NBA, il mercato parla di Rose ma il presente è di Lonzo Ball

NBA, il mercato parla di Rose ma il presente è di Lonzo Ball

NBA, il mercato parla di Rose ma il presente è di Lonzo Ball

99
0

Mancano meno di tre mesi all’inizio della nuova stagione NBA ed i tifosi hanno già cominciato le discussioni su chi sarà la sorpresa del prossimo anno e su chi potrà insediare i Golden State Warriors, campioni in carica. La NBA Summer League è stata infatti la buona occasione per vedere all’opera i nuovi professionisti, scelti durante il draft di fine giugno, che avranno il compito di diventare delle super-star della lega del presente ma, soprattutto, del futuro. Un nome su tutti? Sicuramente è quello di cui si parla già da parecchio tempo, grazie al padre-padrone Lavar, in maglia Los Angeles Lakers: Lonzo Ball.

Il giocatore ex-UCLA ha infatti brillato nel torneo estivo dei nuovi prospetti NBA, tanto da trascinare la sua squadra al titolo ed a conquistarsi il trofeo di MVP con 16 punti, 9 assist e 7 rimbalzi di media. Numeri ottimi, prestazioni in campo superlative, ma c’è chi dice che la NBA sarà un’altra cosa. Giusto, giustissimo, ma queste settimane di pallacanestro giocata ci han confermato che siamo di fronte ad un giocatore dall’innegabile talento per questo sport. Lonzo Ball, subito caricato di responsabilità importanti dal dirigente Magic Johnson, avrà il compito di guidare i suoi Lakers dalla prossima stagione che partirà il 17 ottobre 2017, e forse lo farà con un nuovo giocatore in arrivo, come confermano le voci di mercato: Derrick Rose deciderà nei prossimi giorni se diventare ufficialmente un giocatore gialloviola. Una scelta che permetterebbe a Derrick di rilanciare nuovamente la propria carriera in una città importantissima come quella di Los Angeles, e che potrebbe essere utile in termini di crescita anche per Lonzo ed i giovani compagni: avere nello spogliatoio una stella brillantissima, il più giovane MVP della storia, che ha dovuto fare i conti con la sfortuna ed i tanti problemi fisici, senza però mai arrendersi, potrebbe essere un ottimo input per modellare il mindset dei campioni del futuro.

Per Rose però la scelta non è così ovvia: a chiedere i suoi “servigi” ci sono altre due squadre che rendono la decisione molto difficile. Da una parte i Cleveland Cavaliers di LeBron James che potrebbero assicurargli una cavalcata quasi certa nel deserto della Eastern Conference fino alle finali NBA, sacrificando minuti in campo (sarebbe la riserva di Kyrie) e soldi nel portafoglio. Dall’altra parte c’è invece la prospettiva romantica, quei Chicago Bulls che proprio negli ultimi giorni si sono messi in contatto con l’agente del giocatore e che vorrebbero riabbracciare il figliol prodigo in un ruolo molto simile a quello che avrebbe a Los Angeles.

Presente e futuro NBA, quindi, nell’ultima settimana hanno tenuto banco nelle migliaia di conversazioni attivate sui social. La voglia di pallacanestro americana è in costante aumento, come prassi durante il periodo estivo, ed i mesi più difficili stanno arrivando per chi soffre di astinenza acuta. Ma noi siamo qui, a parlarvi di tutto ciò che succederà anche a livello di frecciatine e dichiarazioni fuori dal campo: dopotutto la NBA è anche questa.

 

(Immagine tratta dal web)

(99)

Nba Religion Viviamo, parliamo e respiriamo pallacanestro 24h al giorno. NBA come nostra religione, basket come unica via di salvezza!... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI