Europa League, andata ottavi di finale

Europa League, andata ottavi di finale

Europa League, andata ottavi di finale

65
0

L’Europa League si mette al passo con la Champions League ed approda agli ottavi di finale dove il cerchio comincia a stringersi intorno alle formazioni più blasonate. Impegnativi gli avversari toccati ad Inter (Eintracht Francoforte) e Napoli (Salisburgo) mentre il Rennes, dopo l’impresa di Siviglia, se la vedrà con l’Arsenal, la più ’francese’ delle formazioni provenienti dalla Premier League. Di rilievo l’incontro Zenit-Villareal. Andiamo a vedere tutti gli otto incontri e le quote connesse.

ZENIT-VILLAREAL (ore 18:55)
Buona quota per lo Zenit in casa contro il Villareal: l’1 è a 2.15 contro il 2 a 3.65. Questo tuttavia non cambia le possibilità di passaggio del turno, leggermente a favore degli spagnoli: 1.75 contro 2.00. Tutto merito del sorteggio che permette al Sottomarino Giallo di giocare l’incontro di ritorno in casa. Tuttavia, basti pensare a come la squadra di Calleja abbia rischiato l’eliminazione contro lo Sporting in casa per capire che lo Zenit se la giocherà sino in fondo qui ed all’Estadio de la Ceramica’. Lo capisce anche Sergei Semak, tecnico dei russi: ’si deciderà tutto nell’arco dei 180’ indipendentemente da come il match finisca domani (oggi –ndr)’ Lo Zenit sperava in un aiuto climatico da parte del rigido inverno baltico che ieri sera faceva segnare -14 sulla colonnina del termometro. San Pietroburgo oggi si è svegliata intorno allo zero assoluto ed umida di nevischio, comunque non una condizione ideale per gli spagnoli abituati alle temperature primaverili già pienamente in voga nel sud dell’Europa. Aggiungiamoci anche le diverse assenze, ed il risultato di San Pietroburgo potrebbe riservarci delle sorprese.

RENNES-ARSENAL (ore 18:55)
L’Arsenal è una delle squadre che il Rennes probabilmente si augurava di non pescare dall’urna di Nyon insieme a Chelsea, Napoli, Inter e Siviglia. Ma d’altro canto, per il ’Roazhon Park’ (30,000 posti) questo è un evento nell’evento: per la prima volta, infatti, Le Rouges et Noirs arrivano così lontano in una competizione europea e l’arrivo dell’Arsenal celebra l’impresa di una squadra che mescola sapientemente gioventù ed esperienza. Il simbolo dell’ultima è Ben Arfa, indiscussa stella dell’XI di Stephan che vuole continuare a stupire. Emery lo sa e gli dedica qualche pensiero speciale: ’dobbiamo tenere sotto controllo la sua qualità e le sue capacità, perchè nelle due partite contro il Betis ha giocato molto bene con ottime prestazioni.’ Per il Rennes la qualificazione ai danni dei Gunners è a 4.50, tanto ma non tantissimo. Stasera la squadra di Emery rimane favorita: 2 a 1.95 contro il 3.85 dell’1.

SIVIGLIA-SLAVIA PRAGA (ore 18:55)
Cliente peggiore allo Slavia non poteva capitare. Ed infatti la quota del 2 (7.25) ci fa capire come questo confronto sia a senso unico. Il Siviglia non solo può vincere (1 a 1.45) ma può addirittura chiudere il discorso qualificazione (dove le quote sono meno drammatiche: Siviglia a 1.27, Slavia a 3.50) con una settimana di anticipo. Il modo in cui si è sbarazzato della Lazio, eliminandola senza subire reti, ci fa capire che il Siviglia può arrivare sino in fondo in questa competizione facendo apparire la quota di 6.00 come Vincente del torneo, una ghiottissima offerta di investimento. Nemmeno gli infortunati (Nolito, Gnagnon, Gonalons, Escudero) e gli squalificati (Javi Vazquez e Vidal) possono fermare i biancorossi che possono contare su gente del calibro di Quincy Promes, Sarabia, Banega, Ben Yedder e Andre’ Silva. I cechi cercheranno di far arrivare quanti più palloni possibili al gigante Milan Skoda, terminale offensivo del 4-2-3-1 di Trpsovsky che tra gli altri può contare sull’ex cagliaritano Husbauer in cabina di regia. Resistere per dare un senso al ritorno, persino il 2-0 finale (dato a 7.00) sarebbe un gran risultato con cui rientrare a Praga.

DINAMO ZAGABRIA-BENFICA (ore 18:55)
Anche qui incontro, ma solo sulla carta, a senso unico. L’atmofera del ‘Maksimir’ e la freschezza dell’XI della Dinamo, fucina di talenti, non sarà un ostacolo semplice da sormontare per la squadra di Bruno Lage che comunque ha faticato contro il Galatasaray. C’è da ricordare che, tra le Aguias, la stella di 19 anni, Joao Felix (lo vorrebbe la Juve), non ha ancora segnato una rete nelle competizioni europee: la quota per vederlo entrare nel tabellino dei marcatori è di 6.25, perchè no? Tuttavia le quote tutto sommato equilibrate (1 a 3.10 contro il 2.40 del 2) ci fanno capire che la Dinamo se la giocherà al massimo sul proprio prato per mettere pressione ai più titolati avversari che, nei tre unici precedenti, non hanno mai battuto (2 vittorie per il Benfica ed un pareggio).

EINTRACHT FRANCOFORTE-INTER (ore 18:55)
Poteva andare peggio, ma poteva andare decisamente meglio. L’Inter pesca un avversario scorbutico che, nel ritorno del ‘Frankfurt Stadion’, ha polverizzato un avversario di esperienza europea come lo Shakhtar Donetsk (4-1). Per i Nerazzurri, perseguitati dalla telenovela Icardi (a casa anche a questo giro) e dagli infortuni (Nainggolan) si tratta di un impegno decisamente più delicato rispetto al Rapid Vienna, di cui al ritorno si sono sbarazzati senza troppi complimenti portando in rete anche Andrea Ranocchia sempre più a suo agio nella veste di ‘attaccante aggiunto’ vista la carenza della prima linea nerazzurra (in pratica c’è il solo Lautaro). L’Inter è reduce dalla brutta sconfitta di Cagliari, quindi la risposta è attesa stasera a Francoforte. Anche perché, alla vigilia del Derby (si giocherà dopo il ritorno di questa sfida europea) un ulteriore capitombolo potrebbe innestare una nuova spirale di crisi di risultati dopo la breve pausa positiva. Che il momento sia delicato e l’avversario di rango si capisce dalle quote: l’Inter è sfavorita col 2 a 3.30 contro l’1 a 2.25. Spalletti, nel giorno del suo 60esimo compleanno, probabilmente metterebbe una firma sull’X a 3.35 magari con Gol (1.63, mentre Combo X con Gol 4.50).

VALENCIA-KRASNODAR (ore 21:00)

Il Krasnodar arriva alla sfida col Valencia da underdog assoluto. Eppure i coriacei russi sono riusciti a buttare fuori il Bayer Leverkusen grazie al goal fuori casa del ritorno in Germania e promettono battaglia. ’Non vi so dire chi sia il favorito,’ dice Musaev il quale probabilmente ignora le quote dell’1 a 1.43 contrapposta all’8.00 del 2 ’posso solo dirvi che proveremo a giocare per vincere.’ Boom. Tuttavia, una botta di sano realismo lo pervade facendogli affermare che per loro ’il primo compito sarà difendere bene’ e di certo non si può dire che non lo sappiano fare: solo un gol concesso al Leverkusen in 180’ e 8 nella fase a gruppi in 6 partite. Per il Valencia si tratterà di imparare dagli errori dei tedeschi per evitare il classico gol in contropiede che potrebbe paralizzarli condizionandone il resto della prestazione casalinga. Il Gol è dato a 2.10.

NAPOLI-SALISBURGO (ore 21:00)
Partita delicata anche per Ancelotti dopo la felice parentesi Zurigo. Rispetto a due settimane fa è cambiato (se davvero si può dire…) lo status in campionato: il +16 della Juventus è una virtuale ipoteca sullo scudetto che, a meno che non succedano cataclismi, prenderà la via di Torino per l’ottava volta consecutiva. A questo punto, avendo anche abbandonato la Coppa Italia, l’Europa League diventa l’unico e doveroso obiettivo di stagione. Non c’entra nemmeno la qualificazione Champions che conseguirebbe sollevando la coppa a Baku a maggio (in campionato gli 8 punti dal Milan, nuovo inquilino del terzo posto, sembrano abbastanza anche per i valori dimostrati in campo durante la stagione) ma piuttosto la volontà e l’orgoglio di un gruppo che, da anni, arriva sempre vicino ad un obiettivo senza mai raggiungerlo. Perchè arrivarci vicino, si dice, conta solo a bocce. Intanto, però, Ancellotti vorrebbe avvicinarsi alla qualificazione già stasera: ’domani (stasera –ndr) possiamo indirizzare il turno, ma la gara di ritorno sarà decisiva. Servirà una grande prova in modo da ottenere un risultato che ci permetta di gestire il ritorno in maniera diversa.’ Strategia che Marco Rose vuole mandare all’aria avvisando Ancellotti di essere ‘l’Ajax d’Austria’ facendo un chiaro riferimento a quello che è successo martedì sera al Bernabeu. Quote alla mano, un 2 al San Paolo è dato a 6.00 per chi se la sente di rischiare, ed anche la qualificazione dei Tori Rossi è data a 3.00 contro l’1.35 del Ciuccio. Questa è l’Europa League e ci ha abituato a tante sorprese, ma per il bene del calcio italiano (già orfano della Roma e con la Juve in bilico fino alla settimana prossima) speriamo in un’eccezione.

CHELSEA-DYNAMO KIEV (ore 21:00)
La quota del 2 (11.00) ci dice fin troppo quali siano le reali possibilità della Dynamo questa sera a Stamford Bridge. Partita che chiamare ’proibitiva’ è anche poco visto il divario esistente tra le due formazioni. Tuttavia, il tecnico Khatskevich non si dà per vinto e parla di partita con chance al 50% per ciascuna squadra prima del fischio d’inizio. Il problema è che alle 21:00 la partita comincerà e là vedremo quanto i suoi uomini, già pochi causa infortuni e la squalifica di Verbic (’abbiamo un attaccante e solo cinque difensori a disposizione’ ha detto il tecnico alla vigilia), potranno resistere all’ondata Blues. Sul Malmoe si sono abbattute 5 reti tra andata e ritorno, e dopo il filotto di derby vinti (Tottenham e Fulham) in Premier League, il Sarriball promette di abbattersi sui malcapitati ucraini. Invitanti le quote del 3-0 (7.50) o 4-0 (12.00).

(Credits: Getty Images)

(65)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con di... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI