Europa League, le quote del secondo turno della fase a gruppi

Europa League, le quote del secondo turno della fase a gruppi

Europa League, le quote del secondo turno della fase a gruppi

94
0

La possibilità per le italiane di fare nuovamente 3 vittorie su 3 in Europa League è abbastanza concreta. Dopo le delusioni in campionato, il Milan di Montella si rituffa nell’Europa League dove l’esordio è stato sul velluto (1-5 a Vienna). L’Euro-Atalanta, dopo avere demolito l’Everton, fa visita agli altri giganti del gruppo, il Lione, per continuare a stupire. Per la Lazio impegno agevole sulla carta contro i belgi dello Zulte Waregem all’Olimpico. Al focus sulle italiane, aggiungiamo BATE-Arsenal e Salisburgo-Marsiglia.

BATE – ARSENAL (ore 19:00)
L’Arsenal ha iniziato bene il cammino in Europa League, nonostante la partenza shock contro il Colonia poi battuto in rimonta. Con appena due giorni di pausa nelle gambe (lunedì hanno battuto 2-0 il West Brom nel Monday Night) ed il lungo viaggio in Bielorussia, gli uomini di Wenger entrano nel fortino della Borisov Arena (BATE imbattuto da 7 partite in Europa) con la necessità di fare punti con il minimo sforzo visto che saranno già in campo domenica ad ora di pranzo per il posticipo contro il Brighton. Un bel tour de force da cui Wenger spera di uscire senza ulteriori infortuni. Con le due di Manchester in fuga (6 i punti di distacco con in mezzo le rivali di Londra ed il Liverpool oltrechè il sorprendente Watford) i Gunners devono capitalizzare in Europa League quanto prima possibile. In un girone in cui sono favoriti, vincere i primi 3 incontri consegnerebbe una seria ipoteca a Özil e compagni. L’obiettivo a Borisov è chiudere il discorso quanto prima senza patemi: puntiamo decisi sulla quota SNAI del 2 al Primo Tempo a 2.10.

SALISBURGO – MARSIGLIA (ore 19:00)
C’è la firma di Valon Berisha sul pareggio del Salisburgo nell’esordio di Guimaraes contro il Vitoria. Il nazionale kosovaro (ma conta 20 presenze con la nazionale della Norvegia di cui detiene la cittadinanza) al club dal 2012, è al secondo goal europeo stagionale dopo quello messo a segno nei play-off contro il Vitorul Costanta nel 4-0 che ha dato la qualificazione ai ‘tori rossi’. Nel turno di domenica scorsa della Bundesliga austriaca, la squadra di Marco Rose ha perso la ghiotta occasione di sorpassare lo Sturm Graz pareggiando (0-0) nel posticipo contro l’Austria Vienna. La squadra è in piena emergenza visto che si contano ben 9 infortunati distribuiti quasi equamente per reparto: di spicco le assenze delle punte asiatiche Hee-Chan Hwang (Corea del Sud) e Takumi Minamino (Giappone), 23 reti in due nella passata stagione in campionato. Nonostante le difficoltà, la squadra sopperisce alle assenze con un’ottima partecipazione collettiva al gioco e potrebbe puntare a sorprendere le grandi individualità della squadra di Rudi Garcia. Nell’XI dell’ex tecnico romanista s’è fatto largo il camerunense Clinton N’Jie, in prestito dal Tottenham: doppietta contro l’Amiens due settimane fa e 5 reti totali in appena 4 partite disputate. Garcia però potrebbe usare l’Europa League per ridare un po’ di minuti di gioco all’infortunato Mitroglu, ballottaggio in vista avanti. Il Gol sembra quasi scontato per i quotisti SNAI visto che viene dato a 1.57, noi puntiamo sulla quota SNAI del 2 a 2.95.

LAZIO – ZULTE WAREGEM (ore 19:00)
Che la Lazio voli non lo dice solo l’inno sociale, ma questo brillante inizio di stagione all’insegna di vittorie e prestazioni, ed ovviamente di Ciro Immobile. La punta di Torre Annunziata sta vivendo un momento magico: nonostante il mercato lo abbia privato del partner preferito della passata stagione, Immobile ha tratto nuova linfa dalla joint venture col redivivo Luis Alberto. Lo spagnolo, da quasi oggetto iberico misterioso nel 2016-17 (giova ricordare le sue uniche 9 presenze in tutto il campionato) a titolare fisso dall’inizio del campionato. La Lazio ha steccato solo col Napoli, e ci può stare, ma ha messo in riga il Milan versione billionaire cinese ed in Europa League ha esordito vincendo con prepotenza contro il Vitesse, battuto in rimonta ad Arnhem (da 2-1 a 2-3). È una squadra che sa giocare ma anche rimboccarsi le maniche e soffrire quando c’è da recuperare il risultato: vittorie last-minute come quella di Verona (Chievo) e Genova (Genoa) lo confermano. Contro il modesto Zulte Waregem (abbattuto in casa 1-5 dal Nizza di Balotelli) è ovvio aspettarsi una prova di forza senza appello. Muscoli spiegati e giù di goal anche per migliorare la differenza reti rispetto ai cugini d’Oltralpe presso cui andranno in visita ad ottobre. Se la quota SNAI del risultato esatto 4-0 a 11.00 vi sembra un azzardo (nello scorso turno però abbiamo modestamente centrato il 3-1 dell’Arsenal contro il Colonia, just saying…) allora andate con la quota SNAI dell’Over 3,5 a 2.00.

LIONE – ATALANTA (ore 21:05)
Una squadra di leoni a Lione. Leoni feriti a dire il vero, perchè il pareggio di Firenze alla banda Gasp sta molto stretto. Il gol di Freuler in recupero ha scongiurato la sconfitta, ma rimane il rammarico per il rigore fallito da Gomez. Per la trasferta in Francia il problema principale saranno gli infortunati: in infermeria si è appena accomodato Toloi, sospetto stiramento. Per l’Euro-Atalanta cominciano i primi esami di maturità visto che con questa sarà la terza partita in 8 giorni e domenica sera arriva la Juventus prima della pausa delle nazionali quando i nerazzurri potranno finalmente recuperare fiato. I rivali stentano in campionato (clamoroso il 3-3 casalingo col Dijon, appena 5 punti in 7 partite sinora) e non sembrano in grado di inserirsi nella lotta per il titolo nemmeno in questa stagione. Ragionevole pensare che l’obiettivo principale di Bruno Genesio sia cercare di arrivare sino in fondo a questa competizione dopo avere sfiorato la finale nella passata stagione. Le asprezze della trasferta allo Stade de Lyon ed i miti consigli in vista della Juventus, potrebbero dettare all’Atalanta un atteggiamento prudente: dopo che i francesi hanno soprendentemente pareggiato a Cipro, il punto starebbe più che bene agli ospiti. Quota SNAI dell’X a 3.55.

MILAN – RIJEKA (ore 21:05)
Con la sconfitta di Genova si è aperta una mini-crisi di governo al Milan. Il ‘rimpasto’ dell’esecutivo ha portato Montella all’allontanamento del preparatore atletico Marra. La fiducia della società sembra vacillare dopo le dure parole di Fassone, che ancora non è passato alle cose formali col tecnico di Pomigliano d’Arco. Nonostante alla vigilia di Genova Montella avesse detto che le prossime dieci partite sarebbero state fondamentali, l’impressione è che già contro la Roma e, dopo la sosta delle nazionali, contro l’Inter nel derby l’ex-aeroplanino potrebbe rientrare nell’hangar per lasciare il posto a velivoli più equipaggiati per il lungo raggio se non portasse a casa prestazioni e risultati degni del budget investito questa estate. Il Rijeka, insomma, non sarà un banco di prova per decidere nulla: con tutto il rispetto parlando, è difficile immaginare che il Milan ripeta l’orrenda non-prestazione di Marassi con un avversario rispettabilissimo, ma al cospetto più modesto, come i croati. La squadra che fa capo a Gabriele Volpi, paron dello Spezia, è seconda dietro alla Dinamo Zagabria da campione in carica e con un ritardo di 4 punti. Milan favoritissimo con l’1 a 1.23, noi puntiamo sulla quota SNAI del risultato esatto al Primo Tempo 2-0 a 5.50.

BATE – ARSENAL (2 1T – 2.10)
SALISBURGO – MARSIGLIA (2 – 2.95)
LAZIO – ZULTE WAREGEM (O3,5 – 2.00)
LIONE – ATALANTA (X – 3.55)

MILAN – RIJEKA (RIS. ESATTO 1T ‘2-0’ – 5.50)

Scommessa 10€ – Possibile vincita 2419,14€

 

(Credits: Getty Images)

 

(94)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con diversi ar... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI