NBA, Rose (in) e Irving (out) cambiano Cleveland

NBA, Rose (in) e Irving (out) cambiano Cleveland

NBA, Rose (in) e Irving (out) cambiano Cleveland

135
0

Sembrava essersi assopito, addormentato, rilassato. Ed invece si è svegliato prepotentemente, di sobbalzo, come se un incubo gli avesse rovinato il dolce riposo. Il mercato NBA ha nuovamente aperto gli occhi con quella che dapprima sembrava potesse essere una piccola voce, e che poi ha trovato conferma in ogni ambiente NBA: Kyrie Irving ha chiesto la cessione per evitare di continuare il suo rapporto professionale nella stessa squadra di LeBron James. Tra i due, a quanto pare, sembra essere sbocciato l’odio tanto da costringere il playmaker 25enne a voler abbandonare la nave di Cleveland alla ricerca di altri lidi dove poter essere la stella incontrastata a cui affidarsi per vincere un titolo. Destinazioni gradite del giocatore? San Antonio, Miami, Minnesota e New York. Ma dal gradimento all’eventuale esaudimento dei desideri c’è l’interesse dei Cleveland Cavaliers. Il coltello dalla parte del manico ce l’hanno i dirigenti della franchigia dell’Ohio che, desiderio o non desiderio del giocatore, possono decidere a chi impacchettarlo e spedirlo, che tradotto significa “lo vendiamo a chi ci offre il meglio”.

Il meglio, secondo le ultime voci, sono i Phoenix Suns o i Minnesota Timbervolwes. I primi possono offrire un pacchetto di giovani e scelte molto interessanti, mentre i Wolves punterebbero su Andrew Wiggins, scelta numero uno dei Cavaliers al draft 2014 che poco tempo dopo fu scambiato per portare in Ohio la stella dal nome di Kevin Love. La dirigenza di Cleveland non ha comunque fretta, anche perché il nuovo general manager è arrivato solamente ieri ed oggi si presenterà ufficialmente ai giornalisti. Avrà bisogno di tempo per parlare con i diretti protagonisti, anche tentando la clamorosa riappacificazione, per poi valutare e provvedere al meglio per la propria squadra. Intanto, lunedì è stato annunciato un colpo molto importante in entrata: Derrick Rose ha firmato con Cleveland un contratto a cifre bassissime pur di tentare l’assalto all’anello. L’MVP più giovane della storia avrà l’opportunità di ritrovare sé stesso accanto ad un giocatore in grado di poterti trasformare (LeBron James, ndr), sempre tenendo d’occhio la condizione fisica. Difficilmente vedremo il “vecchio” Rose tutta esplosione e fisicità, ma l’ex numero uno di Chicago e New York avrà il compito di rimpiazzare l’importantissimo apporto di Kyrie Irving. Missione quasi impossibile, ma mai puntare contro il cuore di questo ragazzo che tante volte è caduto, e tante volte si è rialzato. Diamogli ancora una chance.

 

(Credits: La Presse)

(135)

Nba Religion Viviamo, parliamo e respiriamo pallacanestro 24h al giorno. NBA come nostra religione, basket come unica via di salvezza!... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI