CALCIO ESTERO, I CINQUE MATCH DA NON PERDERE

CALCIO ESTERO, I CINQUE MATCH DA NON PERDERE

CALCIO ESTERO, I CINQUE MATCH DA NON PERDERE

7
0

Un altro weekend di gare stellari ci aspetta nei principali campionati stranieri. Partiamo dal big match odierno di Bundesliga, Lipsia-Dortmund, in programma alle 18.30, poi ci spostiamo con gli appuntamenti della domenica pomeriggio in Inghilterra, alle 15 Everton-Tottenham con l’atteso ritorno di Conte in Premier League e alle 17.30 West Ham-Liverpool, scontro diretto in zona Champions, quindi i due posticipi di Ligue 1 e Liga, alle 20.45 Rennes-Lione e alle 21 il derby Betis-Siviglia.

BUNDESLIGA, LIPSIA-DORTMUND (OGGI ORE 18.30)

L’anno scorso era uno scontro ad alta quota, oggi è comunque la sfida tra due delle squadre più forti di Germania, probabilmente le migliori dopo il Bayern. Il Lipsia, all’ottavo posto, è in crescita, come dimostra il 2-2 in Champions contro il Psg e come dimostra la striscia di risultati utili consecutivi in campionato, ben sei con tre vittorie e tre pareggi. Il Dortmund, secondo in classifica e privo di Haaland, è crollato due volte in Europa contro l’Ajax, ma in Bundesliga arriva da quattro vittorie di fila, così come sono quattro i successi consecutivi negli scontri diretti contro il Lipsia, che ha battuto l’ultima volta i gialloneri quattro anni fa (ottobre 2017). Per sostituire il norvegese prende quota l’ipotesi Malen, dall’altro lato si va verso la conferma del tridente Nkunku-André Silva-Forsberg.

PREMIER, EVERTON-TOTTENHAM (DOMANI ORE 15)

Tre sconfitte consecutive per l’Everton che non vince dal 25 settembre, due in campionato per il Tottenham, risorto in Conference League con l’arrivo di Antonio Conte in panchina. È il giorno del suo grande ritorno in Premier: riparte dal nono posto ma affronta un avversario appena un gradino e un punto più sotto, di certo non al top della condizione. Il tecnico italiano dovrebbe confermare la formazione scesa in campo giovedì con il 3-4-3 e il tridente Lucas Moura-Kane-Son e l’unica possibile variazione a centrocampo, dove reclama spazio Lo Celso. I Toffees arrivano all’appuntamento più riposati, ma le buone notizie finiscono qui, perché le assenze di Calvert-Lewin, Doucouré, André Gomes e Yerri Mina stanno pesando: Rafa Benitez spera di ritrovare almeno il miglior Richarlison, non ancora al meglio dopo un mese di stop.

PREMIER, WEST HAM-LIVERPOOL (DOMANI ORE 17.30)

Si affrontano il West Ham quarto in classifica e il Liverpool terzo, con appena due punti di vantaggio. Le tre vittorie consecutive in campionato la dicono lunga sullo stato di forma dei londinesi che nel frattempo si sono tolti anche lo sfizio di eliminare il Manchester City dalla Coppa di Lega. La risposta degli Hammers all’attacco stellare dei Reds (29 gol fatti) è Michael Antonio, già a quota 6 reti e spesso decisivo. La squadra di Klopp, unica imbattuta in Premier League, non ha ancora perso una partita in tutta la stagione e, pur priva di Firmino, Milner e Keita oltre che del baby Elliott, vanta una condizione invidiabile, con Salah, capocannoniere a quota 10, in stato di grazia.

LIGUE 1, RENNES-LIONE (DOMANI ORE 20.45)

Rennes e Lione sono appaiate in classifica a quota 19, al quinto posto, al momento fuori, dunque, dalla zona Champions League. I bretoni vantano una condizione migliore e tra Ligue 1 e Conference, hanno collezionato nove risultati utili consecutivi, con sette vittorie, tra cui quella contro il Psg, e due pareggi. In casa hanno perso soltanto contro il Reims e gli undici gol subiti (seconda miglior difesa dietro il Nizza) rivelano quale sia il loro punto di forza, oltre a Gaetan Laborde, vicecapocannoniere in campionato con 7 reti. Il Lione giocherà senza lo squalificato Kadewere e non avrà neppure Dembelé, Pintor, Pollersbeck e Reine-Adelaide: preoccupa l’altalenante rendimento esterno, soprattutto quando il livello si alza (ko con Angers, Psg e Nizza), Bosz può sorridere per l’ottimo stato di forma di Ekambi, sempre a segno nelle ultime tre gare di campionato, e il rientro di Slimani, protagonista in Europa con la doppietta allo Sparta Praga.

LIGA, BETIS-SIVIGLIA (DOMANI ORE 21)

Il Betis arriva al derby con tre punti in meno e una partita in più. La missione aggancio almeno sulla carta è possibile, ma a preoccupare i tifosi sono lo 0-3 subito al Wanda Metropolitano dall’Atletico Madrid nell’ultimo turno di campionato e lo 0-4 rimediato a Leverkusen in Europa League. Il Siviglia ha compromesso il suo cammino in Champions perdendo contro il Lille, ma in Liga ha conquistato dieci punti nelle ultime quattro partite salendo così al secondo posto a pari merito con il Real Madrid e a -1 dalla Real Sociedad capolista. Oltretutto Lopetegui recupera per l’occasione Papu Gomez, anche se l’ex atalantino non dovrebbe scendere in campo dall’inizio per far posto a uno tra Suso e Lamela, più Ocampos e Rafa Mir.

 

(Credits: Getty Image)

(7)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE