Europa League: ultimo atto

Europa League: ultimo atto

Europa League: ultimo atto

107
0

Per gli ultimi 90’ dell’altra competizione continentale diamo uno sguardo di insieme ai 12 gruppi suggerendovi le giocate su cui puntare scegliendo le quote SNAI più interessanti. Una guida pratica e completa alla situazione di ciascun girone, dalla A alla L, con scheda finale su cui puntare.

In primavera ritroveremo le otto terze ripescate dalla Champions: Copenaghen, Lione, Besiktas , Tottenham (migliori terze inserite nell’urna delle vincitrici dei gironi di Europa League) Borussia Monchengladbach, Rostov, Legia Varsavia e Ludogorets (peggiori terze, nell’urna con le seconde)

NB! secondo il regolamento UEFA, questi sono i criteri che intervengono per determinare l’ordine finale della classifica in caso di squadre a pari punti nel girone: a) punti negli scontri diretti; b) differenza reti negli scontri diretti; c) gol fatti negli scontri diretti; d) gol in trasferta negli scontri diretti; e) differenza reti generale; f) gol fatti; g) gol fatti in trasferta; h) vittorie; i) vittorie in trasferta; f) fair play; g) coefficiente UEFA.

GRUPPO A
Nel gruppo del Manchester United di Mourinho solo la cenerentola del girone, il Zorya Luhansk (Ucraina), è fuori dai giochi nel ricevere i Red Devils allo Stadion Chernomorets di Odessa. La squadra di Yuriy Vernydub ha collezionato solo 2 punti entrambi in casa. Temperature rigide ad Odessa (si viaggia vicino allo 0 assoluto) e United che riceve il Tottenham domenica all’Old Trafford in Premier League: logico che Mourinho non voglia rischiare i suoi uomini migliori in una partita che ha poco da dire. Agli inglesi infatti basta anche il pareggio per passare a prescindere da quello che succede in Olanda tra Feyenoord e Fenerbahce. Anzi, lo United potrebbe passare anche con una sconfitta se il Feyenoord (terzo nel girone) non vincesse. I turchi guidano il girone ad un punto dallo United (10 contro 9) e gli basta un punto per passare.

Giocate suggerite
ore 19:00 Zorya Luhansk-Manchester United X a 4.75
ore 19:00 Feyenoord-Fenerbahce X a 3.40

GRUPPO B
Game Over: APOEL ed Olympiakos si sfidano a Cipro in quello che è praticamente un derby per aggiudicarsi la testa del girone. Ai padroni di casa basta il pari (APOEL 9 punti contro gli 8 dei greci), ma gli ospiti vorranno vendicare la sconfitta in casa dell’andata (0-1) e ne potrebbe conseguire una partita dai toni accesi e di maggiore interesse rispetto all’inutile Young Boys-Astana. Lontano dall’inespugnabile Astana Arena i kazaki non hanno mai vinto in questa fase a gruppi. In 16 trasferte complessive in Europa dal 2013, l’Astana ha vinto solo 2 volte pareggiato 5 e perso 9: effetto kryptonite appena si allontanano dal caro sintetico della capitale centro-asiatica.

Giocate suggerite
ore 19:00 APOEL-Olympiakos Over 2,5 a 2.15
ore 19:00 Young Boys-Astana 1 a 1.68

GRUPPO C
L’Anderlecht, già qualificato ai 32esimi, sfida i cugini francesi del St.Etienne anche essi sicuri del posto. In palio c’è la testa del girone: Anderlecht 11 punti, St.Etienne 9 con i biancomalva vincitori del girone anche col pareggio (risultato uscito nell’andata, 1-1). A Magonza invece partita con nulla in palio tra Mainz e Gabala se non l’orgoglio ospite di riuscire a fare almeno 1 punto in questa competizione: l’11 azero è l’unica squadra dei 12 gruppi ancora a…zero!

Giocate suggerite
ore 19:00 Anderlecht-St.Etienne 1 a 2.25
ore 19:00 Mainz-Gabala Under 2,5 a 2.30

GRUPPO D
Lo Zenit è l’unica squadra a punteggio pieno della fase a gruppi insieme allo Shakhtar Donetsk (Gruppo H) ed allo Schalke 04 (Gruppo I): 5 vittore su 5 partite ed una differenza reti di +10 (15 fatte e solo 5 subite). Numeri che hanno proiettato la squadra di San Pietroburgo alla fase successiva da assoluta padrona del Gruppo D. Alle altre 3 sono rimaste le briciole e la speranza ancora viva di qualificarsi. Vale la pena leggere la classifica alle spalle dei russi: AZ Alkmaar 5, Dundalk 4, Maccabi Tel Aviv 4.
I russi non vorranno macchiare il ruolino collezionato sinora e difeso con le unghie ed i denti (memorabili le rimonte contro il Dundalk, specie quella in trasferta) ma la sfida per il titolo russo diventa prioritaria visto lo svantaggio con lo Spartak capolista (-5) ed il duello con l’altra rivale di Mosca, la CSKA, sabato pomeriggio nella capitale: lo Zenit è avanti ed è ragionevole un turnover da parte di Lucescu. In Israele ci si gioca la qualificazione con un occhio al risultato dell’AZ Stadion. Se a Tel Aviv si pareggia, all’Alkmaar basta un pareggio per passare, mentre il Dundalk ed il Maccabi devono solo pensare a vincere e poi sperare che l’AZ non lo faccia: il destino non è nelle loro mani.

Giocate suggerite
ore 19:00 AZ Alkmaar-Zenit 1 a 2.40
ore 19:00 Maccabi Tel Aviv-Dundalk GOL a 1.90

GRUPPO E
La Roma è qualificata e sicura del primo posto. Le esigenze di campionato (lunedì c’è il Milan per una sfida importantissima in chiave classifica ed ambizioni scudetto di entrambe) impongono il turnover a Spalletti: in Romania non vedremo la migliore Roma possibile e molti protagonisti del Derby riposeranno e non sono stati addirittura convocati (Rüdiger, Manolas, Fazio, Strootman, De Rossi e Perotti). Scocca l’ora dei giovani Eros De Santis (97) e Moustapha Seck (96), terzini (destro e sinistro rispettivamente) chiamati all’esordio per tenere a riposo i difensori titolari e risparmiarli da inutili rischi. Oltre ai due ragazzi, ci sono altri 5 Primavera convocati da Spalletti: l’Astra Giurgiu punta chiaramente al colpaccio all’Arena Nationala di Bucharest per conservare il secondo posto dall’assalto dell’Austria Vienna. Gli austriaci hanno un solo risultato a disposizione nella speranza che l’Astra non faccia i 3 punti contro la Roma: vincere contro i cechi del Viktoria Plzen già eliminati. Gli austriaci in trasferta hanno collezionato un pareggio (Roma, 3-3) ed una vittoria (Astra, 2-3).

Giocate suggerite
ore 19:00 Astra Giurgiu-Roma 1 a 2.80
ore 19:00 Viktoria Plzen-Austria Vienna 2 a 2.80

GRUPPO F
Tutto deciso nel gruppo F: Genk ed Athletic Bilbao volano ai 32esimi di finale in primavera lasciando a piedi il Rapid Vienna ed il nostro Sassuolo. L’ultima partita serve solo a decidere la vincitrice del girone. Onore a parte, chi vince eviterà la possibilità di trovare nell’urna una delle quattro migliori terze della Champions: Genk ed Athletic daranno il massimo per vincere in Emilia ed in Austria. Le due squadre sono appaiate a 9 punti con il Genk che dispone della miglior differenza reti, 2 contro -1 dell’Athletic.

Giocate suggerite
ore 19:00 Sassuolo-Genk GOL a 1.70
ore 19:00 Rapid Vienna-Athletic Bilbao 2 a 2.20

GRUPPO G
L’Ajax è matematicamente primo e qualificato e fa visita allo Standard Liegi, che invece è ancora in combutta con il Celta Vigo (entrambe hanno 5 punti) per il secondo posto. Gli spagnoli hanno sulla carta l’impegno meno difficile visto che fanno visita al fanalino di coda Panathinaikos: 1 punto nelle precedenti 5 partite ottenuto fuori casa (in casa due sconfitte). Suggestiva l’ipotesi che vede Celta e Standard ancora a pari punti al termine degli ultimi 90’: con gli scontri diretti in totale parità (entrambe le sfide sono terminate 1-1) si andrà a contare la differenza reti complessiva dove lo Standard è al momento in vantaggio: +2 conto +1. Qualora il Celta colmasse il divario, si conteranno i goal segnati (al momento è il Celta avanti con 8 goal contro 7). Sfida a colpi di gol.

Giocate suggerite
ore 21:05 Standard Liegi-Ajax Under 2,5 a 1.87
ore 21:05 Panathinaikos-Celta 2 a 1.85

GRUPPO H
Hanno accumulato gli stessi punti dello Zenit (Gruppo D) e dello Schalke (Gruppo I), ma grazie alla differenza reti (+14, 17 fatti e 3 subiti), lo Shakhtar Donetsk è il protagonista assoluto della fase a gruppi. Non che il gruppo fosse irresistibile (tra Braga, Gent e Konyaspor, solo i belga sono riusciti a segnare tre volte agli ucraini, e per lo più nella stessa partita) ma lo Shakhtar ha davvero dimostrato di essere di un altro livello. Agli ultimi 90’ della fase a gruppi solo Braga (6 punti) e Gent (5) si presentano con chances di qualificazione. Il compito non è agevole per il Braga che riceve lo Shakhtar mentre il Gent va in Turchia per vincere. Lunedì, in campionato, lo Shakhtar affronta i rivali della Dynamo per mantenere il largo vantaggio (+10) invariato o incrementarlo: una situazione che non da particolari problemi di turnover alla squadra di Paulo Fonseca, vogliosa di mantenere il ruolino europeo immacolato ed il primato assoluto nella fase a gruppi. Il Braga dovrà fare meglio della partita dell’andata persa a Leopoli 2-0 e vincere. Se non ci riesce, deve sperare che il Gent perda o pareggia: in caso contrario, passerebbe la squadra belga. 90’ con l’occhio sul livescore dei rivali.

Giocate suggerite
ore 17:00 Braga-Shakhtar Donetsk 2 a 3.60
ore 17:00 Konyaspor-Gent 2 a 1.80

GRUPPO I
Schalke 04 qualificato e solidamente primo grazie ai 15 punti su 15 collezionati. Meno impressionante il bottino dei goal: 9 segnati (lo Zenit ne ha fatti 15, lo Shakhtar 17) ma il loro gruppo era leggermente più difficile grazie alla presenza di Krasnodar (secondo con 7 punti e già qualificato), Salisburgo (4) e del Nizza (3) di Balotelli. Anche in questo non si decide nulla e tendenzialmente potrebbero venire fuori dei risultati a sorpresa. Però, il Nizza, atteso dall’importantissima sfida domenicale di Ligue 1 con il PSG (è primo a +4 su Cavani&Co. che inseguono, terzi, col Monaco in mezzo a -3 da Supermario) non rischierà la formazione e gli uomini migliori in una competizione salutata con largo anticipo. Discorso analogo per lo Schalke atteso da un importante scontro di metà classifica con il Bayer Leverkusen domenica pomeggio: i tedeschi potrebbero lasciare via libera al Salisburgo per la prima vittoria della fase a gruppi nel match conclusivo.

Giocate suggerite
ore 21:05 Nizza-Krasnodar 2 a 2.50
ore 21:05 Salisburgo-Schalke 1 a 2.15

GRUPPO J
Perdendo 2-3 in casa contro il Paok, la Fiorentina (10 punti ed ancora leader del girone) si è complicata la vita dovendo andare a timbrare la qualificazione definitiva a Baku, contro il Qarabag Agdam (7 punti come il Paok, avanti per via degli scontri diretti con i greci). Infatti lo scenario terribile per i Viola contempla la sconfitta in Azerbaijan e la corrispondente vittoria del Paok che consegnerebbe tre squadre appaiate a 10 punti dopo gli ultimi 90’: a quel punto diventerebbero vitali i goal segnati nella sfida di stasera a 3200km da Firenze anche se difficilmente crediamo che la Fiorentina possa incassare oltre 5 goal di scarto… . In un gruppo che alla vigilia appariva facile sulla carta, arriva a giocarsi un posto per la qualificazione persino lo Slovan Liberec ultimo con 4 punti. Gli slovacchi sono ovviamente quelli con le chance più basse: devono vincere a Salonicco e sperare che la Fiorentina batta il Qarabag. Sulla carta impresa non impossibile visto che il Paok in casa non ha mai vinto: un pareggio ed una sconfitta. Lo Slovan dovrà dare il massimo e poi sperare che la Fiorentina faccia meglio dell’Inter nel 2014 (solo 0-0 a Baku) ripetendo l’opera di demolizione vista al Franchi all’andata (5-1). Sousa potrebbe accontentarsi di 1 punto anche se gli azeri proveranno il colpaccio per una qualificazione storica alla fase finale dell’Europa League.

Giocate suggerite
ore 17:00 Qarabag-Fiorentina X a 3.30
ore 17.00 Paok-Slovan Liberec 1 a 1.50
GRUPPO K
Inter eliminata. All’indomani del sorteggio nessuno avrebbe osato metterlo nero su bianco visti gli avversari (in ordine di classifica, tutte avanti all’Inter: Sparta Praga 12, Hapoel Beer Sheva 7 e Southampton 7) ma la stagione dell’Inter giustifica la debacle visto che i nerazzurri hanno messo il minimo impegno nella competizione e mostrato i soliti difetti nell’arco dei 90’. Una volta sfumata la Champions League, varrà la pena fare la rincorsa per guadagnare un posto in una competizione dove si collezionano solo figuracce in sprezzo ad un glorioso passato? Fossimo Pioli, contro lo Sparta Praga schiereremmo la migliore formazione possibile imponendo una partita al livello di quelle viste contro Juventus e Milan, perché lo Sparta è capolista e all’andata ha umiliato i nerazzurri alla Generali Arena (3-1). Se l’Inter non riesce a vincere con la terza della serie A ceca di che altro parlare? Tuttavia sembra che il tecnico di Parma opterà per una formazione sperimentale incentrata su un 3-4-3 sperimentale che funga da prova generale per il campionato. I cechi sono qualificati e saldamente primi ma saranno sicuramente motivati dalla possibilità di fare un colpaccio a San Siro viste le difficoltà dell’Inter. A Southampton invece è praticamente una finale per il secondo posto con l’Hapoel che deve ringraziare l’Inter se è arrivata a giocarsi la qualificazione fino agli ultimi 90’ in Inghilterra. Chi vince si qualifica, ma anche chi pareggia. Nello specifico, uno 0-0 qualifica gli inglesi (miglior differenza reti complessiva fissata a +2), mentre un pareggio con goal qualificherebbe gli israeliani che a parità di punti, differenza reti, e goal fatti negli scontri diretti, godrebbe di un maggior numero di reti in trasferta negli scontri diretti (all’andata in Israele finì 0-0). Non sarà facile per l’Hapoel visto che i 5 goal sono stati segnati tutti all’Inter. Claude Puel deve tenere d’occhio il campionato: domenica c’è il Middlesbrough per un importante scontro di centro classifica (Saints 17 punti, Boro 15). Il tecnico francese recupera Dusan Tadic, fuori da ottobre per via della rottura del setto nasale nella partita contro il Galles (giocherà con una mascherina), e di sicuro non vorrà fare una figuraccia come l’Inter.

Giocate suggerite
ore 21:05 Inter-Sparta Praga Gol a 1.62
ore 21:05 Southampton-Hapoel Beer Sheva 1 a 1.45
GRUPPO L
Questo è il gruppo più equilibrato di tutta la stagione. Non solo tutte e quattro le squadre sono in corsa per la qualificazione, ma la classifica è pressochè livellata: Osmanlispor 7, Steaua, Zurigo e Villareal 6.
Difficile districarsi in questa situazione quindi se leggendo siete arrivati sino a qui, prendetevi una pausa prima di affrontare i prossimi paragrafi.
Pronti? Via! Il Villareal affronta la Steaua e passa se vince o pareggia. Ma nel secondo caso, lo Zurigo non deve vincere ad Ankara. Se gli spagnoli finissero a pari punti con Zurigo e Steaua, sarebbero davanti alle rivali negli scontri diretti.
La Steaua deve vincere per essere sicura. Un pareggio diverso da 0-0 e 1-1 è buono solo se lo Zurigo perde ad Ankara.
L’Osmanlispor parte col punto di vantaggio in classifica: in teoria le basta il pareggio per passare. Nel caso dovesse perdere, le basta che il pareggio invece esca al Madrigal. In caso terminasse a pari punti con Villareal e Steaua, avrebbe la meglio sulle contendenti grazie agli scontri diretti.
Lo Zurigo invece è condannato a vincere per passare, qualsiasi altro risultato la elimina.
Tutto chiaro?

Giocate suggerite
ore 17:00 Villareal-Steaua Bucharest NO GOL a 1.67
ore 17:00 Osmanlispor-Zurigo Over 2,5 a 1.95

SCHEDA
Astra Giurgiu-Roma 1 a 2.80
Rapid Vienna-Athletic Bilbao 2 a 2.20
Braga-Shakhtar Donetsk 2 a 3.60
Nizza-Krasnodar 2 a 2.50
Qarabag-Fiorentina X a 3.30

Scommessa 10€ – Possibile vincita 1829.52€

(107)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con diversi ar... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI