DYBALA ALL’INTER? JOYA-JUVENTUS, L’ACCORDO C’è GIà

DYBALA ALL’INTER? JOYA-JUVENTUS, L’ACCORDO C’è GIà

DYBALA ALL’INTER? JOYA-JUVENTUS, L’ACCORDO C’è GIà

222
0

In Argentina dicono che Paulo Dybala non sia particolarmente euforico: colpa del mancato (finora) accordo di rinnovo con la Juventus a margine di una trattativa che pare non decollare per davvero. A frenare l’accordo tra l’argentino e la Vecchia Signora, una distanza economica che, a oggi, ha impedito l’intesa. Le cifre richieste dall’entourage dell’argentino sarebbero eccessive per la dirigenza bianconera, che non sarebbe disposta – tra parte fissa e bonus – a superare i 9,5 milioni netti all’anno. E’ su questi margini economici che si sta giocando il futuro della Joya, convinto di dover essere trattato alla stregua dei top player. Questo si dice nella terra di Maradona. M è così davvero?

E’ proprio in questo solco che si è venuto a creare che cercheranno di infilarsi i club interessati al giocatore: si parla con insistenza di Barcellona, Inter e Tottenham. Se dei blaugrana si dice da tempo, fin da quando c’era ancora Leo Messi e pareva che la ricomposizione della coppia Messi-Dybala potesse essere un interesse prioritario per la dirigenza spagnola, la vera novità sarebbe l’insistenza in pressing dell’Inter che avrebbe fiutato l’opportunità di poter arrivare al giocatore che sarebbe perfetto per gli schemi di Simone Inzaghi.

Beppe Marotta avrebbe già intavolato un percorso per arrivare al 10 bianconero: si tratterebbe sulla base economica di 7,5 milioni per 5 anni e non vi sarebbe alcun esborso per l’acquisto del cartellino, visto che il contratto di Dybala con la Juve scade tra sei mesi. L’ipotesi pare avere un fondamento di concretezza solo perché si basa su un presunto allontanamento tra l’entourage di Dybala e i dirigenti della Juventus che, Maurizio Arrivabene in primis, non le stanno mandando a dire all’argentino, punzecchiandone l’orgoglio nel rimarcare – tra le righe – che un top player deve dimostrare sul campo di essere tale.

A che punto siamo? Questo: tra Dybala, i suoi rappresentanti e la Juventus c’è stata una stretta di mano a ottobre e una intesa teoricamente raggiunta sulla base di 8 milioni netti a stagione più eventuali bonus che garantirebbero a Dybala ulteriori 1,5 milioni. Se da questa intesa non si tira indietro nessuno, Dybala resterà bianconero. Il problema, semmai, potrebbe arrivare solo se una delle parti iniziasse a fare un gioco – al rialzo Dybala, al ribasso la Juventus – che vanificherebbe l’accordo raggiunto.

Arrivabene gli ha di recente inviato un messaggio nemmeno tropo velato:

Voglio vedere carattere, grinta e voglia di vincere. Chi porta il numero 10 nella Juve deve rendersi conto del peso che ha questo numero per noi. Il discorso che ho fatto su di lui vale per tutti.

La Juventus potrebbe decidere che Dybala non vale quei soldi. Dybala potrebbe essere lusingato da offerte superiori che qualche club sarebbe disposto a garantirgli (certamente non l’Inter, semmai il Tottenham di Antonio Conte che, allo stato attuale, pare il club più nelle possibilità di spendere a cuor leggero). Va tenuto presente, infatti, che l’offerta dell’Inter è inferiore alla proposta di rinnovo della Juventus sebbene vi sia riscontro da più parti del fatto che Marotta avrebbe contattato telefonicamente l’agente del giocatore, Jorge Antun.

Il quadro sul futuro di Paulo Dybala è presto fatto: l’intesa tra galantuomini con la Juventus già c’è, il calciatore pensa al rinnovo, il club non ha motivo di pensare di perderlo. Poi, certo, da qui alla firma sul contratto potrebbe accadere di tutto. Perché la riflessione a monte è sempre la stessa: se l’argentino vuole restare e il club punta su di lui, perché non hanno ancora firmato?

(Credits: Getty Image)

(222)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE