I quarti di finale di Europa League

I quarti di finale di Europa League

I quarti di finale di Europa League

212
0

Domani iniziano le final 8 di Europa League con Dusseldorf, Colonia, Duisburg e Gelsenkirchen come città ospitanti. Inter unica italiana presente, dopo che la Roma è stata eliminata agli ottavi dal Siviglia. Ci aspettano due serate di grande calcio. Di seguito le nostre preview con tanto di statistiche, numeri, informazioni e consigli per vivere al meglio i quarti di finale di questa competizione. Appuntamento come sempre, per i live dei match, su SNAI.it e App Sport SNAI.

INTER – BAYER LEVERKUSEN (lunedì 10 agosto ore 21.00)
Sicuramente il quarto di finale non solo più atteso ma anche quello sulla carta più interessante, visto che si incontrano due delle squadre che nelle previsioni antepost dei sedicesimi erano fra le favorite. Inter che arriva a questo appuntamento con un’imbattibilità in match ufficiali che dura da 9 gare e con ben 5 clean sheet di fila. Dall’altra parte ci sono i tedeschi, arrivati quinti nell’ultima Bundesliga. Squadra che ha gamba e talento e che in questa edizione dell’Europa League ha avuto il quarto miglior possesso palla medio col 58,6% a partita. Vecino out per i nerazzurri; Amiri, Aranguiz e Paulinho per i rossoneri. Ci aspettiamo una gara molto equilibrata. Nessuno degli otto match dello scorso turno si è protratto fino ai supplementari. Che sia la volta buona visto il grande equilibrio previsto in campo?

Statistica Inter: Romelu Lukaku ha segnato in tutte le ultime otto partite di Europa League (11 reti in totale), striscia iniziata nel 2014/15 con l’Everton. L’attaccante dell’Inter è soltanto il secondo giocatore ad andare a bersaglio in otto match consecutivi in Coppa UEFA/Europa League, dopo Alan Shearer nel 2004-05; nessun giocatore ha mai trovato il gol per nove gare di fila nel torneo.

Statistica Leverkusen: Il Bayer Leverkusen non raggiungeva i quarti di finale di una grande competizione europea dalla Coppa UEFA 2007-08, mentre non approda a una semifinale dalla Champions League 2001-02, quando poi si qualificò anche per la finale persa con il Real Madrid.

MAN UNITED – COPENAGHEN (lunedì 10 agosto ore 21.00)
Da un match da tripla passiamo a quello che dei quattro ha la favorita più netta. Del resto i ragazzi di Solskjaer sono stati fin dall’inizio della competizione quelli con la quota più bassa nell’antepost sul vincente competizione. Una stagione sicuramente di rilancio per i Red Devils, terzi in campionato e finalisti in FA Cup ma per rendere vincente l’annata serve la ciliegina sulla torta in Europa. Attenzione però ai danesi di Solbakken, squadra tatticamente ben preparata e fisicamente performante. L’obiettivo del Copenaghen sarà quello di fare densità a centrocampo evitando così le improvvise verticalizzazioni degli inglesi. Jones e Shaw infortunati per lo United, mentre nei nordici mancheranno Fischer, Santos, Sigurdsson e Thomsen. Ci aspettiamo un primo tempo equilibrato ma crediamo che nella ripresa la qualità degli inglesi verrà inesorabilmente fuori.

Statistica Man United: Juan Mata, del Manchester United, ha preso parte a sette gol (due reti, cinque assist) nelle nove partite disputate in questa Europa League; nei 26 match giocati nelle altre competizioni, Mata aveva messo lo zampino soltanto in tre marcature (un centro e due passaggi vincenti) dei Red Devils.

Statistica Copenaghen: Il Copenaghen gioca un quarto di finale europeo per la prima volta nella sua storia ed è la prima squadra danese a tagliare questo traguardo in una grande competizione europea dai tempi del Brøndby IF, nella Coppa Uefa del 1996/97.

SHAKHTAR – BASILEA (martedì 9 agosto ore 21.00)
Entrambe hanno superato un ottavo di finale non certo semplice, eliminando rispettivamente Wolfsburg e Francoforte. Lo Shakhtar, che nel girone di Champions ha duellato fino alla fine contro l’Atalanta avendo poi la peggio, è una formazione molto offensiva e di talento. Interessante notare come gli ucraini, dal post lockdown, abbiano infilato 10 risultati utili consecutivi. Svizzeri che in campionato sono arrivati solo terzi a ben 24 punti dallo Young Boys campione. La squadra è giovane e ha tanto entusiasmo dalla sua ma paga qualcosa a livello di classe pure rispetto agli avversari. I rossoblu sono una squadra molto aggressiva tanto da essere stata la seconda formazione più punita di tutta la competizione con 22 gialli e 1 rosso. Arancioneri senza Ismaily, Khocholava e Malyshev; Basilea che dovrà fare a meno di Omlin, Ramires e Zuffi. Ci aspettiamo una gara molto fisica dove l’arbitro avrà molto da fare.

Statistica Shakhtar: Junior Moraes dello Shakhtar ha preso parte a 13 gol in 16 presenze di Europa League (11 reti e 2 assist); in più ha effettuato il doppio dei tiri (14) di qualsiasi altro giocatore dello Shakhtar in questa stagione di Europa League.

Statistica Basilea: Il Basilea non otteneva il pass per i quarti di finale di una competizione europea dal 2013/14, quando venne eliminato in Europa League dal Valencia. L’ultima volta invece che ha raggiunto la semifinale risale al 2012/13, quando superò il Tottenham nei quarti.

WOLVERHAMPTON – SIVIGLIA (martedì 9 agosto ore 21.00)
Chiudiamo con il match più incerto guardando le previsioni dei quotisti SNAI. Inglesi e spagnoli erano, fin dai sedicesimi, fra le squadre più temibili del tabellone e hanno raggiunto l’obiettivo minimo della final 8. Wolves che hanno mancato la qualificazione europea nonostante siano arrivati a pari punti con il Tottenham al settimo posto dell’ultima Premier League. Occhi puntati su Diogo Jota autore di 6 dei 19 goal degli inglesi in questa edizione dell’Europa League. Siviglia che grazie al progetto Lopetegui è cresciuto molto, sistemando soprattutto una difesa che storicamente era il punto debole della formazione andalusa. Siviglia che non perde da febbraio, ancora prima del lockdown. Numeri da favola per i biancorossi in questa UEL col miglior possesso palla assoluto (66% di media), la miglior media di tiri a partita (18.3) e una precisione di passaggi addirittura dell’88.8%. Una squadra di grande qualità nei singoli, ma che si muove all’unisono come un’unica entità grazie all’ottima preparazione del mister. Rosa al completo per gli inglesi; spagnoli senza Corchia e Gudelj. Abbiamo grandi aspettative di spettacolo e prevediamo una gara ricca di goal.

Statistica Wolverhampton: I Wolves hanno raggiunto un quarto di finale in competizioni europee per la prima volta dal 1971/72 (Coppa UEFA); in quell’occasione superarono la Juventus nei quarti e il Ferencváros in semifinale, prima di perdere in finale contro il Tottenham.

Statistica Siviglia: Il Siviglia ha perso solo una delle otto sfide europee contro formazioni inglesi (5V, 2N), sconfitta per 0-2 contro il Leicester negli ottavi di finale della Champions League 2016/17.

(Credits: Getty Images)

(212)

Marco Perciabosco Nato a Milano e per questo indottrinato fin dalla nascita da mio padre alla "malattia" per Inter e Olimpia. La passione e l'amore per il football amer... VAI ALLA PAGINA AUTORE