DERBY DAYS DEL WEEKEND

DERBY DAYS DEL WEEKEND

DERBY DAYS DEL WEEKEND

59
0

Bohemians-Shamrock Rovers: Irlanda Premier League (stasera ore 20.45)

 

La storia

La temperatura sta aumentando, e in questa edizione del Derby Days diamo un’occhiata a tre partite dei campionati che ci faranno compagnia durante l’estate. Norvegia ed Estonia giocano in questo periodo per motivi climatici, mentre il campionato irlandese si è spostato ad una stagione estiva per recuperare tifosi che attraversavano il Mar Irlandese ogni weekend per vedere squadre inglesi e scozzesi, soprattutto Liverpool, Manchester United e Celtic. Ha avuto un po’ di successo, il pubblico negli stadi è aumentato, poi le partite il venerdì sera quando i campionati britannici sono ancora attivi dà la possibilità ai tifosi di arrivare oltremare per le partite di Premier League o Scottish Premiership il giorno dopo. Non mancheranno i tifosi a Dalymount Park stasera, sarà il tutto esaurito per il derby di Dublino tra Bohemians e Shamrock Rovers. È un derby tra due squadre divise geograficamente, Bohemians è nato nel nord della città mentre Shamrock Rovers è del sud anche se durante la storia è stato costretto a giocare ogni tanto altrove. Dal 1987 al 2009 Shamrock Rovers è stato senza uno stadio dopo la vendita dello storico Glenmalure Park. La squadra ha anche giocato un paio di stagioni a Dalymount Park, la casa del Bohemians, ma i tifosi Shamrock hanno effettivamente boicottato queste partite. Il periodo “Senza Tetto” (quando la media del pubblico alle partite era circa 1000 persone) è terminato nel 2009 quando Tallaght è diventata la casa di Shamrock, situato ovviamente nel sud della città. Sul campo, Shamrock è la squadra irlandese che ha avuto più successo vincendo 19 campionati mentre i successi di Bohemians erano principalmente negli anni ‘20/’30 e all’inizio del XXI° secolo. Nei primi anni del calcio, a Dublino la rivalità principale è stata tra Bohemians e Shelbourne, ma tutto è cambiato nel 1923 quando in una partita di coppa due giocatori di Bohemians hanno lasciato il campo in barella dopo falli dai giocatori di Shamrock Rovers, e al fischio finale il difensore di Bohemians, Ernie Crawford, ha tolto la sua maglietta e ha sfidato l’avversario di Shamrock, Bob Fullam, ad un incontro di boxe a mani nude. Crawford è stato anche il capitano della squadra di rugby irlandese, non c’è scritto come è finita la rissa, ma sembra che lui sia stato un netto favorito. C’è stato un periodo quando Drumcondra è stata la squadra principale del nord della città, ma dopo il suo fallimento negli anni ’70, Bohemians-Shamrock è diventato il Derby di Dublino con tanta tensione dentro e fuori il campo.

 

La partita

Shamrock Rovers è ben messo per un possibile terzo titolo in tre anni. Dopo due sconfitte nelle prime quattro giornate, ha vinto quattro partite di file per arrivare al secondo posto ad un solo punto dietro la  capolista Derry City (che è di Londonderry nell’Irlanda del Nord, ma gioca nel campionato irlandese, ci vorrebbe un articolo intero per spiegare perché, comunque è tutto collegato al settarismo).Bohemians si trova a metà classifica, ma potrebbe ancora arrivare almeno nei posti europei e ripetere l’avventura in Conference League di questa stagione, quando è arrivata nel terzo turno di qualificazione. Ha fatto ben sei pareggi nelle undici giornate giocate, se riesce a convertire questi pareggi in vittorie nelle prossime giornate chissà se può anche mettere un po’ di pressione in cima alla classifica, è dal 2009 che non vince il campionato. Ci saranno quattro derby durante la stagione in campionato, (il calendario prevede un doppio andata e ritorno), il primo è terminato 1 a 0 per Shamrock Rovers mentre il bilancio della scorsa stagione è stato favorevole a Bohemians, hanno vinto due partite nel campionato insieme a una vittoria negli ottavi della Coppa (partita da urlo con due espulsioni e il gol vincente al 91° minuto!), Shamrock ne ha vinta una, poi c’è stato un pareggio, stranamente l’unico negli ultimi dieci scontri diretti. Come detto in apertura, la partita di stasera è tutto esaurito, i tifosi di Shamrock Rovers hanno fatto una lunga fila per ottenere i biglietti per il settore ospiti e per passare il tempo in coda alcuni hanno fatto un barbecue, non male come passatempo in attesa per l’apertura della biglietteria!

https://www.irishmirror.ie/sport/soccer/shamrock-rovers-fans-enjoy-bbq-26745579

 

 

Flora Tallinn – Levadia Tallinn: Estonia Premium Liiga (domenica ore 16.15)

 

La storia

Il calcio è uno sport popolare in Estonia, ma per via delle temperature basse all’inizio e alla fine della stagione non è molto seguito allo stadio, gli sportivi preferiscono la pallacanestro e l’hockey su ghiaccio per quanto riguarda le presenze agli avvenimenti sportivi. Ma il derby di Tallinn questo weekend può riscaldare gli animi. Queste due hanno dominato il calcio estone, vincendo 23 dei 31 campionati disputati. Flora (nominato in onore della dea romana) è stata fondata nel 1990 dopo la dissoluzione dell’Unione Sovietica. Ha vinto il suo primo campionato nel 1994/95 (quando il campionato si disputava ancora in inverno) e nel 2001 ha cambiato stadio andando al nuovo Lillekula Stadium, il più grande in Estonia con più di 14.000 posti. L’anno scorso ha fatto la storia, essendo la prima squadra estone ad arrivare nei gironi di una coppa europea (Girone B di Conference League). Non si è qualificato per la fase finale, ma è riuscito a vincere una partita contro Partizan Belgrado.
Levadia è stata fondato nel 1998, non in Tallinn ma in Maardu, una città a pochi chilometri dalla capitale. È iniziata la sua vita nella seconda divisione, ma ha aspettato poco tempo per fare la storia, vincendo subito il campionato nel 1999, è diventata la prima squadra nella storia del calcio estone a vincere il Campionato, Coppa e Supercoppa nello stesso anno. Non è ancora andato molto avanti nelle coppe Europee come il Flora, ma è stata la prima squadra di Estonia a superare i turni di qualificazione. È successo nella Coppa UEFA 2006/07 quando è riuscita ad affrontare il Newcastle nel primo turno. Ha giocato allo stadio Kadriorg fino al 2018, poi si è spostato a fare compagnia al Flora nello stadio Lillekula.

L’ultima giornata della scorsa stagione ci ha regalato proprio uno scontro diretto per decidere chi avrebbe vinto il titolo. La partita è stata Flora – Levadia, giocata per via della neve al campo di allenamento Sportland Arena dove nel campo sintetico si poteva giocare e la squadra di casa ha dovuto vincere per aggiudicarsi il campionato mentre per Levadia bastava un pareggio. Alla fine, pareggio fu, un 2 a 2 a cui non sono mancati per niente momenti di tensione. Flora non è mai stata in vantaggio, quindi Levadia ha sempre tenuto il campionato in tasca, ma ha dovuto giocare gli ultimi venti minuti in dieci. Così Levadia si è avvicinato a Flora per il numero di campionati vinti, ora sono a 10 contro 13.

 

La partita

È già la terza volta che le due squadre si incontrano nel 2022. Levadia ha vinto la Supercoppa dopo i calci di rigore, mentre Flora ha vinto 2 a 0 nei quarti di finali della Coppa. Negli ultimi dieci scontri diretti del campionato Flora ha dominato e Levadia ha vinto uno solo di questi Derby. Prevedibilmente le due squadre sono prima e seconda in classifica, Flora a 100% di vittorie dopo otto partite mentre Levadia ne ha vinte sei su sette, pareggiando contro Kalju. Basta guardare la colonna della classifica delle reti subite per capire come queste due squadre dominano, nelle quindici partite hanno subito insieme solo cinque gol. Meno male che non giocano più in inverno, i portieri rischierebbero di prendere veramente un colpo di freddo con così poco da fare!

 

 

Rosenborg-Molde: Norvegia Eliteserien (domenica ore 20.00)

 

La storia

Dopo un derby stracittadino di alta tensione ed un derby stracittadino di bassa tensione passiamo ora alla nostra terza partita, un derby basato non sulla geografia ma su una rivalità generale tra due delle squadre più forti del campionato norvegese. Sono 220km tra la città di Molde e Trondheim, dove si trova Rosenborg, ma ci vogliono 4 ore in macchina. In Norvegia le distanze sono diverse a quelle in Italia e Inghilterra. Nel 1998 sono andato con mio padre a vedere un’amichevole di Southampton in un posto che non sembrava lontano dalla città di Bergen. Abbiamo noleggiato una macchina e siamo partiti. Tre ore dopo, con due battelli in mezzo, siamo arrivati in questa città che sembrava vicinissima da dove siamo partiti! Torniamo al calcio, questa è una rivalità che è nata negli anni ’90 quando Rosenborg ha dominato il calcio norvegese e Molde ha fatto una crescita che ha portato la squadra a diventare la sfidante principale. Questo è stato veramente un periodo d’oro per la squadra di Trondheim, Rosenborg ha vinto il campionato nel 1992 ma questo non bastava, dopo ne ha vinte ben tredici di fila. Chiaramente le avventure anche nelle Coppe Europei hanno portato tanti vantaggi fiscali alla squadra ed è diventato sempre più difficile raggiungere Rosenborg. Ma nell’inizio del nuovo secolo altre squadre hanno approfittato di investimenti importanti e la situazione è diventata più equilibrata. Fino agli anni ’90, Molde è stata una squadra che girava tra la prima e seconda divisione. Infatti, tra il 1978 e il 1984 non hanno giocato nello stesso campionato per due stagioni consecutive, facendo tre promozioni e tre retrocessioni. La svolta è arrivata nel 1993, Molde è stato retrocesso ma due imprenditori hanno iniziato a mettere soldi nella società. La squadra è stata promossa subito ed è nato il periodo della “Silver Generation”, “La Generazione di Argento”, purtroppo argento perché non è mai riuscito a superare Rosenborg, ottenendo tanti secondi posti. Il suo momento di gloria è arrivato dopo il 2010, Rosenborg è andato in declino e Molde è riuscito a vincere quattro campionati con Ole Gunnar Solskjaer in panchina. Ora entrambe squadre stanno cercando di sostituire Bodo Glimt nel primo posto del podio, così forse potranno giocare contro la Roma nella prossima stagione!

 

La partita

La stagione norvegese è solo alla quarta giornata quindi non si possono fare ancora grosse analisi della stagione in corso. Gli anni della dominazione del Rosenborg ormai sono passati ed un altro campionato combattuto è previsto. Molde ha perso in casa contro Lillestrom lunedì scorso mentre Rosenborg è ancora imbattuto, aprendo la stagione con un 2 a 2 contro Bodo Glimt, i campioni in carica. C’erano ben dieci gol nei due scontri diretti la scorsa stagione, speriamo in una sagra di gol anche questa domenica. I tifosi di Rosenborg accetterebbero volentieri qualche gol in meno con un esito diverso, Molde ha vinto tutte e due le partite, solo per la seconda volta nella storia che ha fatto la doppietta stagionale dall’inizio del Norwegian Eliteserien.

 

Adam Grapes

(Credits: Getty Images)

(59)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE