Che pasticcio in Bundesliga!!!

Che pasticcio in Bundesliga!!!

Che pasticcio in Bundesliga!!!

813
0

Popolo rigido e austero , dediti applicatori di grigi metodi rigorosi, appaiono i tedeschi nel comune immaginario nostrano (anche se poi con la birra…). Poco legato a queste categorie pare però essere il curioso episodio nel match valido per la la 28° giornata di Bundesliga tra Friburgo e Bayern Monaco.

 

Cosa è successo?

Durante la sfida in casa del Friburgo (vinta 4-1), il club bavarese ha giocato per circa 17 secondi con un uomo in più in mezzo al campo. L’episodio peculiare, sfuggito a quasi tutti i presenti, è però stato colto da Nico Schlotterbeck, difensore centrale del Friburgo, che recandosi dall’arbitro ha fatto presente l’anomalia. Il gioco è stato successivamente bloccato per 6 minuti per tentare di ricostruire quanto successo e tornare ad uno stato di regolarità.

Ad innescare lo sbaglio è stato il doppio cambio effettuato da Negelsmann al minuto 84 – sul punteggio di 1-3 – quando per Tolisso e Coman entrano Sabitzer e Sule. L’ex giocatore di Juve e PSG è però rimasto in campo perché il tabellone luminoso segnava l’uscita del numero 29 anziché del numero 11, il numero del francese.

Sulla base del regolamento il Friburgo ha gli elementi per presentare un ricorso alla federazione e chiedere la ripetizione del match, tuttavia, considerando il minuto e l’irrilevante incidenza che l’episodio ha avuto sulle sorti del match, sono molto basse le possibilità che la polemica riesca a suscitare un qualche effetto.

 

In vista della 29° giornata di Bundesliga

La vittoria dello scudetto sembra ormai essere definitivamente diventato un affare di Baviera, a Monaco infatti possono sentirsi tutto sommato tranquilli con le 9 lunghezze di vantaggio sul Borussia Dortmund, incappato, nell’ultima giornata, in una sonora sconfitta contro il fiore all’occhiello dell’armata Red Bull, il Lipsia di Domenico Tedesco. A sua volta il “Muro giallo” vanta sul Bayer Leverkusen 6 punti di vantaggio, che è sicuramente non è una distanza siderale, ma dati i più tranquilli impegni previsti dal calendario (fatta eccezione per il match contro il Bayern in programma il 23 aprile), può lasciare abbastanza sereni in Renania.

Molto più serrata, con tanto di scontri diretti da affrontare, è invece la situazione dal terzo al settimo posto occupato dall’Union Berlino. Sono infatti solo 3 i punti che separano il Leverkusen dai tori rossi di Lipsia, la sfida tra i ragazzi del ct svizzero Seoane e quelli di Domenico Tedesco è programmata per il 17 aprile. Il club sassone è a sua volta distanziato di sole 3 lunghezze dalla quinta squadra, un Friburgo che nonostante un rullino di marcia non entusiasmante nelle ultime 5 sfide (la sconfitta col Bayern, due pareggi e due vittorie) non rinuncia al sogno di avere l’accesso diretto in Champions League. Da ricordare inoltre che nelle ultime 3 giornate di Bundesliga la squadra della vivace città universitaria nella Foresta Nera, dovrà affrontare nel seguente ordine: Hoffenheim, Union Berlino e Bayer Leverkusen, non proprio dei fanalini di coda.

Francobollato al 5° posto del Friburgo, con un solo punto di svantaggio e la possibilità di conquistare il biglietto d’ingresso per l’Europa League sta l’Hoffenheim, che dovrà a sua volta difendere il sesto posto valido per l’accesso ai play-off di Conference League dal potenziale assalto della sponda giallorossa e più popolare di Berlino. Compito non semplicissimo dato il prossimo incontro con il Lipsia e gli scontri diretti contro Friburgo e Leverkusen previsti per la terzultima e penultima giornata della stagione, entrambi da affrontare alla Rhein-Neckar-Arena. Ricordiamo inoltre come ben 3 delle squadre nominate – Lipsia, Friburgo e Union Berlino –  sono ancora in piena corsa per la Coppa di Germania, la cui vittoria offre il settimo ed ultimo biglietto disponibile per accedere al calcio europeo, per la precisione in Europa League.

Abbandonando la testa della classifica, diamo ora uno sguardo all’altrettanto vivace lotta per la salvezza che vede coinvolte Augsburg, Stoccarda, Arminia Bielefeld e l’Hertha Berlino, rispettivamente 14^, 15^, 16^ e 17^ ma racchiuse in soli tre punti. La più slanciata tra le quattro pare però lo Stoccarda dello statunitense Pellegrino Matarazzo (ovvie le origini italoamericane), che ha conquistato 8 punti nelle ultime 5 partite.

Anche qui gli scontri diretti da affrontare sono ancora parecchi. È soprattutto il calendario dell’Hertha Berlino ad essere particolarmente fitto. I biancoazzurri, fermi a 26 punti, dopo il derby del 9 aprile, affronteranno in sequenza Augsburg (29 punti), Stoccarda (27 punti) e Arminia Bielefeld (26 punti). Segnato pare invece il destino del Greuther Fürth, che occupa con soli 16 punti l’ultima posizione in classifica.

Ricordiamo il meccanismo di retrocessione che distingue la Bundesliga: delle 18 squadre che compongono la massima divisione tedesca, sono le ultime due a retrocedere direttamente, mentre per la terzultima sono previsti i play-out contro la terza classificata della seconda divisione (posto attualmente occupato dal St. Pauli a pari punti con il Darmstadt ed un punto sopra lo Shalke 04).

 

(Credits: Getty Images)

(813)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE