BACK TO THE FUTURE: EVERTON-WEST HAM

BACK TO THE FUTURE: EVERTON-WEST HAM

BACK TO THE FUTURE: EVERTON-WEST HAM

33
0

Dopo il nostro giro dei paesi scandinavi, torniamo alla Premier League con questa nuova serie di articoli in cui presenterò una partita in programma nel weekend calcistico inglese, insieme al racconto di una partita memorabile del passato tra le due squadre. Ecco Back to the Future! Iniziamo con Everton-West Ham di domenica, una partita che ha visto una delle esultanze per un gol più memorabili del calcio inglese negli anni ’80; ma iniziamo con l’incontro di questo weekend.

 

Everton – West Ham: Premier League, Goodison Park, 18 settembre 2022

Si può definire questa partita come una tra due squadre che devono ancora decollare in questa stagione e che si trovano sicuramente molto più basso in classifica rispetto a quello che speravano dopo le prime sei giornate. L’Everton è, ancora, a caccia della prima vittoria stagionale in campionato; l’unica successo, finora, è arrivato in Coppa di Lega contro il Fleetwood, una squadra di terza divisione. I quattro punti ottenuti sono il frutto di quattro pareggi consecutivi, l’ultimo nel derby contro il Liverpool. La squadra ha avuto tanti infortuni, ma forse domenica potrebbero rientrare Doucoure e Calvert-Lewin. Saranno sempre out il portiere Pickford insieme a Holgate e Yerry Mina, a cui si aggiungono Townsend e Godfrey (che resteranno fuori a lungo). Anche il West Ham si trova con quattro punti, ma con una vittoria ottenuta contro l’Aston Villa. Il problema principale, fino ad ora, è stata una mancanza di gol, con sole tre marcature nelle prime sei partite. Il bomber Antonio si è sbloccato contro il Chelsea, nell’ultima partita di Premier, ed è  evidente come gli Hammers abbiano estremo bisogno dei suoi gol. Servirebbe che i gol fatti in Conference League, dove il West Ham ha segnato sei gol nelle due partite giocate nel girone fino ad ora, venissero trasferiti in Premier (ovviamente parliamo di un torneo con avversari di livello diverso).

 

Everton – West Ham: FA Cup, semifinale, Elland Road, Leeds, 16 aprile 1980

Questa partita è stata un Replay dopo il pareggio maturato tra le due squadre quattro giorni prima a Villa Park, la casa dell’Aston Villa. Fino a circa 15 anni fa le semifinali della FA Cup erano giocate sempre su campi neutri e non a Wembley ma normalmente nello stadio più grande quasi equidistante tra le due squadre. Nel 1991 la semifinale tra Tottenham e Arsenal è stata disputata a Wembley per soddisfare l’alta richiesta di biglietti e così dal 2008 ogni semifinale si gioca lì. Non sono d’accordo con questa scelta, per me si dovrebbe giocare a Wembley esclusivamente la finale, ma ormai l’incasso è molto più alto così……

Torniamo alla partita. In quella stagione il West Ham militava nella seconda divisione e, probabilmente, l’Everton si aspettava di superare l’avversario senza dover giocare un Replay. Ma la partita a Villa Park è terminata in pareggio; 1 a 1 senza gol nei tempi supplementari. È stato scelto Elland Road, a Leeds, per la partita della ripetizione. Più vicino a Liverpool che a Londra, ma c’erano comunque un bel numero di tifosi del West Ham presenti, riuscendo ad ottenere il pomeriggio lavorativo libero con soli quattro giorni di anticipo! C’è un video che è stato fatto della polizia di Leeds che mostra i tifosi fuori da Elland Road prima della partita che salutato i giocatori che arrivano in pullman. All’epoca questi pullman saranno stati all’altezza, ma 42 anni dopo sembrano come quelli vecchi che erano sempre riservati per le gite scolastiche!

La partita è stata molto tesa, equilibrata e dopo novanta minuti il risultato è rimasto bloccato sullo zero a zero. I tempi supplementari hanno visto una partita molto più aperta (nessuno voleva una terza sfida in pochi giorni), con Alan Devonshire che ha aperto le danze per il West Ham, con un bel gol individuale, portando la squadra londinese in vantaggio. Dopo gli Hammers hanno cercato di difendere il fortino, ma Bob Latchford, un ottimo esempio del classico bomber degli anni ’70, ha pareggiato per l’Everton, sei minuti prima della fine dei tempi supplementari. I tifosi stavano già pensando come chiedere ai capi/insegnanti la possibilità di un altro pomeriggio libero per andare alla terza partita quando Frank Lampard Sr. (il padre di Frank Lampard, attuale allenatore proprio dell’Everton) si è trovato nell’area di rigore dell’Everton. Frank Lampard non solo aveva poca immaginazione quando ha dovuto scegliere il nome del figlio, ma ne aveva anche poca anche davanti alla porta, con soli 18 gol in ben 551 partite con la maglia del West Ham. Questo è stato il suo momento e con un colpo di testa ha messo il pallone in porta, siglando il gol decisivo.

Se uno non è abituato a segnare logicamente ha poca possibilità di provare le esultanze. Lampard chiaramente non sapeva con chi festeggiare ed è così corso verso l’angolo prima di fare un bel balletto con la bandierina! Un festeggiamento mai vista nel calcio inglese. La moda della stretto di mano prima del rientro a centrocampo per il calcio d’inizio è terminata verso la fine degli anni Sessanta, sostituta degli abbracci, ma un gesto romantico con una bandierina è stato un vero passo avanti.

Anche l’altra semifinale merita di essere nominata. Liverpool e Arsenal hanno pareggiato la prima partita, la seconda… e anche la terza. Finalmente, solo dieci giorni prima della finale, l’Arsenal ha vinto la quarta sfida di questa serie. Vi ricordo che all’epoca le ripetizioni erano illimitate!

Forse l’Arsenal era troppo stanco quando è arrivato in finale, infatti ha vinto il West Ham 1 a 0, grazie al goal di Trevor Brooking. Fino ad ora, gli Hammers sono l’ultima squadra fuori dalla prima divisione ad aver vinto la FA Cup. Quattro giorni dopo la finale di FA Cup, l’Arsenal ha giocato la finale della Coppa delle Coppe contro il Valencia, perdendo anche questa dopo i calci di rigore. È stata una stagione da record per i Gunners, con ben ben 70 partite giocate, un record assoluto per una squadra inglese.

 

Adam Grapes

 

(Credits: Getty Images)

(33)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE