CAOS UNITED, RONALDO NON SI PRESENTA AL RITIRO

CAOS UNITED, RONALDO NON SI PRESENTA AL RITIRO

CAOS UNITED, RONALDO NON SI PRESENTA AL RITIRO

422
0

Cristiano Ronaldo non si è presentato al primo giorno di ritiro del Manchester United, confermando implicitamente la volontà di lasciare Manchester. Quella che fino a qualche giorno fa sembrava solamente un’idea destinata a rimanere astratta, ora sta diventando sempre più concreta. Ufficialmente, l’assenza del numero sette è giustificata da “motivi familiari” che lasciano un po’ il tempo che trovano. Questo perché il Times due giorni fa aveva tuonato: “Cristiano Ronaldo ha chiesto al Manchester United di essere ceduto”, aprendo scenari da fantamercato. Se vogliamo, possiamo vedere l’assenza del campione portoghese al primo giorno di ritiro dei Red Devils, guidato da Ten Hag con il quale la scintilla non pare essere scattata, come un passo nella direzione della cessione.
Cristiano non ha mai nascosto di voler giocare e vincere un’altra Champions League, competizione che il Manchester United non farà a causa del pessimo finale della scorsa stagione.

LE POSSIBILI DESTINAZIONI

Jorge Mendes, procuratore del portoghese, ha cominciato a proporre il suo assistito più famoso a diversi top club. Il Bayern Monaco ha chiuso le porte immediatamente: i tedeschi non sono interessati, neanche in caso di cessione di Lewandowski. In Italia si è fatto il nome della Roma, con Pinto e Mourinho come sponsor per agganciare Ronaldo; ma i giallorossi la Champions non la giocheranno, e lo stipendio del portoghese sarebbe economicamente insostenibile a causa del termine del periodo delle agevolazioni fiscali. Un ritorno allo Sporting appare ancora prematuro, così come un’avventura in MLS. Anche il Salisburgo è da escludere, pur avendo provato a convincere il fuoriclasse proponendogli “Champions League, montagne bellissime e trofei” su Twitter. L’approdo al PSG come sostituto di Neymar e un ritorno al Real Madrid sembrano realtà molto lontane dal potersi avverare, ma non da escludere del tutto. Rimarrebbe il Chelsea, alla ricerca di una prima punta che garantisca tanti gol dopo la partenza di Lukaku. I Blues hanno una rosa altamente competitiva, anche in Europa, e Ronaldo gli farebbe fare, almeno sulla carta, quel passo che manca per iscriversi alle favorite per la vittoria della Coppa dalle Grandi Orecchie. La nuova proprietà del club londinese inoltre, vorrebbe presentarsi ai nuovi tifosi alla grande, e quale miglior modo ci sarebbe oltre a quello di strappare CR7 ai rivali del Manchester United? D’altro canto, i Red Devils continuano a considerare Ronaldo incedibile, forti del contratto in scadenza nel 2023.

 

(Credits Getty Images)

(422)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE