Derby Days del weekend

Derby Days del weekend

Derby Days del weekend

70
0

Gijon – Oviedo: Spagna LaLiga 2 (sabato ore 20.30)

 

La storia

Iniziamo i nostri derby di Pasqua nella zona nord ovest della Spagna, il principato delle Asturie, è uno dei derby più caldi del paese. I due protagonisti sono Gijon, la città più grossa della regione e Oviedo, la capitale. Il “Derbi Astur” nel dialetto locale è nato nel 1926 con la prima partita di campionato regionale delle Asturie, mentre la prima partita di campionato spagnolo è stata nel 1929, nella seconda divisione, con l’esordio del Derby nella prima divisione nel 1944. Guardando i numeri degli scontri diretti Oviedo ha vinto di più ma è stato Gijon che ha passato più tempo nel campionato maggiore del paese. Infatti, è una delle nove squadre che non ha mai giocato in un livello sotto la seconda divisione. Durante i primi anni 2000 Oviedo ha avuto la vergogna locale di giocare il derby contro le riserve del Gijon dopo la sua retrocessione alla terza e quarta divisione. Le due squadre sono tornate a giocare insieme nella seconda divisione nel 2017 quando i tifosi purtroppo hanno mostrato tanta voglia di conoscersi bene dopo questa lunga assenza. Comunque, sono stati molto uniti all’inizio del secolo quando c’erano voci in giro che parlavano di una fusione delle due squadre per creare una squadra unica: il Real Asturias. Questa squadra avrebbe dovuto giocare in un super stadio a metà strada tra Gijon e Oviedo. Fortunatamente l’idea non è mai decollata, sarebbe stata sicuramente una delle decisioni più folli della storia del calcio spagnolo.

 

La partita

Il campionato di Spagna 2 è una bella maratona con 42 giornate (ne mancano ancora sette) e una serie di Playoff per le squadre che si trovano dal terzo al sesto posto della classifica. In questo momento Oviedo si trova nel sesto posto grazie a tre vittorie di fila. L’obbiettivo di Gijon è più modesto: la salvezza. Dovrebbe farcela perché hanno dieci punti in più di Amorebieta in 19° posto (scendono le ultime quattro direttamente senza un playout), ma siccome la matematica può essere molto cattiva, ci sono ovviamente tanti dubbi nei cervelli dei giocatori e tifosi. Negli ultimi dieci derby, Gijon ne ha vinto solo uno nel 2019 e in un campionato dove ci sono sempre stati pochi gol, non è una sorpresa che in queste partite sono stati segnati solo 17 gol. Partita con pochi gol, ma con tanta tensione… il classico Derby! Il sito che vende i biglietti online per i tifosi di Gijon è crollato ad un certo punto insieme al sistema della biglietteria. Ovviamente i tifosi sperano che la squadra non farà la stessa cosa questo weekend.

 

 

Lille – Lens: Francia Ligue 1 (sabato ore 21.00)

 

La storia

Passiamo dal nord ovest della Spagna al nord est della Francia per il derby tra Lille e Lens, il “Derby Du Nord”. Ci sono solo quaranta chilometri tra questi due rivali, ma le due città sono molto diverse, Lille è una città rinnovata e moderna, è anche un nodo importante per le ferrovie internazionali tra Francia, Inghilterra e Belgio mentre Lens è una città industriale. Lo stesso discorso vale per gli stadi: Lille ha uno stadio nuovo costruito nel 2012 mentre Lens gioca ancora nello stadio Bollaert-Delelis, costruito in uno stile parecchio inglese. È molto interessante il fatto che i tifosi di Lille provengono in maggioranza dalla città e sobborghi, mentre i tifosi di Lens si trovano in tutte le regioni del Nord Pas De Calais e Picardie. Ci sono anche tanti tifosi inglesi, con la città vicino al tunnel sotto la Manica e uno stadio molto caldo, è un viaggio abbastanza facile da fare.
Lille è la squadra che ha avuto più successo, ha vinto il campionato quattro volte in confronto con Lens che ha alzato il tricolore una sola volta in 1997/98 e non ha mai vinto la Coppa di Francia, cosa che Lille ha vinto ben sei volte. Questa superiorità si vede anche negli scontri diretti ma non è per niente è una cosa a senso unico, nelle partite in Ligue 1 Lille ha vinto 35 e Lens 28 con 31 pareggi.

 

La partita

Qui abbiamo due squadre alla caccia di posti nelle Coppe Europee, probabilmente al massimo l’Europa League che sarebbe un gran successo per Lens mentre per Lille, dopo la vittoria del campionato la scorsa stagione, viene considerata una delusione. In questo momento solo i primi cinque posti garantiscono le coppe Europee, ma con il finale della Coppa di Francia tra Nizza e Nante, non è garantito anche il sesto posto quindi una vittoria domani sarà molto importante per entrambe le squadre. Ora è troppo tardi per il primo posto, ma finalmente Lille sta mostrando un po’ della forma dell’anno scorso, con otto partite imbattute nel campionato, ma l’ultima sconfitta, 5 a 1 in casa contro PSG ha mostrato come la squadra è lontana da quello che è successo la scorsa stagione. Lens ha fatto una stagione molto consistente: sei partite senza vittorie in campionato e per concludere l’anno 2021 questo è stato l’unico punto negativo. Le squadre si sono incontrate già due volte in questa stagione, Lens ha vinto la partita di andata poi ha ripetuto questo trionfo nei sedicesimi di coppa, vincendo dopo ai rigori. Non c’è due senza tre? Vediamo domani… i tifosi di Lens sono belli carichi, non possono essere presenti allo stadio domani dopo qualche tafferuglio durante la partita di andata (manca l’ultima risposta all’appello di protesta alla prefettura ma sembra molto più no che sì) ma c’erano quasi 6000 presenti all’allenamento aperto a tutti i mercoledì scorsi per spingere i giocatori.

 

 

Panathinaikos – Olympiacos: Grecia Super League (domenica ore 20.30)

 

La storia

Concludiamo in Grecia con il Ντέρμπι των αιωνίων αντιπάλων, o se preferite il Derby dei rivali eterni tra i due big del calcio greco, Panathinaikos e Olympiakos. Ha anche un altro nome, “La madre di tutte le battaglie”, roba tranquilla no?! Questa è un’altra sfida nata tra due realtà geograficamente e culturalmente diverse. Panathinaikos è stato fondato nel 1908 nel centro della città di Atene, considerato una parte della ricca società della capitale del paese, mentre Olympiacos è stato fondato nel 1925 in Piraeus, una città portuale ai sobborghi di Atene dove abitava la gente della classe operaia. Per quello i tifosi di Panathinaikos chiamano loro cugini i “Gavroi”, che è un tipo di pesce, forse pescato proprio a Piraeus. Chiaramente queste differenze non ci sono in questa epoca moderna come nel passato, la città di Atene è cresciuta quasi tanto che ha effettivamente mangiato Piraeus, ma rimane il fatto che chi si sente escluso culturalmente o politicamente tifa Olympiacos, anche se vive lontano da Piraeus. In un paese dove ogni partita di calcio potrebbe esplodere, chiaramente questi derby sono pieni di tensione con pochi poliziotti che hanno il giorno di riposo quando c’è un Derby. Entrambe le società sono polisportive, c’è sempre grandi tensioni anche alle partite di Basket, Pallavolo e Pallanuoto tra queste due squadre. Storicamente Olympiacos ha vinto più titoli, 46 contro 20 (per quello è conosciuto come il Re del Calcio Greco) mentre Panathinaikos ha avuto più successo in Europa. Non c’è stato mai una vittoria di una squadra greca nelle coppe europei, ma Panathinaikos è stato il più vicino, arrivando nel finale della Coppa dei Campioni del 1971 quando ha perso contro l’Ajax a Wembley. Questo vantaggio nei campionati vinti si rispecchia negli scontri diretti, con Olympiakos in vantaggio 50 a 31 in partite giocate nella Super Lega Greca che è nata nel 1959.

 

La partita

Tranne una retrocessione, forse la cosa peggiore per un tifoso è vedere l’avversario che vince qualcosa proprio in questo derby ed è proprio quello che potrebbe succedere domenica perché se Olympiakos vincesse, vuol dire che vincerebbe di conseguenza il campionato. Ma ci sta che forse avrebbe già vinto perché se PAOK non vince contro Aris due ore prima, questo anche vuole dire che nessuno può superarle. Insomma, una partita da evitare per i tifosi di Panathinakos, ma non se lo possono permettere perché la squadra ha bisogno di punti per arrivare almeno nella Conference League la prossima stagione anche se la Europa League rimane una possibilità perché la squadra è ancora nella Coppa di Grecia dove sono alle semifinali. Le due partite tra le due squadre in questa stagione sono finite zero a zero, molto diverso dalla scorsa stagione quando i tre derby hanno generato ben 12 gol. Ovviamente non vedremo 12 gol stasera per pareggiare i conti, ma non ci vuole proprio una terza partita con le reti inviolate! Non so se è un segno per la partita di domenica ma lunedì scorso Olympiacos ha battuto Panathinaikos nel campionato di basket per assicurare il primo posto nella classifica prima che iniziano i Playoff.

 

Adam Grapes

(Credits: Getty Images)

(70)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE