Fenomenologia di Joachim Low

Fenomenologia di Joachim Low

Fenomenologia di Joachim Low

454
0

Si tocca, si gratta, si annusa, si scaccola…calma amici, non avete sbagliato blog e se vi dico Joachim…avete già capito a chi mi riferisco. Stemperiamo un po’ la tensione del pre gara contro i crucchi e cerchiamo di colpirli nelle loro debolezze, prendendoli bonariamente in giro. Del resto è una tattica anche questa. Ormai non si capisce bene che tipo di malattia abbia il tecnico tedesco. Lo fa apposta? È malato? È scaramantico? Mica c’è niente di male…di gesti ripetuti e tic nervosi ne conosciamo a migliaia, citofonare Nadal per info e conferme. Ma il mister tedesco va oltre. Pare godere dei suoi umori. Le sue ghiandole sudorifere devono regalargli momenti di ebrezza mistica. Forse è da quell’annusare che carpisce il senso della partita, attua cambi e stravolge il modulo di gioco.

Non è un belvedere, questo però dobbiamo dirlo. In mondovisione non puoi andare a ravanarti proprio li e poi sentire che odore rimane sulle dita. Quanto deve essere fetish uno per fare certe cose? Oh va bene tutto, ma l’odore del sudore emanato dalla camicia pezzata deve essere tosto, molto tosto. E lui deve essere un tipo tonico, uno di quelli che ama le sensazioni forti, non mi stupirei se al posto di leccare le scarpe di una top model, leccasse i tacchetti delle Nike fluo di Goetze. Siamo tutti grandi e vaccinati, ma non cadiamo nell’hot, non siamo su YouPorn, anche se la categoria “fetish” è tra le più cliccate, da Joachim Low sicuramente.

Capitolo a parte lo scaccolamento. Beh qui è un po’ il nostro regno, di noi maschietti. Quante volte al semaforo, immersi nel traffico e nei nostri pensieri più profondi (tipo cosa mangiare a cena, o cosa fare nel week end) ci lasciamo andare con le nostre dita nei padiglioni nasali a solleticarci? In realtà in auto da soli, fermi al semaforo si producono anche profumi e gas micidiali, di cui il tecnico Low andrebbe sicuramente pazzo…non dite di no e non fate gli schizzinosi, vi sarà capitato no di essere fieri del vostro intestino irritabile.

Chiederei ai bookies di SNAI se potessero creare ad hoc delle quote proprio sui vari comportamenti atipici dell’allenatore crucco, esempio: annusata ascella 1,50 si 3,20 no; grattata inguinale 1,80 si 2,90 no; scaccolamento 1,35 si 3,80 no per poi finire con una magica ed emozionante combobet: grattata inguinale, tastata ascella e annusata 2,20 si 3,90 no. Tutti speriamo che si inventi magari qualcosa di nuovo, qualcosa di forte al limite della censura. Grattata posteriore con assaggio e degustazione…insomma, faccia lui, noi lo ammiriamo dalla tv e già sappiamo che sarà uno spettacolo. Infine uno sguardo al match contro i teutonici, che solo a dirlo così, mi fa venire male. Detto che siamo comunque un osso duro e squadra molto fastidiosa soprattutto per i crucchi, le quote, quelle vere, ci vedono (stranamente, ma meglio così) sfavoriti. 2,25 la vittoria dei campioni del mondo contro 3,70 degli Azzurri. Speriamo che Joachim Low fiuti la sensazione delle lacrime dell’eliminazione, che poi oh, magari gli piacciono pure e più piange, più gli sgorgano copiose dagli occhi e più gode…

(Credits: La Presse)

(454)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE