivo di Na Mitrou-Long ha aperto un’altra settimana importante in casa Olimpia, che in attesa di una risposta da parte dei rivali virtussini (Jalen Reynolds è più di un’idea e la trattativa procede a oltranza) ha dato la sensazione di essersi già rafforzata rispetto alla seconda parte dell’ultima stagione. Ma il mercato delle 16 sorelle di LBA vive anche di tanti altri colpi, con squadre come Brescia, Reggio Emilia e Trieste che non vogliono restare alla finestra, ma che anzi hanno cominciato a mandare al loro posto più di una tessera del loro mosaico.

BRESCIA CAMBIA PELLE, MA VUOL CONTINUARE A STUPIRE

La Germani Brescia ha inaugurato l’ultima settimana di giugno con l’annuncio dell’arrivo della guardia 32enne David Reginald Cournooh, di stanza a Cremona prima e a Scafati poi negli ultimi scampoli della passata stagione, protagonista anche della corsa play-off che ha visto la Givova riconquistare il massimo palcoscenico nazionale.

La Leonessa, che ha visto salutare sia Della Valle (sul quale la Virtus sembrerebbe aver allentato la presa) e Mitrou-Long, ha piazzato da qualche giorno anche un altro colpo importante con l’arrivo dell’ex Treviso Nicola Akele, 27 anni, oltre ad aver rinnovato David Moss.

Un primo annuncio lo ha fatto anche la Reggiana, desiderosa di proseguire nel percorso di crescita già intrapreso nella passata stagione: l’ala-centro Nathan Reuvers, classe 1998, prodotto di Wisconsin e reduce da una stagione nella quale ha vestito la maglia del Cibona Zagabria, rappresenta un innesto importante al servizio di coach Menetti, già contento di aver visto rinnovare per altre due stagioni l’MVP dell’ultima stagione regolare, vale a dire Andrea Cinciarini.

Ora si punta a un bersaglio grosso: da tempo la dirigenza emiliana sta lavorando per portare a Reggio nientemeno che Matteo Spagnolo, il play di proprietà del Real Madrid, di stanza a Cremona nelle ultime due stagioni e (quel che è più rilevante) chiamato da Minnesota alla 50 dell’ultimo Draft NBA, dove pure conta di arrivare tra un paio di stagioni dopo un po’ di sano apprendistato a livello professionistico.

TRENTO VUOL TORNARE GRANDE: IDEA FLACCADORI

A Trieste hanno affidato la panchina a Marco Legovich, uno abituato a lavorare con i giovani (non a caso sta preparando gli Europei di categoria con l’Under 20), che a partire da inizio agosto potrà lavorare con diversi volti nuovi: l’ala AJ Pacher e Stefano Bossi sono due pedine preziose al servizio del neo allenatore, che potrà contare anche sul riconfermato Corey Davis jr nel ruolo di playmaker.

A Sassari, dove ha salutato il gigante croato Miro Bilan (ha ceduto alle sirene turche del Peristeri di Spanoulis), è arrivato il rinnovo di Gerald Robinson e quello a stretto giro di posta di Filip Kruslin, che in qualche modo segnano un punto di continuità con l’operato di coach Bucchi. Ma soprattutto è arrivata la guardia Chris Dowe, classe 1991, avversario della Dinamo nell’ultima stagione quando vestiva la maglia del Bamberg. Con lui anche Jalen Jones, ala classe 1993, che ha salutati i turchi del Bahcesehir.

Trento, che ha voglia di tornare ad essere protagonista, sta flirtando da settimane con Diego Flaccadori, che certamente saluterà il Bayern Monaco, ma che ha diversi pretendenti pronti a bussare alla sua porta. Tortona per il momento è rimasta tale e quale al meraviglioso collettivo che ha stupito tutto il mondo LBA nell’ultima stagione, mentre a Pesaro (dove in panca è tornato Jasmin Repesa) si punta a rinnovare sia Davide Moretti che Matteo Tambone, entrambi decisi a far parte anche nella prossima annata del progetto VL. E mentre a Venezia tira aria di rivoluzione, con tanti addii in vista e pochi nomi accostati in entrata, a Treviso il nuovo centro risponde al nome di Alessandro Simioni, classe 1998, salito dall’A2.

(Credits: Getty Images)

(4203)

Redazione Redazione SNAI Sportnews... VAI ALLA PAGINA AUTORE