Inizia la fase nazionale dei play-off di Serie C

Inizia la fase nazionale dei play-off di Serie C

Inizia la fase nazionale dei play-off di Serie C

1.17K
0

Mandata in archivio la fase a gironi dei play-off, la Serie C si appresta ad entrare nella fase nazionale, dove saranno 10 le squadre a fronteggiarsi, 6 provenienti dalla fase a gironi (Pescara, Monopoli, Triestina, Juventus U23, Foggia ed Entella) più le tre terze classificate in regular season (FeralpiSalò, Cesena e Palermo) e la migliore quarta (Renate).  Il sorteggio di giovedì ha già deciso gli accoppiamenti, ecco il tabellone di domenica 8 maggio:

 

Pescara-FeralpiSalò

Monopoli-Cesena

Triestina-Palermo

Juventus U23-Renate

Foggia-Entella

 

Contrariamente a quanto fino sinora, i play-off nazionali si strutturano sul doppio match di andata e ritorno. Per quanto riguarda quello di andata è previsto da regolamento che a giocare in trasferta saranno le teste di serie, riservando loro il vantaggio di duellare in casa per quelli che potrebbero essere i decisivi match di ritorno. Inoltre, se dopo il ritorno la situazione tra le 2 squadre dovesse essere di parità, si qualificherà per il turno successivo la meglio classificata in campionato, senza ricorrere ai tempi supplementari.

 

PESCARA – FERALPISALÒ

Il Pescara arriva alla partita contro i lombardi dopo aver pareggiato 2-2, in rimonta, la sfida contro il Gubbio, che ha messo in mostra croci e delizie della formazione abruzzese: potenziale offensivo enorme e difesa colabrodo. Riguardo le distrazioni in copertura si è anche espresso Mister Zauri: “Tutto è allenabile. Ma l’attenzione faccio fatica ad allenarla, le marcature sono tutte assegnate”. Una leggera strigliata dunque per gli 11 che nonostante una sofferenza estrema hanno trovato nei piedi di Simone Pontisso il gol qualificazione. Nei play-off invece ancora a secco l’argentino Ferrari, capocannoniere del girone B con 18 reti insieme a Rolfini (Ancona Matelica) e Zamparo (Reggiana). Infine fonte di preoccupazione in casa Pescara è la lunga lista di giocatori che nel match dell’Adriatico rischiano la diffida per il ritorno, ben 7: Pompetti, De Risio, Pontisso, Clemenza, Rauti, Memushaj e Zappella. La FeralpiSalò, che ha chiuso in terza posizione nel girone A, arriverà nettamente più riposata all’incontro di domenica, avendo disputato la sua ultima partita il 24 aprile. I leoni del Garda sono imbattuti da 5 partite, nonostante durante la stagione non abbiano brillato fuori dalle mura di casa, sono infatti 7 le sconfitte maturate lontano dallo stadio Lino Turrina. Ottima invece la capacità realizzativa delle due punte Guerra e Miracoli, entrambi con 12 gol all’attivo. La giovane formazione lombarda, fondata nel 2009, non ha mai militato in serie B, mentre per i padroni di casa si tratterebbe di lottare per il rientro nella classe cadetta dopo la retrocessione dell’anno passato.

 

MONOPOLI – CESENA

Il Monopoli arriva alla sfida col Cesena, mai affrontato, dopo il pareggio per 1-1 contro il Picerno e la vittoria per 1-0 ai danni della Virtus Francavilla. La squadra guidata in panchina da Alberto Colombo aveva concluso il campionato con un 5° posto in classifica, riuscito a difendere nonostante le 2 sconfitte nel corso nelle ultime 5 partite. I pugliesi, contrariamente ai cugini foggiani, hanno manifestato durante la stagione un evidente handicap in attacco, con soli 38 gol prodotti sono infatti il peggior attacco delle prime 10 classificate nel girone C. Tra le fila dei biancoverdi milità però Francesco Gandolfo, classe 1992 ed ex gioiello del vivavio barese, di cui si ricorda una storica tripletta in Serie A proprio con i colori dei galletti. Seppur favorito per il passaggio del turno, non sarà una trasferta semplice per il Cesena, che al debutto nei play-off dovrà affrontare un viaggio di circa 600km per raggiungere Monopoli. Da sottolineare, infine, che il Cavalluccio, nel girone B, è penultimo per la media gol in trasferta e lontano dalla romagna non vince da circa 4 partite.

Il match di domenica al Veneziani si disputerà alle ore 20.00, in ritardo rispetto agli altri eventi di categoria per via della processione di San Francesco da Paola, secondo patrono della città.

 

TRIESTINA – PALERMO

Altra trasferta impegnativa, in termini di km, sarà quella che dovrà affrontare il Palermo di Silvio Baldini contro la Triestina. I rosanero, oltre ad essere i favoriti sui 180 minuti, sono anche dei seri candidati alla promozione in Serie B dopo l’esclusione dai campionati professionistici maturata nella stagione 2018/2019 a causa di inadempienze finanziarie.I siciliani furono allora costretti, l’anno seguente, a ripartire dalla Serie D. Quest’anno però, alla seconda stagione in Serie C, le Aquile sembrano aver ripreso la giusta direzione con il 4-2-3-1 proposto dal CT, modulo tramite cui il Palermo si è affermato come miglior attacco del girone C. Sono 64 le reti segnate, di cui 21 dalla punta Matteo ‘Giove Pluvio’ Brunori. Per quanto riguarda la Triestina, che è subentrata nel secondo turno della fase ai gironi grazie al quinto posto rimediato in regular season e fresca della vittoria in casa per 2-1 contro il Pro Patria, i numeri parlano di un rendimento in casa non proprio brillante. Al Nereo Rocco i ragazzi di Mister Bucchi hanno raccolto 6 sconfitte, 6 pareggi e 7 vittorie. Equilibrio totale, infine, per quanto riguarda la differenza reti, 41 quelle segnate, 41 quelle incassate.

Per concludere ricordiamo l’ultimo precedente tra le due squadre separate dall’intero Stivale. Era il 2004 ed in un Renzo Barbera gremito il Palermo di Guidolin (subentrato in corso d’opera proprio a Silvio Baldini), grazie ad un netto 3-1, conquistò aritmeticamente la promozione in Serie A, primo grande vanto della presidenza Zamparini.

 

JUVENTUS U23 – RENATE

Agli under 23 della Juventus, che hanno concluso all’ottavo posto la propria marcia durante la stagione, è toccata in sorte la Renate, miglior quarta. Dunque uno scontro interno al girone A. I giovani bianconeri, fondati nel 2018 con l’obiettivo di facilitare l’inserimento dei giocatori aggiungendo uno scalino ulteriore tra Primavera e prima squadra, sono arrivati ai play-off nazionali grazie al pareggio maturato in casa contro il Piacenza e la vittoria in trasferta contro il Pro Vercelli. I ragazzi allenati da Lamberto Zauli partono come sfavoriti per il passaggio del turno, nonostante gli scontri giocati nel corso della stagione assegnino una vittoria a testa. È sul cammino complessivo però che le pantere di Brianza hanno manifestato un valore superiore, conquistando ben 8 punti in più rispetto ai piemontesi, con un attacco che si è dimostrato essere il secondo migliore del girone. 59 le reti della Renate e 43 quelle della Juve U23. Tommy Maistrello, conclusa la parentesi di prestito alla Fermana, non ha fatto rimpiangere alla dirigenza renatese la scelta di riportarlo tra i nerazzurri, il ragazzo classe ’93 ha infatti ripagato marcando per 16 volte durante la stagione, miglior goleador del girone A.

 

FOGGIA – ENTELLA

Il Foggia del Maestro Zdenek Zeman è l’unica squadra che arriva alla fase nazionale avendo trionfato in entrambi i match della fase a gironi. 2-0 il risultato rifilato al Turris ed un’avvincente rimonta in trasferta contro l’Avellino, partita terminata sul 2-1. Ad attendere ora la squadra di Capinata è l’Entella. I rossoneri hanno concluso al settimo posto il campionato, secondo miglior attacco e tra le peggiori difese di girone, in pieno stile Zeman. C’è da dire che l’esclusione del Catania, con la rimozione dei punti conquistati contro i siciliani, hanno fortemente penalizzato i satanelli, i quali erano riusciti a ottenere il massimo risultato da entrambi gli scontri. Il Foggia durante l’anno è stato incline ad importanti oscillazioni, alternando partite tatticamente illuminate ed elettriche a momenti di blackdown, ultimo dei quali la sfida persa 6-2 contro il Catanzaro. La sfida d’andata al Pino Zaccheria vedrà, come sempre a Foggia, un importante sostegno da parte della tifoseria, la quale vive con intenso ardore il rapporto con la squadra, lasciandosi trascinare dall’entusiasmo di quel gioco così peculiare. Ad ogni modo l’Entella, classificata al quarto posto nel girone B dopo la retrocessione dello scorso anno dalla classe cadetta, resta una squadra da non sottovalutare. I biancoazzurri infatti sono stati capaci di vincere ben 19 partite in stagione, di cui 14 in casa. Numeri che, insieme alle 62 reti messe a segno (le stesse del Foggia), rendono tutt’altro che spianata la strada in vista del ritorno al Comunale di Chiavari.

Serie.

 

(Credits: Getty Images)

(1170)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE