PREMIER: ALL’OLD TRAFFORD, UNITED-CHELSEA

PREMIER: ALL’OLD TRAFFORD, UNITED-CHELSEA

PREMIER: ALL’OLD TRAFFORD, UNITED-CHELSEA

20
0

Un punto, tanto manca al Manchester United per centrare con un turno di anticipo la qualificazione alla prossima Champions League. Missione (quasi) compiuta per Eric ten Hag, che alla sua prima stagione sulla panchina dei Red Devils può ritenersi comunque soddisfatto. E questa sera, nel recupero della 32esima giornata di Premier League, va a caccia proprio del fatidico punto contro il Chelsea, che invece punta alla conclusione più veloce possibile del campionato per mandare in archivio una stagione a dir poco deludente.

MANCHESTER UNITED-CHELSEA, LE PAROLE DI TEN HAG

“Bilanci? Prima vinciamo la partita di domani e portiamo a termine il lavoro, vogliamo tornare a vincere dei trofei. Ne abbiamo vinto uno ma ne vogliamo altri”. Ha risposto così, in conferenza stampa, Eric ten Hag, a chi gli chiedeva un bilancio su quanto fatto dal suo United quest’anno. “Pensiamo di essere nella giusta direzione ma possiamo fare sempre meglio. Vogliamo competere con i migliori e per farlo bisogna giocare la Champions. Per riuscirci devi arrivare fra le prime 4 in Premier e non è semplice, in tanti pensano di meritarselo e noi siamo fra questi” ha poi aggiunto il tecnico olandese, ponendo l’attenzione solo ed esclusivamente alla gara contro i Blues.

PREMIER: MANCHESTER UNITED-CHELSEA, NUMERI A CONFRONTO SULLO STATO DI FORMA

Nelle ultime cinque partite bene ma non benissimo lo United, che ha portato a casa soltanto 9 punti sui 15 a disposizione, vincendo però le ultime due gare e chiudendo entrambi i match con la porta inviolata. Non si può dire lo stesso per il Chelsea, che ha raccolto soltanto 4 miseri punti e soltanto un successo nelle ultime: il 6 maggio contro il Bournemouth per 3-1.

PREMIER: MANCHESTER UNITED-CHELSEA, IL PERCORSO IN CAMPIONATO DELLE DUE SQUADRE

Il Manchester United è rimasto in scia di Arsenal e City per lungo tempo, prima di staccarsi definitivamente per la corsa al titolo. Ma ha comunque mantenuto ottimi risultati, blindando – di fatto – il quarto posto, con la possibilità di scavalcare il Newcastle tornando così in terza posizione in caso di successo. Disastrosa annata, invece, in casa Chelsea che, nonostante quanto speso in estate e a gennaio, si trova attualmente in 12esima posizione e non disputerà le coppe europee nella prossima stagione. Un tonfo clamoroso e per certi versi senza precedenti.

PREMIER: MANCHESTER UNITED-CHELSEA, LE POSSIBILI SCELTE DEI DUE ALLENATORI

Ten Hag pronto a schierare il suo solito undici iniziale con il 4-2-3-1, con Sancho indiziato a partire dal 1′; in attacco, come sempre, ci sarà Marcus Rashford. Lampard andrà di classico 3-5-2, con Sterling probabilissimo partner di attacco di Kai Havertz.

PREMIER: MANCHESTER UNITED-CHELSEA, LE PROBABILI FORMAZIONI

MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): De Gea; Wan-Bissaka, Lindelof, Varane, Shaw; Casemiro, Eriksen; Antony, Bruno Fernandes, Sancho; Rashford. Allenatore: Erik Ten Hag.

CHELSEA (3-5-2): Arrizabalaga; Fofana, Thiago Silva, Chalobah/Koulibaly; Azpilicueta, Enzo Fernandez, Gallagher, Loftus-Cheek/Madueke, Hall; Havertz, Sterling. Allenatore: Frank Lampard.

 

(Credits: Getty Images)

(20)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE