Il calcio sta tornando…

Il calcio sta tornando…

Il calcio sta tornando…

82
0

Fine maggio dovrebbe essere la deadline per la ripartenza dei primi campionati in giro per l’Europa. Vediamo insieme, nazione per nazione, quando è previsto il ritorno al calcio giocato.

DOVE SI STA GIOCANDO ORA? In questi due mesi scarsi di quarantena gli appassionati di calcio hanno imparato a conoscere squadre e giocatori di campionati quasi sconosciuti. Al momento la lega più importante che sta regolarmente scendendo in campo ogni weekend è la Vysshaya Liga, prima divisione bielorussa (per intenderci quella dove gioca il Bate Borisov). Altre nazioni ai confini del mondo in cui si gioca (o si è giocato fino a poco tempo fa) sono Tajikistan, Turkmenistan, Nicaragua, Guatemala e Burundi. Nei prossimi giorni, inizierà anche la K-League, prima divisione sudcoreana, una vera manna dal cielo per chi senza calcio non sa stare.

DOVE DI TORNERÀ A GIOCARE ENTRO FINE MESE? Sono quattro i campionati in Europa che hanno già ufficializzato, o lo faranno nelle prossime ore, il loro ritorno al calcio giocato, ovviamente a porte chiuse: Bundesliga, Primeira Liga portoghese, Ekstra Liga polacca e la Super League svizzera. In questi quattro tornei si riprenderà rispettivamente con Bayern Monaco, Porto, Legia Varsavia e San Gallo chiamate a difendere la testa della classifica dagli attacchi delle avversarie.

ALTRE DATE PER LE RIPARTENZE: Fra i campionati più attesi c’è ovviamente la Premier League inglese e la Liga spagnola. Per entrambe è prevista un’ipotesi di partenza a giugno, più precisamente l’8 in Inghilterra e il 13 in terra iberica. Ma così come per la Serie A (che non ha ancora una data ipotetica di ripresa delle ostilità) siamo ancora ad una fase preliminare di accordi fra le varie istituzioni come governo, federcalcio, società e associazione giocatori. Maggior fiducia invece per la Russia che potrebbe tornare sui palinsesti SNAI a fine maggio.

https://www.instagram.com/p/B_nF0BMognk/?utm_source=ig_embed&utm_campaign=loading

CAMPIONATI UFFICIALMENTE CONCLUSI: la nota dolente in tutto questo caos organizzativo, che deve tenere conto anche delle linee guida e delle date indicate dalla UEFA (in attesa di capire quando Champions ed Europa League ripartiranno) sono i tre campionati già ufficialmente conclusi con classifica congelata. Sto parlando di Ligue 1, Eredivisie e Jupiler League: in Francia il titolo è andato al PSG che al momento dello stop aveva 13 punti di vantaggio sul Marsiglia; in Olanda Ajax e AZ si sono fermati con 56 punti a testa ma la differenza reti ha dato il titolo (a mio modesto avviso, follia senza uno spareggio) ai lancieri. Infine ben più meritato il titolo per il Brugge che a inizio marzo aveva già 15 punti in più del Gent secondo.

C’È ANCORA TANTO SPORT SU SNAI! VIVILO LIVE!

 

(Credits: Getty Images)

(82)

Marco Perciabosco Nato a Milano e per questo indottrinato fin dalla nascita da mio padre alla "malattia" per Inter e Olimpia. La passione e l'amore per il football amer... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI