Europa League, semifinali di andata

Europa League, semifinali di andata

Europa League, semifinali di andata

36
0

L’Europa League si sdoppia con Ajax-Lione stasera da apripista a Monaco-Juventus in Champions e con Manchester-Celta domani sera. Diamo un’occhiata alle quote antepost e delle singole partite.

AJAX-LIONE (mercoledì 3 aprile, ore 18:45)
Il Lione è sempre saldamente favorito alle spalle dello United per la vittoria del trofeo (3,50) il che ovviamente fa dei francesi i favoriti per il passaggio del turno a bocce ancora ferme: 1,57 per la squadra di Bruno Genesio contro il 2,30 dei ragazzi di Peter Bosz. I Lancieri sono la ‘terza forza’ del torneo visto che alzano il ‘portaombrelli’ a 6,50 davanti al Celta Vigo. Ma le quote non hanno gambe e non possono calciare il pallone, come nemmeno potranno farlo i terzini biancorossi Joel Veltman e Nick Viergever entrambi squalificati (i sostituti dovrebbero essere Jallet e Morel). Genesio però non si fida e non lascia trapelare il messaggio che si tratti di una partita facile, anzi fa chiaro riferimento al grande passato del club che torna a giocarsi la prima semifinale europea dal 1992: ‘una volta arrivati qui sarebbe un peccato se ci sentissimo gratificati, perchè l’Ajax è un grande club e quando ero giovane catturava la mia immaginazione; dobbiamo usare le opportunità che ci si presenteranno e fare il nostro calcio come fatto ad Istanbul contro il Besiktas, qualsiasi cosa succeda ci sono comunque altri 90 minuti in casa.’ Di solito, nel corso della stagione europea, alla Johan Cruyff Arena succede che l’Ajax in Europa vinca (7 volte) o pareggi (5) visto che in 12 incontri i Lancieri non hanno mai perso: 1 ed X sono dati rispettivamente a 2,25 e 3,60 nelle quote SNAI , contro il 3,00 del 2. Un dato che si replica negli scontri diretti (4): 2 vittorie per l’Ajax e 2 pareggi. Una sfida nella sfida per gli uomini di Genesio che sono quasi al gran completo visto che dovrebbe mancare il solo Rybus mentre Lacazette e Tolisso sono in dubbio, con Fekir pronto a rimpiazzare il primo in avanti. Se il Lione ha vinto ad Angers (1-2) in Ligue 1 effettuando un leggero turnover, l’Ajax ha riposato nel weekend dato che si è disputata la finale di Coppa d’Olanda vinta dal Vitesse: pile cariche e 100% di concentrazione sulla partita più importante dell’anno anche perchè in Eredivisie il distacco dal Feyenoord capolista è salito a 4 punti a 2 giornate dalla fine ed il titolo potrebbe assegnarsi già domenica 7 maggio. Bosz sul punto è abbastanza chiaro: ‘la corsa per il titolo non può distrarci, ce ne siamo occupati per tutto l’anno già e non fa alcuna differenza adesso che siamo agli sgoccioli della stagione. Daremo tutto comunque sino alla fine, e si comincia stasera contro il Lione.’ Un risultato positivo per poi giocarsela in Francia come fatto in Germania contro lo Schalke dove l’Ajax quasi buttava la qualificazione: i padroni di casa hanno comunque dato prova di non temere le squadre più forti sulla carta. Arbitra il nostro Gianluca Rocchi e la probabilità che possa assegnare un rigore è data a 3,10 (Extra -> Rigore -> Si); mentre se credete che l’Ajax collezionerà più cartellini del Lione, l’1 Ammonizioni è dato a 2,85.
Ajax (4-3-3): Onana; Tete, Sanchez, De Ligt, Riedewald; Klaassen, Schöne, Ziyech; Traoré, Dolberg, Younes.
Lione (4-2-3-1): Lopes; Jallet, Nkoulou, Diakhaby, Morel; Gonalons, Tousart; Tolisso, Cornet, Valbuena; Fekir.

CELTA-MAN UTD (giovedì 4 maggio, ore 21.05)
Senza il suo grande alfiere, lo scacchista Mourinho torna ad affrontare una squadra spagnola in una semifinale europea dopo la delusione nella Champions 2013-14 contro l’Atletico Madrid. Ricordi non bellissimi visto lo 0-0 in Spagna seguito dalla debacle interna (1-3) che negò allo Special One la sua terza finale nella massima competizione continentale. Ci sono da amministrare il grande entusiasmo della gioventù rappresentata da Rashford, la voglia di tornare protagonista del redivivo Wayne Rooney ed un calendario che li vedrà in campo ogni tre giorni: ‘potrei schierare la primavera!’ ha minacciato lo Special con una delle sue solite boutade riferendosi all’ultima di campionato contro il Crystal Palace che precede di tre giorni la finale di Stoccolma (24 maggio). A patto di arrivarci. Perchè a questa semifinale lo United non ci arriva benissimo. Se l’infortunio di Zlatan equivale ad una terribile botta psicologica (Ibra conta per 28 gol stagionali, almeno 1 in tutte le competizioni disputate, oro per la secchezza in zona gol dei Red Devils) ci sono dei recuperi last minute tutti da verificare: Bailly, Jones, Smalling e soprattutto Pogba, di certo molto lontano dalle aspettative, sono stati convocati e sono teoricamente pronti. La situazione in difesa è tutto fuorchè rassicurante e c’è il piccolo giallo di Romero: almeno davanti alla stampa, e pur avendo disputato 9 incontri in Europa League su 12 (solo 3 reti subite), Mourinho non ha confermato che l’argentino sia il portiere eletto per il torneo. ‘Non mi piace fare questo tipo di separazioni,’ ha detto qualche settimana fa alla vigilia del match di ritorno contro l’Anderlecht ‘è stato in porta nelle partite precedenti ma non è il portiere per l’Europa League anche se questo torneo è la sua priorità.’ Alle percentuali il trentenne ex Samp va tra i pali all’80%. Lo United, problemi a parte, rimane il grande favorito su tutti i fronti: per vincere domani sera (2 a 2,55 contro il 2,90 dell’1) per il passaggio del turno (1,35 contro 3,00) e per vincere il trofeo (1,85 contro l’8,00 del Vigo, ultima in graduatoria). Il ‘povero’ EuroCelta si avvicina ai 180’ più importanti della sua storia (prima semifinale di sempre) da autentica cenerentola ma con un ruolino da imbatutta nelle ultime cinque partite (4 vittorie ed un pareggio). Lo stesso non si può dire per lo United formato trasferta europea: 2 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte con la media di un goal a partita. Per Berizzo&Co. la possibilità di piazzare il colpo è molto concreta. ‘La nostra squadra titolare può giocarsela con chiunque,’ afferma l’altro Mouriño, Carlos, presidente del Celta che crede nella finale e non firmerebbe il suo omonimo portoghese per sostituire Berizzo, il cui futuro è ancora incerto. Per scrivere la storia il Balaìdos sarà pieno ed il terzino Jonny spera che alla fine dei 90’ la porta difesa da Alvarez rimanga inviolata: ‘a Manchester non andrei con nessuno dei 3 risultati maturati nei 3 precedenti incontri ad eliminazione diretta in casa (0-1 contro lo Shakhtar, 2-1 contro il Krasnodar e 3-2 contro il Genk – ndr), credo che sia molto importante non incassare gol, se loro segnano andare in finale sarà complicato.’ Le quote SNAI per il NoGol sono a 1,85, stessa quota del Gol. Se volete invece scommettere sullo United a secco in trasferta (successo solo a Rotterdam nell’esordio europeo con sconfitta del girone A) la quota del Segna Squadra Ospite No è data a 2,90.
A spingere i celesti verso la storia, un giocatore leggendario di quell’EuroCelta fermatosi ai quarti, il russo Valery Karpin: ‘ce la possono fare e scrivere la storia.
Celta (4-2-3-1): Alvarez; Mallo, Fontas, Cabral, Jonny; Hernandez, Radoja; Aspas, Wass, Sisto; Guidetti
Man Utd (4-3-3): Romero; Valencia, Bailly, Jones, Darmian; Fellaini, Herrera, Pogba; Mata, Rashford, Martial

Scommessa consigliata (10€) – Possibile vincita 232.05€
AJAX-LIONE Combobet X+G a 3,90
CELTA-MAN UTD Combobet 1+G a 5,95

 

(Credits: LaPresse)

(36)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con diversi ar... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI