Europa League: ritorno del primo turno preliminare

Europa League: ritorno del primo turno preliminare

Europa League: ritorno del primo turno preliminare

43
0

Per le gare di ritorno di Europa League ci concentriamo sugli incontri delle squadre più blasonate impegnate in questo turno: Lech Poznan (Polonia), HJK Helsinki (Finlandia), AIK Stoccolma (Svezia), Slovan Bratislava (Slovacchia) e Crvena Zvezda (Serbia)

PELISTER BITOLA-LECH POZNAN (0-4, ore 18.00)
Ci sarà poco da scrivere per il Pelister Bitola nel ritorno di una partita che è stata chiusa dopo 57’ dai polacchi del Lech nell’andata di Poznan. Sugli scudi la prestazione dell’ex Spezia, Mario Śitum, che con una doppietta ha messo i sigilli alla partita ed alla qualificazione. Per i padroni di casa, che si affacciavano ad una competizione europea dopo 9 anni, ci sarà il semplice orgoglio di riportare un risultato positivo in Europa dopo gli unici due successi risalenti nientemeno che all’Intertoto del 2000. Con il campionato al via tra 12 giorni, è un’occasione per il tecnico del Lech, Nenad Bjelica (anche lui allo Spezia sino al 2015) di provare altri elementi della rosa ed evitare infortuni seri in vista dell’impegno successivo nella competizione. Qualcosa la retroguardia polacca potrebbe concederla per una ghiottissima quota SNAI del Gol a 2.20.

HJK HELSINKI-CONNAH’S QUAY (0-1, ore 18.00)
L’andata di questo incontro è stato uno dei risultati più sorprendenti dell’andata visto che parliamo di un club di part-timers (calciatori dopo-lavoristi) che ha sconfitto il più grande e ricco club finlandese. I ’nomadi’ sono appena alla seconda partecipazione in Europa dopo il discreto cammino del 2016 quando si sbarazzarono dei norvegesi dello Stabaek per poi arrendersi ai serbi del Vojvodina. Ci sono ben due risultati su tre per la squadra di Andy Morrison, ex centrocampista di Manchester City e Huddersfield ed artefice della prima storica qualificazione dello scorso anno e che ha definito l’1-0 dell’andata “il più grande risultato in Europa” per il modesto campionato gallese. Che sia vero o meno, di certo passare il turno potrebbe costare il posto al 47enne tecnico dell’HJK Mika Lehkosuo, messo alla graticola dopo la figuraccia dell’andata. Passare è un obbligo perché al prossimo turno ci sarebbe la vincente di Dacia Chisinau-Shkendia Tetovo (lo Shkendia ha vinto l’andata 3-0), non proprio avversari irresistibili. Ci credono anche i nostri quotisti che danno l’1 al 90’ a 1.20, noi puntiamo sulla quota SNAI in combobet 1 con No Gol a 1.45.

AIK STOCKHOLM-KI KLAKSVIK (0-0, ore 19.00)
Alla Friends Arena, palcoscenico della finale di fine maggio, nemmeno l’AIK può sbagliare. I vicecampioni di Svezia sono chiamati ad andare oltre lo 0-0 dell’andata nelle isole Far Oer, un risultato che dà agli ospiti, sulla carta, due risultati su tre. Messo il naso fuori dall’arcipelago artico, il KI è un club dalle prestazioni più che modeste: 7 sconfitte in 7 incontri dal 1992 al 2004, anno dell’ultima apparizione europea. Nelle file dell’AIK il difensore Sauli Väisänen, un classe ’94 che rientra nell’interesse della SPAL e Simon Thern, figlio di Jonas e come il padre centrocampista centrale dotato di discreto dinamismo. Il successo per gli uomini di Norling manca da un mese, quando liquidarono l’Eskilstuna in Allsvenskan 3-1 a domicilio. I tempi e gli avversari sembrano maturi: quota SNAI del risultato esatto al 90’ 3-0 a 6.00.

SLOVAN BRATISLAVA-PYUNIK (4-1, ore 19.00)
Il 4-1 di Yerevan mette al sicuro lo Slovan da qualsiasi sorpresa. Un vantaggio però maturato non senza qualche sorpresa visto che erano andati in vantaggio gli ospiti con un rigore al 7’ minuto. Con il campionato slovacco che ritorna a fine mese, lo Slovan ha tempo per rodare il motore in una partita che avrà poco da dire. I padroni di casa faranno a meno del centrale serbo Milan Rundic (squalifica) e possibile spazio dal primo minuto alla punta di esperienza (81 presenze in nazionale ed un gol storico a Sud-Africa 2010) Robert Vittek. Questa volta i gol potrebbero vedersi copiosi già nei primi 45’ per cui puntiamo sulla ghiottissima quota SNAI dell’Over 2,5 al Primo Tempo a 4.75.

FLORIANA-CRVENA ZVEZDA (0-3, ore 20.30)
Discorso precocemente chiuso anche qui. A Malta i semi-pro guidati da Giovanni Tedesco (il proprietario del club è Riccardo Gaucci, figlio di Luciano) cerca un successo in Europa che manca dal lontano 1999, quando i Greens vinsero 2-1 con i gallesi dell’Aberystwyth Town nell’Intertoto. Sarebbe appena il quinto successo in Europa per un club dal passato glorioso (è il club maltese con più titoli) e dal maggior seguito al quale il successo nella coppa nazionale ha ridato fiato dopo un lungo digiuno. L’1 al 90’ a 9.00 è una quota che ci spiega quanto l’impresa sia inverosimile. Nonostante il gol del Floriana in Europa manchi dal 2000 (da allora però le partecipazioni alle coppe europee sono state solo due) la quota SNAI del Segna Squadra di casa Sì a 1.81 è davvero ottima e ce la giochiamo.

PELISTER BITOLA-LECH POZNAN (GOL – 2.20)
HJK HELSINKI-CONNAH’S QUAY (1+NG – 1.45)
AIK STOCCOLMA-KI KLAKSVIK (RIS ESATTO 3-0 – 6.00)
SLOVAN BRATISLAVA-PYUNIK (O2,5 – 4.75)
FLORIANA-CRVENA ZVEZDA (Segna Squadra 1 Sì – 1.81)

Scommessa 10€ – Possibile vincita 1.645,56€

(43)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con diversi ar... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI