Inter-Getafe, la LuLa contro la difesa spagnola

Inter-Getafe, la LuLa contro la difesa spagnola

Inter-Getafe, la LuLa contro la difesa spagnola

30
0

Dopo il 2° posto conquistato in campionato e le polemiche generate dallo sfogo postpartita di Antonio Conte, questa sera l’Inter scenderà in campo contro il Getafe per gli ottavi di finale di Europa League. Nel campo neutro di Gelsenkirchen, i nerazzuri dovranno disputare una partita sporca contro una squadra arcigna e fallosa. Sfida secca senza match di ritorno che in caso di vittoria potrebbe rigenerare un ambiente messo a dura prova dopo le turbolenze settimanali.

STRISCIA POSITIVA PER I NERAZZURRI
La squadra di Conte è in un periodo di forma invidiabile: ha perso solo una delle sue ultime 14 partite ufficiali (8 vittorie, 5 pareggi), senza subire gol dagli avversari in cinque delle ultime sei. Significativamente, le ultime 6 vittorie nerazzurre hanno visto un margine di almeno due gol e con una media di 3,3 gol a partita. L’Inter ha pareggiato (nei 90 minuti) una sola delle sue ultime 15 partite in EL (7 vittorie, 7 ko). Passare in vantaggio potrebbe essere decisivo, dato che nelle ultime sei partite dell’Inter in questa competizione solo in una occasione entrambe le squadre hanno segnato.

LA CRISI DEL GETAFE
Gli spagnoli sono una squadra che ha subito un netto crollo dopo il lockdown. Se infatti in precedenza occupava una posizione utile per la qualificazione nelle coppe europee, nelle ultime 12 partite di Liga nel post lockdown ha incamerato 1 vittoria, 6 pareggi e 5 ko, chiudendo il campionato in ottava posizione. Si tratta di una squadra che utilizza uno stile ultradifensivo, con lanci lunghi per imbeccare le punte e sfruttando l’aggressività dei suoi uomini per spezzare il gioco avversario. Non è un caso quindi la media di 0,5 gol nelle ultime 12 apparizioni in campionato, con 0 reti realizzate nelle ultime cinque partite.

LA LULA SCALPITA
In attacco Conte continuerà a fare affidamento sulla coppia Lukaku-Lautaro, con Alexis Sanchez (ufficializzato come nuovo acquisto) pronto a subentrare per far rifiatare una delle due punte. Per il centravanti belga sono 29 i gol collezionati finora in stagione, con 4 marcature nelle competizioni europee, Lautaro invece ha siglato 19 reti stagionali, di cui 5 in Champions. Christian Eriksen dovrebbe accomodarsi in panchina lasciando spazio al centrocampo che ha battuto l’Atalanta formato da Brozovic, Gagliardini e Barella. Sulla fascia sinistra conferma per Ashley Young, mentre sulla destra ballottaggio tra Candreva e D’Ambrosio (in gol nelle ultime due partite). Solita difesa a 3 con De Vrij centrale supportato da Godin e Bastoni.

AGGRESSIVITÀ E CARTELLINI
Il Getafe di Bordalas schiera un 4-4-2 dall’eco catenacciaro: il motto è difendere e aggredire, sperando di trovare uno spiraglio per bucare le difese avversarie. Il Getafe quest’anno ha dominato la classifica dei cartellini nella Liga spagnola raccogliendo 130 ammonizioni e 7 espulsioni. Tra i più redarguiti i terzini Allan Nyom (17 gialli e 2 rossi) e Damian Suarez (17 gialli e 1 rosso). Ma il pressing forsennato degli spagnoli parte già dalla fase offensiva visto che la punta Jaime Mata, che in stagione ha segnato 14 gol, è finito sul taccuino dell’arbitro per ben 16 volte. Occhi puntanti anche sull’ala proveniente dalla cantera del Barcelona Marc Cucurella, miglior assist man di squadra con 6 suggerimenti vincenti.

RISULTATO DI MISURA O GOLEADA?
In una gara secca disputata su un campo neutro il risultato non è mai scontato, ma l’Inter ha evidentemente i favori del pronostico. Tutti i dati portano a puntare su un risultato di misura, con poche reti anche a causa dell’approccio degli spagnoli, ma se diamo un’occhiata ai numeri registrati nel cammino in EL notiamo come nelle 8 partite disputate finora la media gol sia di 2,1. Piccola postilla sull’arbitro inglese Anthony Taylor: in 7 gare dirette nelle coppe europee di quest’anno ha estratto per 37 volte il cartellino giallo e 2 volte il rosso, con una media di 5,5 cartellini a partita. L’Inter ha già incrociato Taylor quest’anno a San Siro contro il Dortmund nella fase a gironi di Champions, con i nerazzurri vittoriosi per 2 a 0. In quel frangente Taylor fischiò anche un calcio di rigore per l’Inter, con Lautaro però che fallì il tiro dal dischetto.

(Credits: Getty Images)

(30)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE