CHELSEA-MANCHESTER UNITED SFIDA STELLARE

CHELSEA-MANCHESTER UNITED SFIDA STELLARE

CHELSEA-MANCHESTER UNITED SFIDA STELLARE

295
0

Chelsea-Manchester United è la partita di Premier League che più di ogni altra, quest’anno, farà aumentare la nostalgia dei tifosi italiani per una Serie A che non c’è più. Il duello tra Romelu Lukaku e Cristiano Ronaldo, in realtà, quasi certamente salterà, perché l’ex attaccante dell’Inter è reduce da un lungo stop, non è in perfette condizioni e dovrebbe partire dalla panchina, ma resta il fatto che i due fuoriclasse hanno preferito tornare in Inghilterra, facendo schizzare verso l’alto il gap del nostro campionato.

CHELSEA-MANCHESTER UNITED, TUCHEL CONTRO RONALDO

Thomas Tuchel, campione d’Europa, affronta Cristiano Ronaldo. Chelsea-Manchester United si può sintetizzare anche così, senza fare torto a Michael Carrick, nuovo allenatore dei Red Devils subentrato all’esonerato Solskjaer. Oggi i Blues, in testa al campionato, sono un’orchestra meravigliosa che hanno saputo far fronte anche a numerose assenze nell’ultimo periodo, senza risentirne. Il Manchester United si è aggrappato ai gol di CR7, che è stato decisivo anche martedì in Champions, ma non è bastato per salvare l’allenatore. L’ultima volta che il tecnico tedesco ha affrontato Ronaldo è stata nel 2016, gironi di Champions: sia all’andata che al ritorno il suo Dortmund pareggiò 2-2 con il Real Madrid e il portoghese segnò solo in Germania.

CHELSEA-MANCHESTER UNITED, DIFFERENZA ENORME

Oggi alle 17.30 a Stamford Bridge Chelsea-Manchester United chiuderà il programma della tredicesima giornata di Premier League e metterà di fronte due squadre, che al di là della rispettiva storia e del monte ingaggi, al momento sono lontane anni luce. Lo dice la classifica, con il Chelsea a +12, in testa al campionato con la miglior difesa (appena 4 reti incassate) e lo United fuori dalla zona Champions. I Blues non perdono dal 29 settembre (1-0 contro la Juve), in campionato hanno subito una sola sconfitta (nel big match con il Manchester City) e nelle ultime dieci gare hanno ottenuto nove successi (uno ai rigori in Coppa di Lega) e un pari. Lo United ha perso quattro delle ultime cinque partite di campionato e arriva a questa sfida con la necessità di svoltare e con un allenatore nuovo che non ha avuto molto tempo per prepararla.

CHELSEA-MANCHESTER UNITED, TUCHEL E CARRICK IN EMERGENZA

L’unico problema per il Chelsea è la solita emergenza: stavolta Tuchel dovrà fare a meno di Chillwell, Kanté e Kovacic, e oltre a Lukaku, anche Havertz non è al meglio. Certo, anche Carrick, in realtà, non se la passa benissimo: mancherà la coppia titolare di difensori centrali, Varane- Maguire, e con loro anche Pogba e Greenwood. I Blues rilanceranno Alonso a sinistra, si affidano al gran momento di forma di James a destra, mentre davanti puntano su Werner, alle cui spalle dovrebbero agire Mount e Hudson-Odoi. Carrick spera di ottenere da Sancho e Rashford quella spinta in più sugli esterni in fase offensiva, ma anche il contributo fondamentale in fase difensiva, dove ovviamente Ronaldo partecipa meno. Dietro, invece, ci saranno Lindelof e Bailly: i 21 gol subiti dallo United in campionato, terza peggior difesa dopo Norwich e Newcastle, dicono che bisognerà fare molta più attenzione rispetto al recente passato.

CHELSEA-MANCHESTER UNITED, LE PROBABILI FORMAZIONI

Chelsea (3-4-2-1): Mendy; Azpilicueta, Silva, Rudiger; James, Loftus-Cheek, Jorginho, Alonso; Mount, Hudson-Odoi; Werner. All. Tuchel

Manchester United (4-2-3-1): De Gea; Wan-Bissaka, Lindelof, Bailly, Telles; McTominay, Fred; Sancho, Fernandes, Rashford; Ronaldo. All. Carrick

(Credits: Getty Image)

(295)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE