Scommessa speciale sul futuro di Ibrahimovic: la MLS si banca a 1,45

Scommessa speciale sul futuro di Ibrahimovic: la MLS si banca a 1,45

Scommessa speciale sul futuro di Ibrahimovic: la MLS si banca a 1,45

51
1

Da pochi giorni i quotisti di SNAI hanno aperto il gioco sul calciomercato. Fra tutte, la scommessa più intrigante al momento è quella sul futuro di Zlatan Ibrahimovic, che con i suoi (quasi) 36 anni, nonostante il ben servito del Manchester United dopo il grave infortunio ai legamenti del ginocchio destro, non ha nessuna intenzione di smettere. Ma dove giocherà la prossima stagione?

L’opzione più probabile al momento è la quota SNAI 1,45 è quella della Major League Soccer. Il campionato americano è ricco e in continua evoluzione (vedi gli arrivi sempre più numerosi di ex top player del calcio europeo). Per lo svedese sarebbe una scelta buona a livello tecnico, ottima a livello di vita (sia che vada a giocare sulla costa est che sulla costa ovest) e perfetta sotto il lato economico: i club pagano bene e Ibra potrebbe incassare cifre enormi tramite gli sponsor. Infine la MLS chiude i battenti a dicembre e riprende a marzo, periodo in cui Zlatan sarebbe totalmente guarito dalla riabilitazione.

A quota 10 troviamo due opzioni agli antipodi: Milan e Cina. Milano sarebbe a livello famigliare una meta gradita da moglie e figli e il nuovo progetto rossonero sembra partito col piede giusto. Inoltre Raiola ha l’arma Donnarumma da sfruttare con la società milanese. Cosa non da poco. Il viaggio intercontinentale in Cina invece ci sembra più difficile: il livello del calcio asiatico è ancora basso, l’impatto famigliare potrebbe essere negativo così come l’ambientamento dello stesso attaccante. Ma visto che “money talks” allora tutto può succedere.

A quota 25 troviamo quattro voci, tutte molto suggestive, ovvero Juventus, Inter, Napoli e Malmo. Se bianconeri e nerazzurri sono cavalli di ritorno, Napoli sarebbe una vera e proprio sfida per lo svedese. La Juve non crediamo possa investire tanto su un calciatore di cui non ha sicurezze fisiche (queste le motivazioni del bye bye dello United). L’Inter non gioca le coppe europee e difficilmente Ibrahimovic, qualora rimasse nel vecchio continente potrebbe accettare una situazione tale. Napoli, come dicevamo significherebbe rimettersi totalmente in gioco. Ma in questo caso De Laurentiis a livello economico e sui diritti d’immagine è un osso duro e una guerra fra lui e Raiola porterebbe “morti e feriti”. Infine c’è Malmo, squadra in cui è nato e cresciuto Zlatan. Il ritorno in patria potrebbe essere giustificato solo ed esclusivamente da un motivo sentimentale. Ma al momento il cuore di Ibra ci sembra possa battere ancora per un annetto o due a favore del cash.

PSG a 25 e Chelsea a 30 sono opzioni poco probabili. Così come per lo United, difficile che un top club che giochi la Champions, possa pensare di investire in questo momento su Ibra senza avere garanzie fisiche. Qualora arrivasse un offerta pesante da una grande società europea, questo accadrebbe a nostro avviso, solo a gennaio durante la finestra invernale. Questa opzione potrebbe essere inserita nella voce “altro” quotata a 2,25 visto che nelle ultime ore si è vociferato di un possibile riavvicinamento del Manchester United con un mini-contratto dal 2018. Chiudiamo con la voce “nessuna squadra” ovvero un Ibra che non trova nessun club pronto a metterlo sotto contratto. Opzione data a 6 ma a nostro avviso molto meno probabile.

Scopri tutte le quote di calciomercato su SNAI

N.B. Scadenza scommessa 1 gennaio 2018, in caso di determinazione dell’esito prima di questa data, le scommesse verranno pagate in anticipo.

(Credits: La Presse)

 

(51)

Commento(1)

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI