Se gli juventini sono allegri, i milanisti brocchi

Se gli juventini sono allegri, i milanisti brocchi

Se gli juventini sono allegri, i milanisti brocchi

1.39K
0

La Coppa Italia è come quella ragazza bruttina che in discoteca snobbano tutti, ma che a fine serata diventa improvvisamente l’unica tua ragione di vita: dopo aver fallito tutti i tuoi obiettivi principali, ad un certo punto faresti di tutto per portartela a casa.

È quello che deve avere pensato il Milan che, dopo la terza stagione consecutiva fuori dall’Europa, puntava tutto sulla coppa di Lega per non essere costretto a buttare nel WC la stagione appena conclusa. Balotelli ha preso alla lettera la questione: l’attaccante rossonero era in procinto di entrare nei tempi supplementari, ma all’ultimo secondo si è visto preferire il giovane Mauri. La reazione? Corsa furiosa negli spogliatoi, con immediata smentita di eventuali polemiche da parte della società: “Balotelli è rientrato negli spogliatoi solo ed esclusivamente per espletare un suo bisogno fisiologico” è ciò che ha riportato il sito ufficiale.

La finale di sabato sera si può riassumere con questa frase pronunciata da un giocatore della Juve a microfoni spenti: “Stasera noi abbiamo giocato al 10% del nostro potenziale, il Milan al 110%. E abbiamo vinto noi”. Cosa mai più vera, visto che il Milan ha tenuto le redini della partita per tutto il primo tempo. Nella prima ora di gioco la Juve è stata brutta quanto le capigliature di Pogba. È infatti lo stesso francese a suonare l’allarme tra i suoi: se avessero perso la coppa, il centrocampista non avrebbe avuto niente da farsi disegnare sulla testa dal suo barbiere.

Il Milan corre, sgomita e suda quasi come me quando contatto tutti gli esseri di sesso femminile della mia rubrica per non passare il San Valentino da solo.

Conclusione? In entrambi i casi le uniche due palle giocabili non vengono insaccate in rete.

La partita si dilunga fino ai tempi supplementari, quando gli inserimenti di Cuadrado e Morata permettono alla Juve di andare in vantaggio e realizzare il secondo “doblete” consecutivo.

Milan attapirato e Juve sul tetto d’Italia. Milanisti brocchi, juventini allegri..

La stagione si conclude qui: adesso è tempo di lasciare da parte la propria fede e trovarsi tutti insieme a tifare Italia. Sotto con gli Europei!

(Credits: La Presse)

(1388)

Chiamarsi Bomber "...tra amici senza apparenti meriti sportivi..." Birrette, serate, calcetto, belle donne, poca cognizione, tatuaggi, vita sregolata....

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI