Europa League, le gare del quarto turno

Europa League, le gare del quarto turno

Europa League, le gare del quarto turno

40
2

Giro di boa anche in Europa League dove Milan e Lazio proveranno a chiudere la qualificazione o quantomeno a creare i presupposti per farlo tra due settimane e con 90’ minuti di anticipo. Compito sulla carta più facile per la Lazio: basta vincere stasera e l’Apollon non batte l’Eintracht e non è affatto proibitiva come cosa visto che la vittoria dei ciprioti è data dai quotisti SNAI a 6.00 e quella della Lazio a 1.73. Tornati a brillare nell’andata della doppia sfida col Marsiglia (qui la nostra analisi del match), i biancocelesti sono decisi a prendersi i tre punti anche all’Olimpico e in attesa di sfidare l’Eintracht all’ultima giornata per quella che molto verosimilmente sarà la partita che decreterà la vincitrice del girone. Il Milan, invece, dopo lo scivolone di San Siro deve correre ai ripari visto che l’Olympiakos è in corsia di sorpasso con la freccia accesa. L’ovvio focus sulle italiane e le quote SNAI che le accompagnano sono arricchite da tre incontri di rilievo del quarto turno della fase a gruppi.

LAZIOMARSIGLIA (ore 18:55)
‘E’ vero il Marsiglia è reduce da tre sconfitte consecutive, la prima contro di noi in coppa, ma non è una squadra in crisi secondo me. Ho visto l’ultima partita, quella giocata a Montpellier. Il Marsiglia ha perso 3-0, ma non meritava un punteggio così pesante. E poi io preferisco sempre affrontare squadre che arrivano da risultati positivi piuttosto che formazioni che hanno incassato delle sconfitte.’ L’intro all’incontro di stasera ce lo fornisce direttamente Inzaghi e si traduce in due parole: massima attenzione. Perchè siamo sicuri che, di 15 giorni fa, il tecnico piacentino non ricorderà ai suoi i tre gol messi a segno, ma quello subito grazie alla prodezza di Payet, insistendo sull’importanza di non concedere nuovamente dal limite nel corso dei 90’. Un errore che sarebbe potuto costare caro ed a cui ha rimediato la prodezza di Marusic. Massima attenzione nelle parole ma anche nei fatti visto che Inzaghi dovrebbe far riposare il solo Lulic e, privo degli infortunati Leiva e Badelj, dovrebbe lanciare in avanti Correa al posto di Caicedo, affatticato dopo un’ora di gioco contro la SPAL. Occasione che l’attaccante argentino cercherà di sfruttare al massimo, per cui vale la pena puntare sul Marcatore Sì a 3.75 a parte la solita certezza chiamata Ciro Immobile (1.85).

BETISMILAN (ore 21:00)
Chiamatele ‘fake news’, ‘rumours’ o semplicemente ‘balle’, però il tarlo del cambio tecnico potrebbe già essere entrato nel cervello di Rino Gattuso e dei suoi uominio dato che, qualche giorno fa, il tecnico di Corigliano Calabro è stato dato già per ‘spacciato’ a favore di Arsene Wenger. Il ‘great loser’, come lo definirebbe Mourinho, si gode la pensione come esperto presso l’emittente beINSports presso la quale ha smentito seccamente qualsivoglia contatto. Vedremo. Sinora ci sta pensando Alessio Romagnoli con i suoi goal in ‘zona Cesarini’ a Genoa ed Udinese a salvare la panchina di Gattuso, però la magia non potrà durare in eterno e contro il Betis ci vorrà la bacchetta di Suso uno che, in questi giorni, parla di rinnovo a dimostrazione di quanto lo spagnolo sia importante nello scacchiere rossonero e lo faccia pesare tramite il suo agente nel bel mezzo della stagione. Importanza accresciutasi con l’infortunio di Higuain che, non solo salta stasera, ma potrebbe mancare anche il tanto atteso rendez-vous con la Juve di domenica. Ed allora spazio a Patrick Cutrone che, parlando di magia, qualche macumbina o bambola spillata se la sarà fatta fare per ritrovarsi titolare unico nell’attacco milanista: la quota a 3.00 di Marcatore Sì è davvero invitante.

ARSENALSPORTING (ore 21:00)
Parlando di Wenger il richiamo all’Arsenal è pavloviano. I Gunners sotto Emery non hanno compiuto passi da gigante in campionato rispetto all’ultimo Wenger: di positivo c’è solo che i punti dal primo posto dell’invincibile Man City sono (per ora) solo 6, ma di certo il quinto posto dietro i rivali cittadini di Chelsea e Tottenham accoopagnati dal Liverpool kloppiano non possono fare felici i tifosi dell’Arsenal che si erano sentiti ‘liberati’ dal sovrano francese. In Europa League era anche fin troppo facile prevedere la qualificazione in un gruppo che, a parte lo Sporting, opponeva ai biancorossi solo il Vorskla Poltava ed il Qarabag. Anzi possiamo dire che, sinora, l’Arsenal ha spinto il minimo sull’acceleratore per trovarsi in testa a punteggio pieno: appena 8 reti in 3 partite e persino 2 concesse (tutte al Vorskla!). Per capire: in un gruppo molto più equilibrato (il Gruppo J) il Siviglia ha messo a segno 12 reti e nonostante tutto si trova a pari punti (6) con Krasnodar e Standard Liegi! Alla fine, però, conterà passare e l’Arsenal lo può fare comodamente già stasera dal divano di casa-Emirates battendo i portoghesi già sconfitti di misura quindici giorni fa a Lisbona (0-1): l’1 a 1.30 è tra le quote più basse della giornata. Considerando l’aria che tira in Premier, Emery mette le mani avanti in Europa League: ‘è importantissima per noi ed è una delle strade per vincere un titolo e giocare in Champions il prossimo anno,’ ha detto senza troppi mezzi termini alla vigilia del match. Allo Sporting invece il caos tecnico-societario che aveva coinvolto Mihajlovic (assunto e poi licenziato senza nemmeno cominciare la stagione…) continua: nonostante il terzo posto in Liga a due punti da Porto e Braga e la qualificazione aperta in Europa League, la dirigenza biancoverde ha mostrato la porta anche a Peseiro e affronterà l’Arsenal con Tiago Fernandes ad interim in attesa che la dirigenza nomini il nuovo Mister: i nomi sul tavolo sembrano essere Aitor Karanka, ex collaboratore di Mourinho, Massimo Carrera, fresco esonerato dallo Spartak Mosca, e Marcel Keizer dell’Al-Jazeera. Col ritorno di Bas Dost avanti e del difensore Jeremy Mathieu dietro, Fernandes spera di reggere e magari colpire la difesa dei Gunners: il Gol a 1.95 potrebbe essere un’ottima quota.

BORDEAUXZENIT (ore 21:00)
L’avventura del Bordeaux è quasi al termine: 0 punti in 3 partite, la miseria di 2 gol segnati e l’ultimo posto nel Gruppo C. Situazione opposta per lo Zenit che va al testacoda imbatutto, con 7 punti, 4 reti segnate ed il primo posto. Una situazione però che non dà totale tranquillità ai russi: Slavia e Copenhagen sono in corsa rispettivamente a 6 e 4 punti, e lo Zenit non può permettersi distrazioni. L’Europa League ci ha mostrato sempre clamorosi risultati quando sulla carta sembrava tutto pendere a favore di una squadra. Inoltre, i cali di tensione delle squadre russe sono abbastanza noti, per cui non ci sorprenderebbe se il Bordeaux facesse il colpaccio nel suo stadio stasera. Le quote sono abbastanza equilibrate per essere uno scontro tra prima e ultima (a zero punti!) del girone: Zenit corsaro a 3.05, Bordeaux che incassa i primi 3 punti a 2.35. Lo Zenit dovrà rinunciare a Zhirkov, Noboa e Kokorin e, nonostante le tante assenze, il Bordeaux potrebbe affrontare con entusiasmo l’impegno, grazie all’1-1 strappato a Lione nel weekend, e fondamentalmente senza pressione alcuna. Combo da farsi crescere i baffi per leccarseli di 1 con GOL a 5.00!

CELTICLEIPZIG (ore 22:00)
Se il Celtic vuole passare, deve battere il Lipsia. L’assunto catalanesco ce lo offre Brendan Rodgers che non ha paura di vestire i panni di Capitan Ovvio anche perchè fin troppo cosciente del divario che esiste tra la sua squadra (persino seconda in un campionato poco allenante come la Premiership scozzese) e la quarta forza della Bundesliga. ‘Le partite in Europa sono più veloci, e qualche volta i nostri uomini sono impreparati,’ ha ammesso in conferenza stampa aggiungendo che i suoi giocatori pagano dazio quando si confrontano con il calcio europeo di vertice ‘non giochiamo a questo livello ogni settimana, però si gioca in casa domani (stasera –ndr) e la pressione è ovviamente tutta sulle nostre spalle.’ Già, perchè il terzo posto alle spalle delle due monoposto Red Bull significa eliminazione in caso di sconfitta (il pareggio allungherebbe l’agonia): ‘tutti associano la pressione a qualcosa di negativo, ma per me è positiva, andiamo là fuori e divertiamoci provando a vincerla,’ ha concluso cercando di trasformare l’atmosfera della vigilia. Il Celtic farà il possibile provando a resistere un tempo, cosa non riuscita alla RB Arena dove uscì sconfitto per 2-0 con entrambi i gol messi a segno verso la mezz’ora del Primo Tempo. Resistenza fino al 45’ incitato da tutto il Park? Noi ci crediamo con lo 0-0 al Primo Tempo a 3.10.

LAZIO-MARSIGLIA ( quota SNAI , Marcatore Correa Sì – 3.75)
BETIS-MILAN ( quota SNAI SNAI, Marcatore Cutrone Sì – 3.00)
ARSENAL-SPORTING ( quota SNAI SNAI, GOL – 1.95)
BORDEAUX-ZENIT ( quota SNAI SNAI, 1+G – 5.00)
CELTIC-LEIPZIG ( quota SNAI SNAI, RISULTATO ESATTO PRIMO TEMPO 0-0 – 3.10)

Scommessa 10€ – Possibile vincita 3313,12€

 

(Credits: Getty Images)

(40)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con di... VAI ALLA PAGINA AUTORE

Commento(2)

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI