JUVENTUS, ALL IN PER VLAHOVIC: 50 MILIONI SUBITO

JUVENTUS, ALL IN PER VLAHOVIC: 50 MILIONI SUBITO

JUVENTUS, ALL IN PER VLAHOVIC: 50 MILIONI SUBITO

276
0

Dusan Vlahovic alla Juventus già a gennaio è una possibilità: i 50 milioni messi sul piatto da Agnelli per convincere la Fiorentina a liberarsi subito dell’attaccante, al momento, però, non sembrano bastare. La telenovela di mercato è appena cominciata, così come l’asta, che rischia in realtà di andare ben oltre l’inverno, se alla fine i viola dovessero decidere di trattenere il giocatore per tutta la stagione.

JUVENTUS, VLAHOVIC EREDE DI RONALDO

La Juventus non ha fatto in tempo a cercare e trovare l’erede di Cristiano Ronaldo quest’estate, perché quando il fuoriclasse portoghese ha deciso di andare via, come ammesso dallo stesso Chiellini, ormai era troppo tardi, e il ritorno di Moise Kean sarebbe avvenuto comunque. I 18 gol in 13 giornate segnati dalla Juve in campionato con Dybala e Bonucci primi marcatori a quota 3 dicono che l’assenza di CR7 si sente. Il 4-0 appena subito dal Chelsea in Champions League ha fatto emergere ulteriormente le lacune di una squadra che fatica a decollare, con Massimiliano Allegri che non riesce a trovare continuità di risultati. Vlahovic risolverebbe un problema in attacco e diventerebbe l’uomo al quale appoggiarsi nelle situazioni di difficoltà. Un centravanti vero che oggi in rosa non c’è, perché Morata ha altre caratteristiche.

JUVENTUS-VLAHOVIC, 50 MILIONI NON BASTANO

Il problema è che i 50 milioni offerti dalla Juve difficilmente basteranno, per due motivi: la Fiorentina ne chiede 70 e ci sono altri club, Tottenham su tutti, interessati al giocatore. Non solo: più si avvicina la scadenza contrattuale, giugno 2023, più l’entourage dell’attaccante può monetizzare sul prossimo accordo, sia in termini di commissioni per l’agente (al momento il serbo è seguito da Darko Kristic), sia in termini di ingaggio per il calciatore, che al momento guadagna 800 mila euro a stagione e punta ad ottenerne dai 6 milioni in su. Ovviamente un’asta con le altre grandi d’Europa (ci sono anche Atletico Madrid, Psg e Manchester City) non gioverebbe alla Juventus, che proprio per questo spera di chiudere in fretta l’affare, facendo leva su due fattori: la volontà del giocatore di restare in Italia, in un campionato che conosce, avendo subito la possibilità di giocare la Champions League (cosa che il Tottenham, ad esempio, non gli garantisce), e l’eventuale convenienza per la Fiorentina di cedere Vlahovic a gennaio, proprio perché la scadenza del contratto nel 2023 potrebbe causarne il deprezzamento in estate, con il rischio di perderlo a parametro zero nella stagione successiva. La Juventus, allora, cercherà di strappare il sì dei viola magari ipotizzando un pagamento dilazionato non in quattro anni, come per Chiesa, ma in due o tre rate.

JUVENTUS, VLAHOVIC ATTACCANTE DA SOGNO

Vlahovic ha 21 anni, è arrivato alla Fiorentina appena maggiorenne dal Partizan Belgrado e ci ha messo un po’ a conquistarsi il proprio spazio, esplodendo nella scorsa stagione dopo l’arrivo di Cesare Prandelli e arrivando a segnare 21 gol dopo i 6 del precedente campionato. Adesso, con 13 giornate alle spalle, è già a quota 10, capocannoniere insieme a Ciro Immobile, e la doppietta al Milan ne ha confermato in toto le qualità. Centravanti unico, mancino naturale, forte di testa e tecnicamente, fenomenale al tiro, anche nelle punizioni: con Haaland, ora fermo ai box, è destinato a contendersi le Scarpe d’oro dei prossimi anni, Mbappé permettendo. La Juve farebbe un salto nel futuro, ma avrebbe benefici immediati. Ecco perché la trattativa appena cominciata potrebbe avere sviluppi sorprendenti.

(Credits: Getty Image)

(276)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE