Europa League: andata primo turno preliminare

Europa League: andata primo turno preliminare

Europa League: andata primo turno preliminare

47
0

Per l’andata del primo turno preliminare si Europa League focus sulle squadre del Baltico impegnate nell’annuale tentativo di superare il primo turno. L’anno scorso solo 4 squadre su 9 superarono il primo turno con le sole Nõmme Kalju (Estonia) e Jelgava (Lettonia) a farcela sino alle colonne d’ercole del terzo turno. Ai nastri di partenza sempre Trakai, Suduva Marjampole e Atlantas per la Lituania; ai soliti Ventspils e Jelga, la Lettonia affianca il Liepaja. Per l’Estonia, le 3 ’grandi’ di Tallinn: Nõmme Kalju, Levadia e Flora. Le quote ripartite in 3 diverse bollette per paese.

KAIRAT-ATLANTAS
Forse il peggior sorteggio per le squadre lituane è toccato proprio all’Atlantas, squadra della località balneare di Klaipeda. Non inganni la provenienza, Kazakistan, il Kairat di Almaty è squadra di vertice che annualmente sfida l’Astana per il titolo nazionale grazie ai denari del businessman Kairat Boranbayev, l’oligarca che ha aperto il primo McDonald’s del paese e nel febbraio scorso si era candidato ad un posto nel comitato esecutivo UEFA. Patrimonio stimato: 350 milioni di dollari. Tuttavia il patron giura di non usare la sua ricchezza per pompare il club ma per aiutare i giovani cresciuti nel club. Sarà, intanto per non sapere nè leggere e nè scrivere, il buon Boranbayev ha speso qualche soldo per firmare un certo Andrey Arshavin che dovrebbe già bastare a condizionare i pronostici. L’unico giovane di maggior prospetto, non proviene dalle fila del Kairat, Bauryzhan Islamkhan, e sarà assente per squalifica. Occhio all’attaccante ivoriano Gerard Gohou, 17 goal in 23 incontri, cannoniere della regular season kazaka. Durissima per i ’cavallucci marini’, solo 2 volte al turno successivo in 9 partecipazioni. Puntiamo sulla quota SNAI del risultato esatto 4-0 a 7.00.

ST.JOHNSTON-TRAKAI
Dopo lo scotto della stagione 2015-16, gli scozzesi del St.Johnston ritornano in Europa League con una chiara missione: primo, non prenderle. E’ vivo il ricordo della inutile vittoria interna (2-1) vanificata dal gol fuori casa degli armeni dell’Alashkert. ’Dobbiamo imparare da quell’esperienza,’ dice il tecnico del club di Perth ’molti dei giocatori coinvolti in quella partita fanno ancora parte della rosa, hanno l’esperienza giusta per sapere cosa fare quando ti tocca la prima partita in casa.’ Il Trakai, infatti, appena alla terza partecipazione nelle coppe europee parte da ovvia sfavorita anche se, nei precedenti 3 incontri fuori casa, ha messo a segno almeno un gol fuoricasa in 2 occasioni vincenzo 1 volta su 3. Puntiamo sulla quote SNAI dell’Over 3,5 a 2.80.

SHAKHTYOR SOLIGORSK-SUDUVA MARJAMPOLE
In Bielorussia lo Shakhtyor rappresenta l’unica resistenza (?) al BATE Borisov, l’eterno secondo che può solo accontentarsi delle briciole (la coppa nazionale del 2017) e sperare di racimolare quanti più soldi possibile grazie alle qualificazioni al turno successivo. Sotto questo punto di vista i padroni di casa sperano di ripetere l’exploit del 2014-15 quando arrivarono sino ai play-off per arrendersi solo al PSV Eindhoven. Tanto più che in campionato al momento conducono inaspettatamente davanti a Dinamo Minsk e BATE: la stagione è ancora lunga, ma le premesse sono ottime ed i minatori cercano conferme in Europa. Puntiamo sulla quote SNAI del parziale finale 1-1 a 1.70.

Scommessa Lituania 10€ – Possibile vincita 333,19€

VENTSPILS-VALUR
La stampa lettone ritiene il Ventspils l’unica squadra in grado di superare agevolmente il primo turno. Non potrebbe essere altrimenti visto che di fronte hanno il modesto Valur di Reykjavik. La squadra islandese infatti ha superato il primo turno di riferimento solo 2 volte in 23 partecipazioni complessive alle coppe europee che affondano le radici addirittura negli anni ’60. Squadra di tradizione, il Valur ha ritrovato la strada per l’Europa solo nelle ultime due stagioni dopo un lungo digiuno quasi decennale. Precedente favorevole al Ventspils contro le islandesi: nel doppio confronto di Coppa UEFA del 2006-07 i padroni di casa vinsero 2-1 e 2-0 (fuori casa). A secco da 6 giornate di campionato (hanno vinto 2 incontri su 11, l’ultima risale al 30 aprile 2017), i ’portuali’ cercano di rifarsi in Europa e noi sfruttiamo la ghiotta quota SNAI dell’1 a 2.25.

CRUSADERS-LIEPAJA
Il Crusaders completano l’album del Baltico inserendo anche la figurina lettone mancante. Dopo i lituani dello Zalgiris Vilnius nella lontana Coppa UEFA del 1996-97 seguiti da quelli dell’Ekranas nell’Europa league del 2014-15, il Crusader aveva aggiunto gli estoni del Levadia in Champions nel 2015-16. 3 vittorie, 2 pareggi (entrambi contro il Levadia) ed 1 sconfitta il bottino ottenuto sinora. Interessante la rosa del Liepaja che annovera tre giocatori della Mauritania, due argentini, due georgiani, un senegalese, ed alcuni giocatori di origine balcanica, ma a causa dei visti potranno prendere parte alla trasferta solo l’argentino Leonel Strumia ed il croato Dario Tomic. I ’leoni di Curlandia’ sono terzi in campionato ed appena alla seconda partecipazione in Europa. L’anno scorso furono eliminati in Champions dal Salisburgo e sono ancora a caccia del primo goal europeo che, se fatto fuori casa, darebber la spinta per il ritorno in Lettonia. Piccolo giallo per il tecnico georgiano dei lettoni: in dubbio sino all’ultimo per via del visto arrivato all’ultimo minuto e che gli permetterà di sedersi in panchina a Belfast. Puntiamo sulla quota SNAI del Goal a 1.70.

FERENCVAROS-JELGAVA
Basti dare un’occhiata alle quote per l’1 ed il 2 di questa andata (1.25 vs. 9.50) per capire che il peggior sorteggio in Lettonia è capitato allo Jelgava. Niente paura. Le ’alci’ lettoni sono abituate a piazzare colpi a sorpresa. Nella passata edizione, infatti, sono riusciti a sbarazzarsi dello Slovan Bratislava ed hanno messo paura al Beita Gerusalemme costringendolo a pareggiare fuori casa prima che gli israeliani vincessero in casa (3-0) guadagnandosi la qualificazione. Quella del 2016-17 rimane la migliore prestazione in Europa dei granata che ripartono dall’Ungheria sfidando i vincitori della coppa nazionale. Vincere sembra essere un’impresa troppo grande, ma il pareggio potrebbe essere uno dei risultati a sorpresa del primo turno che sempre escono. Per questo puntiamo sulla quote SNAI dell’X a 5.25.

Scommessa Lettonia 10€ – Possibile vincita 200,81€

DOMZALE-FLORA
Obiettivo: passare il turno. Sembra poco, ma per un club come il Flora è un’impresa non da poco. ’E’ imbarazzante, in 25 anni lo abbiamo passato solo due volte,’ parole e musica di Pelle Pohlak giovane presidente del club di Tallinn che è stato investito della carica direttamente dal padre Aivar, padre padrone del calcio estone (è anche presidente della federcalcio estone…): il nuovo massimo dirigente dei biancoverdi vuole iniziare la sua gestione nel migliore dei modi ed è chiaro che per la giovane rosa del Flora è vietato sbagliare. Proprio qui potrebbe essere il peccato originale del club più titolato d’Estonia: la gioventù. Nell’XI di partenza che ha sconfitto i rivali del Kalju, l’età media era di 23,5 anni con i più anziani (27 anni) in porta e nella linea di trequarti offensiva del 4-2-3-1 del tecnico olandese Pijpers. Il Flora è una squadra molto interessante dalla cintola in su, ma dovrà misurare il suo potenziale offensivo contro una squadra di maggior spessore competitivo che approda all’Europa League tramite la coppa nazionale e che anche predilige la fase offensiva. Riuscirà la retroguardia estone a reggere l’urto? Un pareggio a Celje sarebbe d’oro per gli ospiti in attesa del ritorno a Tallinn, anche perchè i precedenti in Slovenia non sono favorevoli: 3-1 contro il Nova Gorica nella Champions del 2004-05. Noi puntiamo sulla quote SNAI dell’X al Primo Tempo a 2.20.

NÕMME KALJU-B36 TORHAVN
Un gran sospiro di sollievo per il Kalju all’indomani del sorteggio di Nyon, l’avversario che le è toccato è di gran lunga il migliore rispetto alle colleghe estoni e forse anche baltiche. Il modesto calcio faeroese non dovrebbe presentare problemi per i quasi vicecampioni d’Estonia (erano campioni all’intervallo dell’ultima giornata per poi ritrovarsi terzi al 90’) che si apprestano ad affrontare la loro settima campagna di Europa League (la quarta consecutiva) con i migliori auspici. Negli ultimi anni è la squadra che ha raggiunto i migliori risultati a livello europeo e sulla quale ha basato il proprio attivo di bilancio. L’anno scorso fu l’HB di Torshavn a vedersela con il Levadia, adesso tocca al B36: finì 1-1 a Tallinn dopo che gli estoni avevano vinto 0-2 sulle isole, di quell’incontro faceva parte Christian Mouritsen, ora al B36. Stesso discorso per il Kalju: vincere a Tallinn per poi affrontare il lungo e faticoso viaggio in tutta tranquillità. Ghiottissima la quota SNAI in combobet dell’1 con No Gol a 2.20.

LEVADIA-CORK CITY
Mani nei capelli per il Levadia: il Cork probabilmente era l’avversario che meno avrebbero voluto pescare dall’urna. In Airtricity League stanno polverizzando la concorrenza: +15 sui Dundalk che l’anno scorso ottenero una storica qualificazione alla fase a gruppi della Champions dopo avere perso i play-off di Champions League. La Rebel Army (esercito ribelle) vuole pareggiare i conti con i rivali di sempre e raggiungere l’obiettivo in autunno dopo averli battuti nella coppa nazionale che gli ha dato l’accesso all’Europa League. Per questo la squadra guidata da John Caufield non ha badato a spese inserendo diversi ottimi prospetti provenienti da squadre rivali, ma perderà Sean Maguire in attacco, autore di una tripletta nell’ultima partita di campionato proprio contro il Dundalk. Maguire avrà il tempo di aiutare il suo club sino al 31 luglio visto che da agosto si unirà al club di Championship inglese del preston North-End. Caulfield è scaramantico sulla possibilità di raggiungere la fase a gruppi, anche se passare contro il Levadia permetterebbe loro di incontrare una tra AEK Larnaca di Cipro o Lincoln Red Imps di Gibilterra, non proprio due avversari irresistibili. Difficoltà logistiche per il Levadia costretto da un meeting di atletica leggera a rinunciare alla solita location di Tallinn per trasferirsi a un’ora e trenta minuti di macchina a Pärnu, la capitale estiva estone. Puntiamo sulla quota SNAI in combobet del 2 con Gol a 4.30.

Scommessa Estonia 10€ – Possibile vincita 208,12€

 

(Credits: La Presse)

(47)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con diversi ar... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI