Norvegia: fare calciomercato… col crowdfunding!

Norvegia: fare calciomercato… col crowdfunding!

Norvegia: fare calciomercato… col crowdfunding!

246
1

In tempi di budget faraonici ed acquisti a nove zeri, ci sono club che invece devono ingegnarsi ricorrendo a qualsiasi espediente per finanziare non solo le normali attività stagionali ma persino la campagna acquisti. Vendita di ogni spazio disponibile sulla divisa (lato B dei pantaloncini inclusi!), sponsorizzazione personale del giocatore e matchday sponsor sono solo alcuni dei mezzi più in voga tra i club pro e semipro meno noti del continente e con più difficoltà a reperire fondi per affrontare la stagione calcistica. Ma si sa, le difficoltà stimolano la fantasia. Come quella del club norvegese Kristiansund BK, in aprile al debutto in Elite Serien (la A locale) e che ha stabilito una nuova frontiera in materia: il crowdfunding per finanziare l’acquisto di un giocatore.

DALLA PROMOZIONE ALLA COLLETTA ONLINE – Fondato nel 2003 dall’unione di Kristiansund FK e Clausenengen FK, il KBK approda nella massima serie dopo avere vinto all’ultima giornata la 1.Divisjon (serie B norvegese) ai danni del Sandefjord, battuto proprio in un emozionante ‘finale’ in casa a cui le due squadre sono arrivate appaiate con 59 punti ciascuno. Fatto lo sforzo, ora va onorato l’impegno ed a Kristiansund, 25,000 anime appollaiate tra i fiordi, stanno facendo del loro meglio per rinforzare la rosa e difendere la categoria acquisita con tanta fatica. Gli acquisti fatti finora non vi diranno molto: il portiere Sean McDermott dall’Ullensaker/Kisa IL, il difensore centrale Henrik Gjesdal dal Tromsoe IL, il terzino sinistro Christofer Aasbak dall’IL Hodd e la punta centrale Benjamin Stokke dal Levanger FK. Gli unici comuni denominatori dei quattro carneadi sono la nazionalità norvegese ed il fatto che sono arrivati a titolo gratuito durante il mercato invernale, ancora aperto in Norvegia visto che la stagione del KBK comincerà il Primo Aprile, in casa, contro il Molde di Ole Gunnar Solskjaer, tecnico degli ospiti ed ex punta centrale del Man United. Per fare il ‘pesce d’aprile’ all’Atlanten Stadion ai danni del quotato rivale (quinto nel 2016 e non sopravvissuto alla fase a gruppi di Europa League), la dirigenza del KBK vuole mettere dentro almeno un nome ‘di grido’ per questi livelli: il nazionale estone Nikita Baranov, centrale di difesa proveniente dal Flora Tallinn, campione d’Estonia 3 volte con i biancoverdi. Per dare una dimesione al trasferimento, il giocatore passerebbe da un campionato (l’estone Meistriliiga) di ranking UEFA 44/54 ad uno di 24/54. L’operazione questa volta però non è a titolo gratuito. 500.000 corone norvegesi è la cifra richiesta per averlo (stipendio incluso), che al cambio fanno circa 56.000€. Il club ha garantito di poter coprire per 300.000 (33.600€) ma ne servono altre 200.000 (22.400€) per completare il trasferimento e perfezionare il contratto col giocatore. Come reperirli? Col crowdfunding, la colletta online aperta a chiunque sia interessato a sostenere l’acquisto del giocatore e lanciata sul sito Spleis.no, un sito di crowdfunding sostenuto dalla Spare Bank 1, sponsor del club e di molti altri club norvegesi tra cui anche i campioni in carica del Rosenborg.

‘IL GIOCATORE DELLA GENTE’, IN NORVEGIA IL CALCIOMERCATO SI FA COSI’ – Quante volte avremmo pagato di tasca nostra una determinata quota per vedere giocare nel nostro club preferito questo o quel campione? In Norvegia lo si fa, ed a quanto pare non è la prima volta. ‘Sono al corrente di simili progetti messi su da altri club,’ garantisce a SNAI Sportnews il direttore sportivo del KBK, Kenneth Leren, di professione avvocato. Il dirigente non si è sbilanciato su cosa esattamente la somma raccolta andrà a coprire tra compenso per il procuratore, stipendio del giocatore e somma da corrispondere al club di origine, ma ci garantisce che non è la prima volta che loro ricorrono a questo metodo ‘lo abbiamo messo in atto con successo in precedenza chiamando il progetto ‘Il Giocatore della Gente’ visto che l’acquisto viene parzialmente finanziato dalle offerte delle persone interessante a sostenerci.’ Per capire la necessità di questa colletta online, Leren ci spiega che il budget del KBK (35.000.000 di corone norvegesi, circa 4 milioni di euro) è ben al di sotto della media delle squadre di Elite Serien è quindi molto verosimile che anche in futuro ricorreremo a questo strumento.’ Ma la colletta come va? Ad un giorno dalla chiusura, il club ha raccolto appena 47.000 corone, circa 5.000€, troppo poco per portare Baranov sulle rive del Mar di Norvegia, anche se Leren si professa ottimista sulla conclusione positiva della campagna. Sarà meglio che i tifosi non guardino i video delle ultime prestazioni in nazionale del centrale, protagonista in negativo delle pesantissime sconfitte contro Belgio (8-1) e Bosnia (5-0) nelle gare di qualificazione dell’Estonia a Russia 2018 nel Gruppo H.

GARA DI…SOLIDARIETÀ?– In Estonia, un celebre portale di calcio ha invitato i lettori a diffondere il più possibile la notizia ed il link alla colletta per aiutare il giocatore a spuntare il suo primo contratto all’estero, vera mecca per qualsiasi calciatore della piccola repubblica Baltica rappresentata nei massimi campionati continentali solo in Premier League e solo dal 31enne Ragnar Klavan. In estate, il capitano della nazionale è stato acquistato (senza crowdfunding…) da Jürgen Klopp per arricchire il parco dei centrali difensivi del Liverpool e conta già diverse stagioni di livello all’Augsburg in Bundesliga ed un anno sotto la guida di Louis Van Gaal all’AZ Alkmaar. Più modesto, invece, il curriculum del suo collega di nazionale e reparto, Nikita Baranov, oggetto dei desideri del Kristiansund. Nativo di Tallinn, il 24enne di 186 centimetri e con 16 presenze all’attivo in nazionale dal novembre 2015, conta solo su una carriera da professionista nel suo paese ed esclusivamente al Flora Tallinn, club più titolato del paese e dal quale prova, finalmente, a spiccare, il volo. Ma ce la farà? La trattativa col club è già conclusa ma è necessaria la copertura finanziaria per il quale il club ha chiesto aiuto online ai suoi sostenitori e simpatizzanti. Sotto questo punto di vista, lo slogan della campagna è anche fin troppo esplicito: nessuna cifra è troppo piccola o troppo grande, basta che doniate. Mano al portafoglio!

 

(Immagine tratta dal web)

(246)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con diversi articoli su 'Four Four Two' e sulla stampa locale estone.

Commento(1)

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI