Champions ed Europa League: sogno di una notte di mezza estate

Champions ed Europa League: sogno di una notte di mezza estate

Champions ed Europa League: sogno di una notte di mezza estate

60
0

Fra poco più di due settimane la ripresa delle coppe europee monopolizzerà il palinsesto di calcio di agosto. Una volta completati gli ottavi di finale delle due competizioni ci sposteremo rispettivamente in Portogallo e in Germania per vivere l’emozione (unica nella storia UEFA) delle final 8. Di seguito esaminiamo le il calendario e le chance delle 5 italiane ancora in corsa.

CHAMPIONS LEAGUE – JUVENTUS

I bianconeri per accedere alla final 8 dovranno prima rimontare il passivo di 1-0 subito a Lione nell’andata degli ottavi di finale. La gara di ritorno si giocherà il 7 agosto alle 21, e al momento vede la squadra di Sarri (ad un passo dal laurearsi di nuovo campione d’Italia) largamente favorita contro i ragazzi di Rudi Garcia. Il Lione, che non gioca una partita ufficiale dall’8 marzo, in questi 4 mesi abbondanti di stop è tornata a testare il ritmo partita ad inizio mese prima contro il contro Nizza (vittoria per 1-0), poi contro il Rangers (sconfitta per 2-0) e infine contro il Celtic (vittoria per 2-1). Il fattore fisico ovviamente conterà molto e se ci mettiamo l’evidente gap tecnico fra i due team, i tifosi bianconeri possono approcciare al match con una buona dose di positività. Più complicato invece il discorso tabellone qualora Ronaldo e soci sbarcassero in Portogallo: nei quarti la Juve affronterebbe una fra Manchester City e Real Madrid e in semifinale Barcellona, Napoli, Bayern o Chelsea. Anche per questo la Juventus al momento è solo la settima favorita sulle 12 rimaste in gara.

CHAMPIONS LEAGUE – NAPOLI

Ancora più in salita la strada per il Napoli, inserito nella stessa parte di tabellone della Juventus ma che per accedere alle final 8 dovrà prima riuscire nell’impresa di battere, il prossimo 8 agosto, il Barcellona al Camp Nou dopo l’1-1 dell’andata. Catalani col dente avvelenato e sotto pressione da media e tifosi per il campionato letteralmente gettato all’aria e regalato al Real Madrid. Messi e soci hanno dimostrato di non essere in grandissima forma e quindi la missione per i ragazzi di Gattuso è difficile ma non impossibile. Inoltre i blaugrana non avranno nemmeno dalla loro il tifo dei supporters locali visto che, come ormai sappiamo, i match (sì, anche quelli internazionali) si giocheranno a porte chiuse. Servirà la partita perfetta e il miglior Napoli nella versione più vicina possibile a quella che il 17 settembre scorso sconfisse il Liverpool al San Paolo nella fase a gironi. Se Insigne e soci riuscissero nel miracolo, le avversarie sulla strada verso la finale sarebbe Bayern o Chelsea (nei quarti) e una fra City, Real, Juve e Lione in semifinale. Napoli che parte in antepost come terzultima favorita davanti solo a Lione e Chelsea.

CHAMPIONS LEAGUE – ATALANTA

Chi ha già i biglietti prenotati per Lisbona è invece l’undici di Gasperini che, dopo l’impresa di qualificarsi nella fase a girone partendo da 3 sconfitte nelle prime 3 partite e dopo aver letteralmente strapazzato il Valencia agli ottavi, si godrà le serata del 7 e 8 agosto dalla poltrone mentre prepareranno mentalmente, fisicamente e tatticamente la sfida del 12 agosto contro il PSG si Icardi e Neymar. I campioni di Francia, che agli ottavi hanno fatto fuori il Borussia Dortmund, non sono un avversario impossibile da affrontare, soprattutto sullo scontro secco e col lo stop in Ligue1 che potrebbe pesare molto per i parigini. Così come per il Lione anche i ragazzi di Tuchel stano giocano delle amichevoli ma è logico pensare che gli orobici arriveranno più pronto fisicamente alla sfida. Gasperini può metterci del suo come ha fatto finora. Il sogno di una notte di mezza estate (come abbiamo titolato citando forzatamente Shakespeare) è realtà per i nerazzurri che se dovessero vincere da underdog questo quarto, in semifinale se la vedrebbero contro Lipsia o Lione. Anche per questo calendario non certo impossibile, l’Atalanta è la quarta favorita ad alzare la coppa.

EUROPA LEAGUE – INTER

Passiamo all’altra competizione UEFA che prima vedrà la conclusione degli ottavi di finale, nelle serate del 4 e 5 agosto, e poi avrà la Germania come location per le final 8. I ragazzi di Conte, dopo aver verosimilmente detto addio ad ogni sogno scudetto dopo il 2-2 di ieri contro la Roma (a proposito ve lo ricordate il nostro pronostico? 2-2 con Sanchez primo assist? Niente male eh?), si concentreranno unicamente sullo scontro diretto contro il Getafe. La squadra spagnola ieri ha fatto harakiri perdendo contro il Levante nell’ultima giornata di Liga e regalando il settimo posto al Granada. L’undici di Bordalas è ostico a livello fisico e molto aggressivo tanto da aver chiuso il campionato come squadra più cattiva della Liga con 131 gialli e 7 rossi. Inter che dovrà gestire col palleggio e dovrà sfruttare quel poco di vantaggio che avrà nel giocare fra le mura amiche, nonostante lo stadio chiuso ai tifosi. Nerazzurri ovviamente favoriti e speranzosi quindi di volare in Germania per affrontare Leverkusen o Rangers nei quarti e Wolfsburg, Shakhtar, Eintracht o Basilea in un’eventuale semifinale. La squadra di Conte è la seconda favorita a vincere la coppa dietro solo al Manchester United.

EUROPA LEAGUE – ROMA

Anche i giallorossi di Garcia affronteranno una spagnola negli ottavi, ma a differenza dell’Inter lo faranno fuori casa e da sfavoriti contro un Siviglia che ieri ha chiuso la Liga quarta ma con gli stessi punti dell’Atletico Madrid. I ragazzi di Lopetegui sono tecnicamente molto validi, hanno approcciato bene il finale di stagione post-lockdown e non perdono un match ufficiale da 17 partite. In casa addirittura Ocampos e soci non vengono sconfitti da dicembre e da quando è ripresa la Liga hanno subito un solo goal nelle 6 gare interne disputate al Sanchez Pizjuan. Ecco perché a Fonseca serve arrivare a questa sfida con l’infermeria vuota, le gambe leggere e il morale alto visto che l’impegno è di quelli tosti. Qualora arrivasse una vittoria la Roma volerebbe in Germania per la final 8 dove se la vedrebbe contro Olympiacos o Wolves nei quarti e una fra Lask Linz, Man United, Basaksehir e Copenaghen in semifinale. Roma che nonostante questo tabellone non certo semplice è settimana favorita a vincere l’Europa League sulle 16 squadre rimaste in corsa.

 

(Credits: Getty Images)

(60)

Marco Perciabosco Nato a Milano e per questo indottrinato fin dalla nascita da mio padre alla "malattia" per Inter e Olimpia. La passione e l'amore per il football amer... VAI ALLA PAGINA AUTORE