COPPA ITALIA PREVIEW NAPOLI – FIORENTINA

COPPA ITALIA PREVIEW NAPOLI – FIORENTINA

COPPA ITALIA PREVIEW NAPOLI – FIORENTINA

30
0

Napoli-Fiorentina è l’ottavo di finale più intrigante del tabellone di Coppa Italia. Si gioca nel tardo pomeriggio di oggi, alle ore 18, allo stadio Maradona, e mette di fronte (unico caso su otto) due squadre in lotta per l’Europa in campionato. Una gara che promette spettacolo per il valore delle due rose, per il calcio che hanno offerto fino ad oggi e perché i due allenatori non sono intenzionati a un turnover massiccio.

NAPOLI, È L’ORA DI TUANZEBE

Partiamo dal Napoli, dove è arrivata l’ora di Axel Tuanzebe. Il difensore inglese di origini congolesi è arrivato in prestito dal Manchester United e dovrebbe giocare titolare accanto a Rrahmani, con Juan Jesus che si sposta a sinistra per far rifiatare Ghoulam. Subito una prova dura per l’ultimo rinforzo di Spalletti: potrebbe ritrovarsi contro Dusan Vlahovic o un altro nuovo acquisto, Krzysztof Piatek, e dovrà dimostrare di poter imitare il percorso di Anguissa, arrivato in estate a fari spenti e rivelatosi subito un perno del centrocampo azzurro prima dell’infortunio e della convocazione in Coppa d’Africa.

FIORENTINA, IKONÉ ANCORA IN PANCHINA

Jonathan Ikoné al momento è il colpo più caro della sessione invernale di mercato in Serie A, considerando che l’Atalanta non ha ancora annunciato l’acquisto di Jeremie Boga. L’esterno arrivato dal Lille ha esordito nella disfatta viola a Torino subentrando nel finale a Gonzalez sul 4-0 e oggi potrebbe andare ancora in panchina, anche se scalpita per un posto da titolare. Più facile, come detto, che Italiano schieri Piatek dal 1’, per far riposare Vlahovic in vista dell’impegno di campionato contro il Genoa, ma anche in questo caso non c’è nessuna certezza.

NAPOLI-FIORENTINA, GLI SPAURACCHI SONO MERTENS E BONAVENTURA

Il Napoli ha recuperato Meret, Malcuit e Lozano, che si sono negativizzati e dovrebbero andare in panchina, quasi certamente insieme a Fabian Ruiz, non ancora pronto per partire titolare. Sono ancora positivi Zielinski e Mario Rui, sono fuori per i rispettivi infortuni Osimhen e Insigne, mentre Ounas, Koulibaly e Anguissa sono in Coppa d’Africa. Non ne restano molti, così è possibile che a Mertens venga chiesto uno sforzo supplementare, ancora da trequartista dietro Petagna come contro la Samp: i sette gol segnati in carriera alla Fiorentina, compreso quello nella finale di Coppa Italia del 2014, saranno uno stimolo in più. I viola sono senza Benassi, Martinez Quarta e Sottil, più Amrabat, impegnato con la nazionale marocchina, mentre Dragowski potrebbe riprendersi il posto da titolare tra i pali. Per Italiano ci sono decisamente meno problemi di formazione, ma solo dubbi legati alla condizione dei singoli e voglia di riscatto dopo il crollo di Torino di lunedì, nella prima gara del 2022. Anche lui, allora, potrebbe ricorrere a un “veterano”, che non si lascia abbattere alle prime difficoltà: Giacomo Bonaventura ha già segnato 5 gol in passato al Napoli, nessuno in maglia viola, ed è pronto a caricarsi la squadra sulle spalle.

NAPOLI-FIORENTINA, LE PROBABILI FORMAZIONI

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Tuanzebe, Juan Jesus; Demme, Lobotka; Politano, Mertens, Elmas; Petagna. All. Spalletti

Fiorentina (4-3-3): Dragowski; Venuti, Milenkovic, Nastasic, Biraghi; Bonaventura, Torreira, Duncan; Gonzalez, Vlahovic, Saponara. All. Italiano

(Credits: Getty Image)

(30)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE