3 match di Europa League da non perdere

3 match di Europa League da non perdere

3 match di Europa League da non perdere

394
0

Finalmente ripartono le coppe europee, con l’Europa League incaricata di aprire le danze domani sera. Per le squadre italiane scriveremo degli approfondimenti specifici sulle sfide che le attendono in questa cavalcata agostana. Oggi invece vogliamo porre l’attenzione su altre partite, magari con meno appeal, ma che riservano sempre dei risultati non scontati, specie in questa strana stagione.

SHAKTAR DONETSK – WOLFSBURG, TUTTO SI DECIDERÀ NEL 1° TEMPO?
Si tratta della gara di ritorno degli ottavi di finale, con il risultato dell’andata fissato sul 2 a 1 in favore degli ucraini, a cui basta solo un pareggio per passare il turno. Lo Shaktar ha vinto senza patemi il campionato ucraino e giocato un discreto girone di Champions, prima di incappare nella clamorosa rimonta dell’Atalanta di Gasperini che di fatto ha declassato la squadra in Europa League. Il Wolfsburg nel proprio campionato nazionale ha chiuso la stagione in settima posizione, centrando dunque la partecipazione ai preliminari della prossima Europa League, mentre in questa competizione europea ha concluso il girone in seconda posizione, dietro il Gent. Lo Shaktar è una squadra che pratica un pressing forsennato, alla costante ricerca delle verticalizzazioni per permettere di liberare i propri uomini offensivi alla conclusione. Di fatto i neroarancio hanno segnato almeno 2 gol nelle loro ultime 3 partite di EL e in 9 delle loro ultime 11 partite hanno registrato una media maggiore ai 2.5 gol. Di certo il Wolfsburg non starà a guardare, anche perché se vuole dare un senso alla campagna europea deve rimboccarsi le maniche per ribaltare il risultato dell’andata. Potremmo dunque aspettarci una partenza a razzo da entrambi i fronti, con gol già nella prima frazione di gara.

COPENAGHEN – BASAKSEHIR, CONTROPIEDE E RIBALTONI
L’FC Copenaghen deve ribaltare lo svantaggio dell’1-0 dell’andata per raggiungere il suo primo quarto di finale in una grande competizione europea. Nelle ultime nove partite casalinghe della Europa League ha registrato 2 vittorie, 4 pareggi e 3 ko. Questa sequenza include ben 4 partite senza segnare e se guardiamo ancora più indietro scopriamo che sono addirittura 8 i match che hanno prodotto meno di 2,5 gol. Una squadra dunque scarsa in fase realizzativa, ma che dovrà provare ad esporsi per sperare di superare il turno. Di fronte però dovranno affrontare i neo incoronati campioni turchi dell’İstanbul Basaksehir, una squadra letale in contropiede che potrebbe approfittare degli spazi lasciati scoperti dai danesi. I turchi hanno vinto cinque delle ultime sette partite di EL (5 vittorie, 2 sconfitte), e di solito le loro reti arrivano nelle fasi finali dell’incontro: cinque dei suoi ultimi dieci gol in EL sono state realizzati infatti dopo l’80° minuto. Potremmo dunque assistere a un Copenaghen all’arrembaggio nei minuti iniziali passando in vantaggio, ma che alla lunga potrebbe soffrire le ripartenze degli avversari sbilanciando l’assetto e subendo una rimonta. Fantascienza? Staremo a vedere.

BASILEA – EINTRACHT FRANCOFORTE, FABIAN FREI VS. ANDRÈ SILVA
All’andata fu il fragoroso 3 a 0 del Basilea in casa dell’Eintracht, con gli svizzeri ora a un passo dal raggiungere i quarti. Improbabile che l’Eintracht sovverta il pronostico, anche perché gli svizzeri hanno mantenuto la porta inviolata in tutte le loro ultime 4 partite, chiudendo il 1° tempo sempre in vantaggio. Eintracht che ha terminato il campionato in nona posizione e nel turno precedente di EL si è imposto sul Salisburgo con un aggregate di 6 a 3. Sarà senz’altro una sfida a distanza tra goleador, con il portoghese ex-Milan André Silva alla ricerca di ulteriore gloria dopo i 16 gol stagionali realizzati, di cui solo 2 in EL. Dall’altro lato il marcatore che non ti aspetti è il 31enne Fabian Frei, mediano e regista arretrato del Basilea, anche lui con 16 centri in stagione. Quattro di queste reti sono arrivate in EL, tra cui il gol all’andata proprio contro il Francoforte. Il centrocampista svizzero quest’anno è stato anche un prodigioso match winner, con ben 6 reti che hanno sbloccato partite complicate. Sarà il portoghese a metter in luce il suo talento su un palcoscenico internazionale o ci penserà l’esperienza e la freddezza dello svizzero a chiudere la questione?

 

(Credits: Getty Images)

(394)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE