Europa League | La grande abbuffata

Europa League | La grande abbuffata

Europa League | La grande abbuffata

22
0

Quindici match in programma oggi per i sedicesimi di Europa League, con la sola eccezione del Tottenham che ha anticipato ed è già agli ottavi. Spurs che si godranno dal divano i numerosi scontri ancora in bilico per il passaggio del turno. Esaminiamo per voi gli spunti più interessanti per alcuni dei match in palinsesto (lasciando da parte le italiane).

 
SARÀ ANCORA FIERA DEL GOAL?
Sono state diverse le gare di andata ricche di reti e spettacolo e da cui ci si aspettano fuochi d’artificio anche nel ritorno: fra queste citiamo il 3-2 esterno della Dinamo Zagabria contro il Krasnodar, il 4-2 casalingo dell’Olympiacos contro il Psv, il 4-3 dello Young Boys in casa contro il Leverkusen, il 4-3 in trasferta dei Rangers sull’Anversa e il 3-3 di Molde-Hoffenheim sul neutro di Villarreal. Tutte gare che rendono i prossimi 90 minuti molto incerti e aperti a ogni previsione. Ci saranno 5 o più goal in ognuno di questi match anche questa volta? Oppure, capita la lezione, le difese delle formazioni coinvolte staranno più attente e il mercato (che pende nettamente verso gare con tante reti) verrà prontamente smentito? Visto quello che è successo giovedì scorso tutto è possibile, come aspettarsi qualche ribaltone (dove la squadra vincente ai 90 minuti vada prima sotto nel punteggio) non è poi così improbabile.

 
SUPPLEMENTARI? PERCHÈ NO?
Fra i match più equilibrati del turno di andata ci sono stati i pareggi 1-1 fra Dinamo Kiev e Brugge, fra Benfica e Arsenal e lo 0-0 fra Slavia Praga e Leicester. Nelle rispettive gare di ritorno gli addetti ai lavori vedono nelle proiezioni i padroni di casa avanti: nei 90 minuti infatti i belgi sono dati al 48% sugli ucraini, i Gunners al 57% sulle aquile (sul neutro di Atene) e le Foxes al 64% sui cechi. Ma il tatticismo e la grande battaglia a centrocampo che ha contraddistinto le tre gare, ci possono fare pensare ad altri 90 minuti equilibratissimi. Sempre che 90 minuti basteranno e non fossero necessari supplementari ed eventuali calci di rigore….

 
RIMONTE IMPOSSIBILI?
Fra le formazioni che sembrano ormai spacciate ci sono gli israeliani del Maccabi Tel Aviv sconfitti in casa 2-0 all’andata dallo Shakhtar Donetsk e gli austriaci del Salisburgo che hanno perso il primo round fra le mura amiche anche loro per 2-0 contro il Villarreal. Chance risicate di poco superiori al 10% secondo gli esperti per una clamorosa remuntada che porti al passaggio del turno sia per Maccabi che per Salisburgo. Ma la UEL ci ha abituato a tutto. In questa competizione meglio non dare nulla per scontato.

 
(Credits: Getty Images)

(22)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE