Weekend dell’est. Le partite dei campionati dell’Europa orientale

Weekend dell’est. Le partite dei campionati dell’Europa orientale

Weekend dell’est. Le partite dei campionati dell’Europa orientale

44
0

Agosto, tempo di viaggi e tempo di sogni. Per questo weekend vi portiamo in un’ideale Interrail attraverso i paesi dell’Est esplorando cinque partite di cinque diversi campionati aldilà del mare Adriatico includendo le squadre dei tecnici italiani Andrea Stramaccioni (Sparta Praga) Marco Rossi (DAC Streda) e Devis Mangia (Universitatea Craiova). Si parte stasera con uno scoppiettante Rijeka-Dinamo Zagabria alle ore 19.00!

CROAZIA: RJEKA-DINAMO ZAGABRIA (venerdì 11 agosto, ore 19:00)
Weekend col botto in Croazia. Non è il lancio di un last-minute dell’agenzia di viaggi sotto casa ma il modo migliore per descrivere l’anticipo della 5^ giornata in Prva HNL, la serie A croata. I campioni in carica del Rijeka vengono dalla brutta sconfitta di Osiek (1-0) nella quale hanno perso anche Vesovic e Males per somma di ammonizioni, i due sono squalificati per il big match di stasera. La Dinamo arriva nella fortezza di Fiume da capolista (10 punti ma solo 1 punto di distacco dai padroni di casa) e dopo avere sconfitto gli altri acerrimi rivali adriatici dell’Hajduk (3-1). La parola fortezza è più che appropriata: il Rijeka non perde in casa dal 21 settembre 2014! Ad infliggere l’ultima sconfitta casalinga fu proprio la Dinamo Zagabria: 1-2, goal dei padroni di casa segnato da Kramaric, ora all’Hoffenheim ma prodotto del vivaio Dinamo. Nonostante questo impressionante ruolino, la Dinamo è leggermente favorita sul Rijeka con il 2 a 2.40 contro il 2.90 dell’1. Tuttavia il Rijeka ha l’impegno dei play-off di Champions alle porte contro l’Olympiacos in Grecia che potrebbe distrarre pensieri ed energie laddove l’Hajduk riceve gli albanesi dello Skenderbeu in Europa League, sulla bilancio più agevole. Non aspettiamoci troppi gol ed emozioni sottoporta, chi segna per primo potrebbe vincere. Puntiamo sulla quota SNAI del 2 al Primo Tempo a 3.05.

POLONIA: LECH POZNAN-ZAGLEBIE (sabato 12 agosto, ore 18:00)
Come da tradizione, la partenza in Ekstraklasa, la A polacca, è sempre abbastanza lenta ed impacciata per le grandi di Polonia causa i precoci impegni europei che richiedono preparazioni anticipate ed energie aggiuntive da spendere in trasferte sempre logisticamente impegnative. Per questo, squadre del calibro di Legia (addirittura 4 punti in 4 partite) e Lech faticano al via ma trovano sempre energie in fondo al cammino per svoltare la stagione ed arrivare a giocarsi il titolo nella poule scudetto. Quando il gatto non c’è, i topi di solito ballano ed ad approfittare delle balbuzie altrui quest’anno è lo Zaglebie Lubin, sorprendentemente in testa in solitario (10 punti) dopo 360’. Se sarà un fuoco di paglia od una nuova certezza, ce lo diranno le giornate successive, un po’ come accaduto allo Jagiellonia Byalistok nella scorsa stagione, confermatasi in testa a fine della regular season ma poi esauritasi nella poule dove ha lasciato il titolo al solito Legia. Intanto il test di Poznan è un ottimo banco di prova per capire le vere intenzioni dei Miedziowi in questo campionato (l’anno scorso salvi nella poule salvezza col massimo dei voti) e le loro capacità contro una squadra che ha comunque solo 3 punti di ritardo rispetto a loro ma la consueta fretta di risalire dopo la dolorosa eliminazione in Europa League contro l’Utrecht a causa dei goal in trasferta. Puntiamo sulla ghiottissima quota SNAI del Squadra 1 Segna nei 2 Tempi Sì a 2.75.

ROMANIA: UNIVERSITATEA CRAIOVA-BOTOSANI (domenica 13 agosto, ore 14:30)
Smaltito il sogno europeo e l’emozione di affrontare una squadra del calibro del Milan, gli uomini di Devis Mangia si ricalano nella realtà della Liga I. L’inizio è stato promettente per il tecnico di Cernusco sul Naviglio: assieme alle 3 di testa (la sorpresa Botosani, la FCSB/Steaua ed il Cluj) è ancora imbattuto e dopo 2 vittorie e 3 pareggi dà l’assalto alla capolista. Non sono solo i risultati però, è il gioco della squadra di Mangia che piace e che trova diversi simpatizzanti. Inutile nascondersi: dopo avere costretto al pareggio i vicecampioni in carica dell’ex Steaua, in caso di vittoria contro il Botosani gli ‘studenti’ si porterebbero immediatamente a ridosso della zona alta. Incredibile la partenza degli ospiti in campionato: al pareggio nel debutto (1-1 col Cluj) sono seguite 4 vittorie consecutive, parliamo di una squadra che ha terminato la passata stagione a centro classifica. Sfruttando probabilmente gli impegni europei degli avversari più quotati (FCSB, Astra, Viitorul e lo stesso Craiova) il Botosani è schizzato in testa con due punti di distacco dalla FCSB. Precedenti alla mano (6) regna un sostanziale equilibrio con 2 vittorie per i padroni di casa, 3 per gli ospiti e l’unico pareggio risalente a due anni fa: Craiova imbattuto nei 3 incontri casalinghi (2v e 1p) inclusa l’ultima vittoriosa uscita del settembre 2016 (1-0). Fiducia a Baluta&Co con la quota SNAI dell’1 a 1.87 .

REP.CECA: SLOVAN LIBEREC-SPARTA PRAGA (domenica 13 agosto, ore 16:00)
Completamente diverso l’approccio di Stramaccioni al campionato ceco. Lo Sparta infatti deve smaltire ed in fretta la delusione per l’eliminazione dall’Europa League, ma uscire contro la Stella Rossa di Belgrado ci può stare. Dopo sole due giornate di campionato, i punti sono 4 a causa del mezzo passo falso del debutto (1-1 nel derby con il Bohemians dopo avere avuto i 3 punti in mano per 72’…) e della vittoria a Mlada Boleslav. Con l’aggiunta di Biabany alla rosa per rispondere ai colpi dello Slavia (su tutti Rotlan dal Dnipro, Danny dallo Zenit e Halil Altintop dall’Augsburg) lo Sparta affronta la temibile trasferta di Liberec dove, nelle ultime 3 uscite, non è mai riuscita a vincere: 2 sconfitte ed un pareggio (lo 0-0 di novembre 2016) il magrissimo bottino per i Rudi. Sicuro il debutto di Biabiany che non nasconde di avere accettato l’offerta del club proprio grazie alla presenza del tecnico romano ed ha già sfornato un assist per il bomber David Lafata nella vittoria di Mlada Boleslav: ‘la sua presenza qui ha influito, Stramaccioni è un tecnico molto entusiasta e un gran lavoratore.’ La pressione sarà altissima perchè lo Sparta non porta il titolo in bacheca dal 2014 e dopo il dominio degli anni ’90 gli intervalli sono diventati troppo lunghi per lo storico club di Praga che ora deve rifare i conti anche con il ritorno degli eterni rivali dello Slavia. Lo Slovan cercherà di far valere il fattore campo come sempre: nella scorsa stagione è stata la quarta migliore squadra del campionato tra le mura di casa collezionando 28 dei 39 punti complessivi ed incassando una sola sconfitta in 14 incontri. Tornare da Liberec con i 3 punti sarà un’impresa riuscita l’anno scorso solo al Viktoria Plzen. Ottima la quota SNAI dell’X al Primo Tempo a 2.00.

SLOVACCHIA: SLOVAN BRATISLAVA-DAC STREDA (domenica 13 agosto, ore 16:30)
L’emigrato del pallone Marco Rossi è ripartito con il suo staff italiano dalla Slovacchia. Dopo aver riportato il titolo alla Honved Budapest mettendo fine ad un’attesa durata 24 anni, il tecnico piemontese si è trasferito a Dunajská Streda all’FK DAC, club minore slovacco con all’attivo solo una storica coppa nazionale nel lontano 1987. Promosso nel 2013, il DAC non è mai andato oltre il settimo posto su 12 squadre nella Fortuna Liga e dopo 3 giornate ha già collezionato 7 punti (2v ed 1p) equiparando la stagione 2015-16 che poi si chiuse con il record (sinora) di punti, 43, dal ritorno in massima serie. Se il titolo con l’Honved è stato definito dallo stesso Rossi ‘un miracolo’, raggiungere od avvicinarsi al podio avrebbe quasi del soprannaturale: la miglior posizione raggiunta dal club (terza) risale al 1993-94, primo campionato della neo-indipendente Slovacchia. Non sarà facile in un campionato dominato alternativamente da Trencin, Zilina e Slovan: con le prime due in affanno (il DAC ha battuto due settimane fa il Trencin), la trasferta di Liberec è un bel banco di prova per le ambizioni di Rossi&Co. Precedenti alla mano, vincerebbe lo Slovan: 4 vittorie ed un pareggio nelle ultime 6 partite con l’unico successo risalente ad aprile (1-0 in casa per il DAC). Puntiamo sulla quota SNAI dell’X a 3.50.

RIJEKA-DINAMO ZAGABRIA (2 PT – 3.05)
LECH POZNAN-ZAGLEBIE (SQ 1 SEGNA NEI 2 TEMPI / SI – 2.75)
UNIVERSITATEA CRAIOVA-BOTOSANI (1 – 1.87)
SLOVAN LIBEREC-SPARTA PRAGA (X PT – 2.00)
SLOVAN BRATISLAVA-DAC STREDA (X – 3.50)

Scommessa 10€ – Possibile vincita 1097,92€

 

(Credits: La Presse)

(44)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con diversi ar... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI