CHAMPIONS LEAGUE PREVIEW QUINTA GIORNATA

CHAMPIONS LEAGUE PREVIEW QUINTA GIORNATA

CHAMPIONS LEAGUE PREVIEW QUINTA GIORNATA

57
0

Penultima giornata dei gironi di Champions League, tempo di primi verdetti e primi bilanci in campo europeo. Il martedì e il mercoledì di Champions ci offrono alcune super sfide e match determinanti in chiave qualificazione alla fase ad eliminazione diretta. Sono quattro le squadre con in mano il pass per gli ottavi di finale: Ajax, Juventus, Bayern Monaco e Liverpool. Ma andiamo a vedere ora nel dettaglio, la situazione girone per girone.

Girone A

Man. City 9 pt.; PSG 8; Brugge 4; Lipsia 1.

Manchester City – PSG. Probabilmente la sfida più entusiasmante di tutta la fase a gironi. Le due superpotenze del calcio europeo, un derby dal sapore Mediorientale per le proprietà che le detengono. I Citizen e il PSG si affrontano per determinare chi arriverà primo nel girone. I parigini sono reduci da una vittoria nell’ultimo turno di Ligue 1 e soprattutto dal primo gol di Leo Messi in campionato. La squadra allenata da Pep Guardiola, invece, viaggia su i suoi soliti ritmi in Premier e punta a chiudere già in questa giornata il discorso primo posto e qualificazione in Champions.

Brugge – Lipsia. Il Lipsia, ormai eliminato da questa edizione della Champions, vuole chiudere nel migliore dei modi il girone e qualificarsi alla Uefa Europa League. Per farlo dovrà necessariamente battere il Brugge questa giornata e poi pensare di fare una grande partita in casa contro il City, l’ultima giornata, verosimilmente già qualificato. Le chance di qualificazione del Brugge, invece, sono ancora vive anche se il passaggio del turno risulta davvero poco pronosticabile.

Girone B

Liverpool 12pt.*; Porto 5; Atl. Madrid 4; Milan 1.

Liverpool – Porto. I Reds di Jurgen Klopp, già qualificati e sicuri del primo posto nel girone, ospitano i Dragões. Il Porto ha bisogno di una vittoria e una sconfitta dell’Atletico Madrid per passare il girone già in questa giornata. Se così non fosse, il discorso sarà rimandato all’ultimo turno quando i ragazzi di Sergio Conceiçao ospiteranno i campioni di Spagna del Cholo Simeone.

Atletico Madrid – Milan. Questa è una di quelle partite determinanti in chiave qualificazione alla fase finale. L’Atletico rischia di uscire anzitempo dalla competizione se dovesse incappare in una sconfitta contro i rossoneri che, dalla loro, sono obbligati a vincere per tenere ancora aperte le porte degli ottavi di finale. Stefano Pioli è stato chiaro: “Vincere tutte le partite, da qui alla fine, per non avere rimpianti”. Quel che sarà, lo deciderà solo il fato e magari un arbitraggio migliore.

Girone C

Ajax 12pt.*; Dortmund 6; Sporting 6; Besiktas 0.

Besiktas – Ajax. Una delle partite meno entusiasmanti di giornata: i turchi sono già eliminati e con pochissime speranze di qualificarsi all’Europa League; i lancieri, invece, sono già qualificati e sicuri del primo posto nel girone dopo uno splendido 4 su 4 con 14 gol segnati e solo 2 subiti. Partita utile, forse, per il solo Sebastian Haller, bomber dell’Ajax, vice capocannoniere della competizione, dietro a Lewandowski, con 7 gol in 4 giornate.

Sporting – Dortmund. Altro match di fondamentale importanza per quel che riguarda la qualificazione agli ottavi di finale. Al Estádio José Alvalade di Lisbona, lo Sporting ha bisogno di una vittoria con più di due gol di scarto per essere quasi certo di passare il turno, avendo perso 1 a 0 nella gara d’andata in Germania. I tedeschi dovranno fare ancora a meno del loro bomber Haaland e si affidano al talento senza età di Marco Reus.

Girone D

Real Madrid 9pt.; Inter 7; Sheriff 6; Shakhtar 1.

Inter – Shakhtar. I nerazzurri non devono farsi spaventare dai fantasmi del passato e pensare solamente a battere, a San Siro, gli ucraini di mister De Zerbi. Le due vittorie contro lo Sheriff hanno dato morale e consapevolezza alla squadra che, però, deve chiudere il discorso qualificazione già in questa giornata, l’obbiettivo è uno solo: vincere.

Sheriff – Real Madrid. Il Real vola in Moldavia per vincere e assicurasi il pass per gli ottavi di finale. La grande sorpresa Sheriff Tiraspol sembra essersi un po’ spenta, anche se la qualificazione all’Europa League è ancora a portata di mano. Dopo aver vinto al Bernabeu nella gara di andata, è difficile ipotizzare che la storia si possa ripetere: se lo Shakhtar non dovesse battere l’Inter, però, lo Sheriff sarebbe aritmeticamente qualificato.

Girone E

Bayern 12pt.*; Barcellona 6; Benfica 6; Dinamo Kiev 1.

Dinamo Kiev – Bayern. Il Bayern di Lewandowski è già primo e sicuro del primo posto nel girone, a Kiev sarà un’occasione per fare un po’ di turnover. Dal canto loro, gli ucraini sono a cinque punti dal Barcellona al secondo posto e con due partite da giocare, sarà un compito molto, molto arduo, ma un terzo posto e una potenziale campagna in Europa League potrebbero essere una consolazione accettabile.

Barcellona – Benfica. 74.418 tifosi al Camp Nou (record stagionale) hanno assistito al debutto sulla panchina del Barcellona della leggenda del club Xavi, nella vittoria per 1-0 sull’Espanyol dello scorso fine settimana. Riuscirà a risollevare le sorti della squadra, dopo un inizio traballante, anche in Champions League? Per il Benfica, invece, questa è una grande opportunità per superare il girone per la prima volta dal 2016/2017.

Girone F

Man. Utd 7pt.; Villarreal 7; Atalanta 5; Young Boys 3.

Villarreal – Manchester United. Entrambe le squadre sono a sette punti e si trovano in cima a questo girone di UEFA Champions League ed, a seconda del risultato dell’Atalanta, il Gruppo F può essere vinto con una giornata d’anticipo. Una vittoria qui all’Estadio de la Cerámica dovrebbe quasi garantire il primo posto al Manchester United, che nell’ultima giornata ha esonerato Ole Gunnar Solskjær, visto il risultato relativamente più facile di questa fase a gironi dovendo giocare l’ultima giornata in casa contro lo Young Boys.

Young Boys – Atalanta. In questa stagione l’Atalanta ha avuto difficoltà nelle trasferte europee, poiché non è riuscita ancora a vincere, nonostante abbia segnato due volte in entrambe le gare. Sebbene l’Atalanta abbia debuttato nella massima competizione europea nel 2018/19, ha raggiunto la fase ad eliminazione diretta in entrambe le sue precedenti apparizioni alla fase a gironi, una vittoria semplificherebbe di molto i piani dei ragazzi di mister Gasperini che nell’ultimo turno ospiterà il sottomarino giallo con la possibilità di un doppio risultato per qualificarsi.

Girone G

Salisburgo 7pt.; Lille 5; Wolfsburg 5; Siviglia 3.

Lille – Salisburgo. Dopo i pareggi di campionato del fine settimana, Lille e Salisburgo si concentreranno sulla penultima partita del Gruppo G della UEFA Champions League. Occupano le prime due posizioni del girone, ed entrambe le squadre possono aggiudicarsi quasi certamente la fase successiva del torneo con un risultato positivo, una gradita sorpresa dato che nessuna delle due supera una fase a gironi di UCL da 15 anni.

Siviglia – Wolfsburg. Con solo quattro punti che separano primo e ultimo posto del Gruppo G di UEFA Champions League, ci aspetta una gara emozionante in questo penultimo turno, in cui qualsiasi risultato è possibile. Il Siviglia ultimo in classifica è ancora padrone del proprio destino. Il Wolfsburg, dal canto suo, ha bisogno di un buon risultato, per evitare di dover sperare negli altri risultati nell’ultima giornata della fase a gironi.

Girone H

Juventus 12pt.*; Chelsea 9; Zenit 3; Malmo 0.

Chelsea – Juventus. La Juventus, già qualificata, vola a Londra per assicurasi il primo posto nel girone, per farlo ha a disposizione due risultati su tre. Questo è uno dei big match di giornata, i campioni d’Europa della scorsa edizione non vogliono certamente lasciare nulla di intentato e faranno di tutto per qualificarsi come primi nel girone. Come imposterà la partita Max Allegri dovendo far fronte ad alcune assenze, tra cui Paulo Dybala? L’incontro si prospetta come una partita a scacchi tra due grandi allenatori: Allegri da una parte e Tuchel dall’altra.

Malmo – Zenit. All’Eleda Stadium ha ospitato entrambe le vittorie precedenti del Malmö in UCL, con quei risultati che hanno visto le uniche partite in cui ha mantenuto la porta inviolata nella competizione per club più importante d’Europa. Lo Zenit è a caccia della prima vittoria in trasferta in UCL da quando ha vinto due partite consecutive nella stagione 2015/16, perdendo da allora nove delle dieci trasferte. Chi vince avrà serie possibilità di qualificarsi per la Uefa Europa League.

(Credits: Getty image)

(57)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE