COPPA ITALIA FIORENTINA-JUVENTUS È LA PARTITA DI VLAHOVIC

COPPA ITALIA FIORENTINA-JUVENTUS È LA PARTITA DI VLAHOVIC

COPPA ITALIA FIORENTINA-JUVENTUS È LA PARTITA DI VLAHOVIC

166
0

Massimiliano Allegri ha presentato Fiorentina-Juventus rivelando che nell’attacco bianconero giocheranno due tra Morata, Kean e Vlahovic. Risulta davvero complicato, tuttavia, immaginare la sua squadra senza il serbo, nuovo trascinatore ed ex di turno, che non potrà trasformare i prevedibilissimi fischi dei suoi vecchi tifosi in applausi, ma si augura di spegnerli o quanto meno attutirne il rumore con uno o più gol. Stasera, alle ore 21, al Franchi si gioca la semifinale d’andata di Coppa Italia e tutto ruota intorno a Dusan.

FIORENTINA-JUVENTUS, ASSALTO ALLA COPPA ITALIA

La Fiorentina ha vinto l’ultimo titolo della propria storia nel 2001, con Roberto Mancini alla sua prima esperienza, subito fortunata, in panchina, nella doppia finale di Coppa Italia contro il Parma. La nuova proprietà, rappresentata da Rocco Commisso, ha voglia di aprire un ciclo e la seconda manifestazione tricolore può essere la via più comoda per accedere all’Europa. La coppa, però, fa gola anche ad Allegri e alla Juventus, che in estate forse pensavano di poter ritrovare subito il vecchio feeling con lo scudetto e coltivano segretamente ancora sogni di rimonta in campionato, ma oggettivamente vedono più concreto quest’altro obiettivo.

FIORENTINA-JUVENTUS, ITALIANO CI CREDE

Nell’ultimo turno di campionato Italiano non aveva Milenkovic, squalificato, e ha lasciato inizialmente in panchina tre pilastri come Bonaventura, Torreira e Gonzalez. Vero che il centrocampista uruguaiano non era al 100% e che gli altri due, seppur raramente, sono stati esclusi dai titolari anche in altre circostanze, ma è apparso evidente che i viola hanno dato priorità all’impegno in Coppa Italia. La Fiorentina ha affrontato la Juventus solo alla Stadium in questa stagione e ha perso 1-0 per un gol di Cuadrado allo scadere. All’epoca Vlahovic vestiva la maglia viola, ma fu contenuto da De Ligt e Rugani, ma la differenza di valori, considerando anche le tante assenze tra i bianconeri, non è così ampia da non poter credere nello sgambetto. Del resto in campionato le due squadre sono divise da 8 punti, ma la Fiorentina ha una gara da recuperare.

FIORENTINA-JUVENTUS, ALLEGRI CON MEZZA SQUADRA FUORI

Alla Fiorentina mancheranno Martinez Quarta, squalificato, e Nastasic, infortunato, mentre la Juventus si presenterà al Franchi senza Alex Sandro, Bernardeschi, Chiellini, Chiesa, Dybala, Rugani, Kaio Jorge, McKennie e Zakaria. Sono nove indisponibili, cui va aggiunto un Bonucci a mezzo servizio, considerando che Allegri ha già annunciato che andrà solo in panchina, e un Cuadrado in odore di riposo per turnover, mentre l’avvicendamento tra i pali Perin-Szczesny è una scelta dell’allenatore. Stando ai rumors della vigilia, il baby che giocherà titolare sarà Aké, probabilmente da esterno destro di un rispolverato 3-5-2, dove Danilo e De Sciglio, abitualmente terzini, giocheranno da braccetti difensivi. Esperimenti necessari ma comunque azzardati per una semifinale di Coppa Italia.

FIORENTINA-JUVENTUS, PIATEK CONTRO VLAHOVIC

La Fiorentina ha superato due turni complicatissimi in Coppa Italia battendo in sequenza Napoli e Atalanta in trasferta dopo aver eliminato Cosenza e Benevento in precedenza. Protagonista assoluto è stato Krzysztof Piatek, autore di tre reti in due partite e stasera ancora titolare malgrado la brutta prova con il Sassuolo, quando è stato Cabral, la sua riserva, a segnare. Il polacco avrà una responsabilità in più stasera, perché dovrà impedire che i tifosi della Fiorentina avvertano la mancanza di Vlahovic, ovviamente il vero spauracchio per la difesa viola. La sfida tra i due bomber è quella che catalizza l’attenzione, ma è possibile che la partita si decida altrove, innanzitutto a centrocampo, dove il pressing alto di Italiano può mettere in difficoltà una mediana poco dinamica come quella composta da Locatelli, Arthur e Rabiot, e poi sugli esterni, con Gonzalez che sul lato di Pellegrini e De Sciglio ha le armi per far male. Allegri giocherà prevedibilmente una gara attendista e proverà a innescare le punte in profondità: con uno come Vlahovic (senza sottovalutare il rigenerato Morata) può bastare.

FIORENTINA-JUVENTUS, LE PROBABILI FORMAZIONI

Fiorentina (4-3-3): Terracciano; Odriozola, Milenkovic, Igor, Biraghi; Bonaventura, Torreira, Castrovilli; Gonzalez, Piatek, Sottil. All. Italiano

Juventus (3-5-2): Perin; Danilo, De Ligt, De Sciglio; Aké, Locatelli, Arthur, Rabiot, Pellegrini; Vlahovic, Morata. All. Allegri.

(Credits: Getty Image)

(166)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE