I TIFOSI DELLA JUVENTUS STANNO CON PAULO DYBALA

I TIFOSI DELLA JUVENTUS STANNO CON PAULO DYBALA

I TIFOSI DELLA JUVENTUS STANNO CON PAULO DYBALA

29
0

La società lo vuole trattare come tutti gli altri, i tifosi come un idolo e allora Paulo Dybala segna ed esulta insieme ai suoi nuovi alleati. Nella fredda notte di Torino, la Juventus è scesa in campo per affrontare la Sampdoria in una partita che ha avuto ben poco da dire dal punto di vista tecnico ma ha offerto molteplici spunti per l’immediato futuro dell’attaccante argentino, non più così lontano da Vinovo. Sarà per il ruolo che ricopre o per la sua linea ma il tentativo di Maurizio Arrivabene di normalizzare, nel pre-gara, la situazione contrattuale di Dybala ha fatto acqua da tutte le parti.

La Joya sul piano dei vari Bernardeschi, Cuadrado, De Sciglio e Perin, anche loro in scadenza, non ci starà mai e forse ora ne è consapevole anche l’amministratore delegato. L’opera di convincimento è iniziata al 62’, momento in cui è stato annunciata dallo speaker l’entrata in campo dell’argentino. Nemmeno il tempo per i 5.000 tifosi di cantare, quanto avrebbero voluto, “Paulo resta a Torino” che Dybala riceve palla da Locatelli e va in gol.

Questa volta non c’è nessun fantasma da cercare sugli spalti e così l’attaccante si può lasciare andare in un’esultanza furiosa che conquista tutti: compagni, pubblico e la stessa dirigenza che sembra apprezzare di più questa nuova grinta. Da qui in poi sarà solo un susseguirsi di standing ovation che fanno ben capire i tifosi da che parte stanno perché, se potessero, organizzerebbero anche una colletta per racimolare i milioni che separano attualmente le parti.

L’apice della serata viene raggiunto al 77’ quando, con grande altruismo, Dybala fa il suo assist migliore. L’arbitro ha appena fischiato un rigore per la Juve, l’argentino prende il pallone e, invece di posizionarlo sul dischetto, lo passa al suo compagno di squadra Alvaro Morata che, grato, realizza la rete del 4-1.

Doveva essere una semplice partita di Coppa Italia e invece si è trasformata in una cerimonia di incoronazione perché non importa se abbia o meno la fascia, se è in scadenza o con un pluriennale, Dybala ha dimostrato che, quando fa parlare il campo, non può esserci compagno o tifoso che non sia con lui. Il messaggio sarà arrivato alla dirigenza?

(Credits: Getty Image)

(29)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE